A Chiavari rifornimento per il rush finale (Eresie ep. 17)

Virtus Entella-Cesena 3-1
Condividi questo articolo

ERESIE BIANCONERE – Il Cesena cade in casa della Virtus Entella ma non è tutto da buttare. Si può migliorare lo score della passata stagione

Il Cesena conosce a Chiavari la sua seconda sconfitta in campionato (vedi SerieC #16 – Il Modena aggancia la Reggiana in vetta), la terza se includiamo quella in Coppa Italia proprio contro la squadra ligure, vera e propria “bestia nera” dei bianconeri e capace di segnare cinque reti alla formazione di Viali nei due incontri citati. La Virtus Entella ha segnato al Cesena in due partite gli stessi gol di tutte le altre squadre messe insieme nelle prime 15 gare di campionato. Il Cesena a mio avviso non ha disputato una brutta partita ed è anzi stato padrone del campo fino al gol del vantaggio dei locali. Nel finale del primo tempo Pierini ha trovato il suo secondo gol in campionato e curiosamente anche il suo secondo gol contro la nostra bestia nera.

Un pareggio giunto in extremis, ma che per quello che si era visto fino a quel momento era più che meritato. Nel secondo tempo l’Entella, che non va dimenticato è una formazione partita a inizio stagione con l’obiettivo di vincere il campionato, ha trovato altre due reti, ma il Cesena ha fatto la sua partita, costruendo a tratti anche buone trame. Certamente molti tifosi saranno delusi, ma io direi che non è assolutamente il caso di fare drammi, abbiamo tutte le carte in regola per migliorare lo score del girone d’andata della scorsa stagione (35 punti) e addirittura non mi stupirei se arrivasse un filotto di vittorie nelle prossime tre partite, il che renderebbe trionfale il nostro girone di andata.

Non che al Cesena sia possibile imputare qualcosa dal punto di vista dell’atteggiamento, ma ugualmente una sconfitta ogni tanto serve a ritornare con i piedi per terra e a ritrovare la fame. La voglia di rivalsa dei bianconeri dovrà essere la benzina per iniziare una nuova striscia positiva ancora più lunga di quella appena interrotta. Mi piace pensare che a Chiavari abbiamo semplicemente fatto rifornimento, non ci siamo fermati. E che quello che può sembrare un passo indietro sia solo l’inizio della nostra rincorsa…


Immagine tratta dal sito calciocesena.com

3 Comments on “A Chiavari rifornimento per il rush finale (Eresie ep. 17)”

  1. Prima di scrivere i commenti devo aspettare di aver aver sbollito la rabbia….perché a freddo devo precisare che la unica cosa che non si può imputare ai due giocatori è l’impegno….quindi volevo precisare che il mio appunto non era contro di loro , dato che i periodi migliori e peggiori li passano tutti, ma verso l’ allenatore che a mio avviso deve avere il coraggio di cambiare a prescindere dai nomi. ( e di fare giocare di più Munari, unico vero esterno destro che abbiamo)

  2. Ciao Stefano! Vero, Ardizzone e Caturano stanno facendo male. Posso aver visto male, ma secondo me fino al gol la partita era in mano nostra.

  3. Non ce l’ho mica con La Entella per la sconfitta di oggi.(vittoria a mio avviso stramerita contro la solita squadra lenta e leziosa che max definisce essere padroai del campo) ….ma per i pacchi che ci hanno rifilato!!!! Non si potevano guardare ieri eppure. Il nostro fenomenale allenatore li ha tenuti in campo fino alla fine…( Il match col Pescara non ha insegnato nulla )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *