Un deludente Cesena perde 1-0 a Pineto e lascia scappare il Matelica

Pineto Calcio
Invia l'articolo agli amici

CHE BELLO E’ – Nonostante 60′ in superiorità numerica, il Cesena perde a Pineto: decide Tomassini al 49′. Il Matelica espugna 2-0 Santarcangelo e sale a +5

Il peggior Cesena della stagione rimedia la terza sconfitta del campionato, la più netta e dolorosa, perché subìta giocando davvero male e per mano di una formazione non certo irresistibile come il Pineto, per giunta avendo potuto disporre di un uomo in più sin dal 31′, quando è stato espulso Amadio. Il gol partita è arrivato ad inizio ripresa, quando tutti immaginavamo che i bianconeri avrebbero prodotto il massimo sforzo per cercare di vincere la partita, invece è stato Tomassini ad approfittare di un’incertezza difensiva e regalare agli abruzzesi il gol partita.

Inutile e stucchevole aggrapparsi alle assenze (pesanti) di Ricciardo e Tortori in attacco, quando già mercoledì sera contro la Savignanese si era capito che questa squadra fatica tremendamente a creare gioco ed occasioni da gol, soprattutto quando l’avversario si chiude a protezione del risultato come successo anche oggi a Pineto: la manovra è per lo più orizzontale e sterile, il movimento senza palla è limitatissimo e gli attaccanti risultano sempre prevedibili, soprattutto Alessandro che invece avrebbe le qualità tecniche per creare qualcosa di diverso. Le responsabilità di mister Angelini, in questo frangente, risultano evidenti, ma la scarsa vena dei singoli e la pressoché nulla propensione al gol sopraggiunta con l’infortunio di Ricciardo contribuiscono a peggiorare il quadro.

Nell’unica fase di partita favorevole ai bianconeri, ovvero quella iniziale, sono state divorate due clamorose palle gol da Bisoli, le uniche prima di quella avuta nel finale, ma fallita da Capellini. Nel mezzo, il gol del Pineto, l’inutile possesso palla del centrocampo cesenate ed una miriade di fuorigioco spesso ingiustificabili. Insomma, c’è pochissimo da salvare in questo pomeriggio abruzzese, forse i soli veterani Agliardi e De Feudis, che il loro, di rif o di raf, lo fanno sempre.

E mentre il Cesena affondava a Pineto, l’inarrestabile Matelica passeggiava a Santarcangelo (2-0 con due gol nella ripresa), volando così a +5 in classifica, una distanza che inizia ad incutere molto timore, soprattutto perché i marchigiani vincono sempre…

Che bello è

Molto difficile giudicare i singoli dopo una partita del genere, ma nessuno può certo discutere l’impegno e la dedizione alla causa di Beppe De Feudis, capitano che anche oggi ha fatto del “leading by example” il suo marchio di fabbrica.


Immagine tratta dalla pagina FB ASDPinetoCalcio

One Comment on “Un deludente Cesena perde 1-0 a Pineto e lascia scappare il Matelica”

  1. De Feudis non ha fatto UNA giocata di qualità in tutto il campionato, comincia ad essere stucchevole sentirlo sempre lodare. Il cesena non crea, quando i cesenati capiranno che bisogna saper giocare a pallone e non solo dare legnate sarà sempre troppo tardi. imho.

Comments are closed.