Cevoli: “A Fermo gara fondamentale per il Cesena”

Roberto Cevoli
Condividi questo articolo

INTERVISTA – Alla vigilia del delicato match del Recchioni, sentiamo Roberto Cevoli, il tecnico romagnolo già vicino alla panchina bianconera in estate

Un’altra insidiosa trasferta attende il Cesena, domenica pomeriggio nella tana di una Fermana rilanciata dal prezioso blitz di Rimini, il primo nella gestione del nuovo tecnico bellariese Mauro Antonioli (4 punti in tre gare con lui in panchina). Il Cesena, dal canto suo, è smanioso di tornare ad un successo che manca da ben cinque giornate. Anticipiamo i temi di questo delicato confronto con Roberto Cevoli, il mister romagnolo ex di Renate e Reggina, che nel corso dell’estate è stato in lizza per la panchina bianconera e, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe tra i principali candidati in caso di ribaltone. Ecco le sue parole a Cesena Mio.

Ciao Roberto, cosa dobbiamo attenderci dall’incontro di domenica prossima?
“Una gara che nessuna vuole assolutamente perdere. Le due contendenti arrivano da periodi difficili sotto il profilo dei risultati e con la classifica che, col successo dell’Imolese, si è accorciata nei bassifondi, perciò dovranno fare punti”.

Domenica scorsa hai assistito alla vittoria della Fermana sul Rimini: un giudizio sulla prossima avversaria del Cesena…
“Il risultato è stato inevitabilmente condizionato dall’inferiorità numerica dei padroni di casa già alla mezz’ora, però reputo i gialloblu un avversario ostico perché non mollano mai, lottano su ogni pallone e col fattore campo hanno una spinta in più dal pubblico amico. Antonioli è arrivato da poche settimane, ma già si vede la sua mano: la squadra gioca palla a terra e davanti dispone di elementi rapidi e dalle ottime qualità tecniche, tipo Bacio Terracino, che possono creare grattacapi a chiunque”.

Quali armi potrà usare il Cesena per colpire i marchigiani?
“I romagnoli dovranno cercare di far valere la notevole qualità del loro reparto offensivo, perché la Fermana può concedere qualcosa sulla mediana ed in difesa, mentre dietro occorrerà prestare la massima attenzione”.

Ci sembra di capire che la batteria di attaccanti bianconeri sia di tuo gradimento…
“Sì, considero elementi come Butic, Zecca, Borrello e Sarao davvero importanti per la categoria. A questi aggiungiamo i vari Franchini, Brignani, Valencia, Valeri e Russini, mai stato a disposizione, e capiamo come il Cesena abbia un organico di grande talento”.

Però Franchini e Sarao stanno andando al di sotto delle aspettative…
“Il primo è stato alle mie dipendenze alla Reggina ed è un giovane interessante che deve trovare la giusta continuità di rendimento, il secondo l’ho affrontato lo scorso anno e mi fece davvero ottima impressione”.

Quanto ritieni importante la sfida di Fermo per l’imminente futuro del Cavalluccio?
“Credo sia una tappa fondamentale perché urgono punti per classifica, morale, ambiente. Cesena è una piazza blasonata, ha un passato glorioso ed i tifosi faticano ad accettare un campionato di transizione come quello in corso. Una situazione analoga a quella che sta accadendo a Modena”.

La promozione sarà un duello Vicenza – Padova o entreranno in corsa altre compagini?
“Ho visto giocare praticamente tutte le squadre e posso affermare che quella col miglior calcio finora è stata la Reggio Audace. Vicenza e Padova sono due formazioni fisiche, solide che subiscono pochi gol e ti puniscono al minimo errore. Queste tre lotteranno al vertice”.

Il Cesena invece si dovrà accontentare di una semplice salvezza?
“Al momento la priorità dei romagnoli deve essere quella di fare più punti possibili, perché devono guardarsi le spalle e cercare di risalire. A mio avviso, se riescono a trovare la giusta quadratura, hanno tutte le carte in regola per entrare nel lotto playoff”.

Traballano le panchine di Rimini, Modena ed anche Cesena: mister Cevoli tornerà presto al lavoro?
“Mi tengo aggiornato per farmi trovare pronto in caso di chiamata, vedremo cosa mi riserva il futuro”.


Immagine tratta dal sito www.reggio.gazzettadelsud.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *