Cesena 0-2 Vis Pesaro, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Cesena-Vis Pesaro
Condividi questo articolo

PAGELLE – Una disfatta per i bianconeri, battuti in casa dalla Vis Pesaro: entrambe nella ripresa le reti  di Di Paola (50′) e Nava (86′)

Un’altra sconfitta per il Cesena, che perde in casa 2-0 contro la Vis Pesaro. Dopo un primo giocato a ritmi bassi da entrambe le squadre, nella ripresa gli ospiti entrano con un piglio molto aggressivo, riuscendo a trovare al 50′ la rete del vantaggio con Di Paolo su calcio di punizione dal limite dell’area. La squadra di Viali prova a scuotersi, ma con pochissima lucidità e senza impensierire la difesa della Vis Pesaro, se non in occasione di un gol annullato per fuorigioco, così al 86′ arriva il raddoppio di Nava, il cui stacco ravvicinato sorprende Nardi e chiude la partita. Il Cesena resta al sesto posto in classifica, ma viene agganciato da Matelica e Sambenedettese e le prime posizioni sembrano ormai una chimera. Queste le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 5,5: raramente chiamato in causa nel primo tempo, viene impegnato molto più severamente nella ripresa, quando qualche buon intervento è alternato da qualche incertezza, come in occasione della seconda rete marchigiana, sulla quale sembra avere qualche responsabilità anche lui.

ZAPPELLA 5,5: uno dei più intraprendenti nel primo tempo, si spegne nella ripresa. E’ irrimediabilmente sovrastato da Nava in occasione dello 0-2.

RICCI 6,5: contiene gli attaccanti avversari, confermando di essere uno dei bianconeri più in forma.

CIOFI 6: non commette grosse sbavature in difesa, seppur non sia sempre puntuale sui palloni alti.

LONGO 6: fa buona guardia per oltre un’ora di gioco, senza però offrire granché in fase di spinta.

DAL 61′ FAVALE 6: ancora lontanissimo dalla miglior condizione fisica. Tuttavia, in mezz’ora riesce a mettere più traversoni in area lui degli altri due terzini messi insieme nella precedente ora di gioco. Forse poteva fare qualcosa in più su Carissoni, che indisturbato crossa  per la testa di Nava.

COLLOCOLO 6: disputa una discreta prima frazione di gioco, aiutando sia la difesa che l’attacco con brillantezza. Nella ripresa anche lui si spegne, così come il resto del centrocampo bianconero.

PETERMANN 5: una prestazione “dalle stelle alle stalle”. Tra i migliori nel primo tempo, non solo per una sua conclusione dalla distanza stampatasi sul palo, nella ripresa naufraga, regala anche la punizione che lo specialista Di Paola trasforma, portando in vantaggio la Vis Pesaro.

STEFFE’ 5,5: poco appariscente, ma comunque prezioso nel fraseggio stretto a centrocampo; è vero però che ci aveva abituato a ben altre geometrie che oggi non si sono mai viste.

DAL 79′ CAPELLINI SV

BORTOLUSSI 5,5: la sintonia con Sorrentino sembra essere migliorata, anche se a metà del primo tempo non lo serve in ottima posizione, preferendo calciare sull’esterno della rete da posizione defilata. Con l’ingresso di Caturano si abbassa a rifinitore per le altre due punte, ma senza successo. In ogni caso, si vede annullare il gol che avrebbe permesso ai bianconeri di pareggiare.

SORRENTINO 6: lotta su tutti i palloni, aprendo varchi per gli inserimenti dei compagni, poi però, con l’ingresso di Caturano, finisce per essere cercato meno dai compagni.

DAL 79′ NANNI SV

RUSSINI 5: non si accende mai sulla fascia destra, probabilmente perchè a corto di energie. Degna di nota soltanto la sua punizione che al 55′ sfiora l’incrocio dei pali.

DAL 61′ CATURANO 6: torna in campo dopo quattro mesi e mezzo. Il Cesena ha un tremendo bisogno di lui per provare a chiudere al meglio la stagione.

ALL. VIALI 5,5: nonostante diversi giocatori fossero a corto di energie, era impossibile fare scelte diverse, viste le tantissime indisponibilità. Non è un periodo fortunato per i bianconeri, ma proprio per questo è necessario tirar fuori la grinta e la cattiveria agonistica nel momento in cui si passa in svantaggio: anche oggi, esattamente come contro la Virtus Verona (partita affrontata prima del Covid) e come contro la Fermana una settimana fa, il Cesena quando va sotto nel punteggio perde la bussola, senza riuscire a reagire con lucidità.


Elaborazione grafica tratta da  it.wikipedia.org

6 Comments on “Cesena 0-2 Vis Pesaro, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Io gli articoli di cui parli max , di solito li leggo per ridere…….non li puoi prendere seriamente ….

    Parlando seriamente ,ormai e chiaro che se non gioca Di Gennaro ( e quindi gioca Peterman ) siamo una squadra senza un gran gioco , di media classifica, che, se gli episodi ci girano bene possiamo vincere , ma se ci girano male possiamo perdere anche con squadre mediocri.
    Da ciò si deduce che Viali non e poi sto fenomeno …..poi sicuramente che sia più simpatico di Modesto nessuno lo mette in dubbio.
    A proposito….mi pare che la Pro Vercelli poi tanto male non vada

    PS tanto per ritrovare finalmente un punto con cui non corcordo con Max come ai vecchi tempi della discussione Rodriguez Ciano….a me Sorrentino non dispiace per niente…anzi

  2. Caro Stefano, accolgo il tuo invito a moderare i toni, ma ribadisco con assoluta fermezza che trovo inaccettabile che persone che scrivono di cesena da un posizione privilegiata si auto-investano (o almeno provino a farlo) del diritto di decidere chi dovrebbe parlare e chi no, (quasi si considerassero una sorta di Elite che paternalisticamente elargisce la verità a masse di bruti, incivili e incompetenti). Mi pare evidente che quando viene messo in discussione il diritto di parola le basi della correttezza del dialogo non ci sono più. Con stima.

  3. Ciao Max,
    come sempre ti ringraziamo per le frequenti interazioni con la testata. Ti invitiamo a moderare i toni (soprattutto se riguardanti parti terze) per poter sviluppare un dibattito acceso, appassionato ed aspro sui temi, ma anche corretto nelle modalità. Un affettuoso saluto.

  4. Intanto su fasciocesena leggo che criticare petterman e capellini (che personalmente ho criticato molto poco) è una vergogna, e si definisce “stolto” nientemeno che “il diritto di parola”. Improvvisamente dopo che lo scorso anno hanno massacrato Franco e tutti gli ex rende nonche Modesto, che secondo loro era obbligato a vincerle tutte, oggi è diventato vietato criticare. Questi mediocri giornalai dopo aver sparato corbellerie per 10 anni si permettono ora di mettere in discussione il diritto di parola (degli altri), e questa si che è una vergogna.

  5. Considerato che non pubblicatecmai niente è inutile continuare a scrivere considerazioni.

  6. Vorrei sottolineare la prestazione di Longo che su una fascia che non è di sua competenza, da 3 o 4 partite è il migliore in campo e le sue prestazioni maiuscole tutte le volte passano completamente inosservate (Favale ad esempio è stato esaltato per molto molto molto meno). Anche oggi perdiamo per colpa esclusiva di Petterman, che come al solito mette la gambina mezzora dopo in un situazione dove solo se hai la segatura nella testa fai quello che ha fatto lui : da dietro e in quella situazione anche se avesse preso solo la palla l’arbitro avrebbe fischiato. Sono troppo ingeneroso per un solo errore? non credo, e non perchè di punizioni dal limite ne ha regalate due, ma perchè ne regala 5 a partita sempre con la stessa dinamica, spesso con l uomo sulla linea del fallo laterale che non puo combinare niente e aspetta solo che il pollo di turno gli faccia fallo. Vero che era partito bene, ma questo giocatore è una sciagura, dispiace per ragazzo ma è oggettivo. (solo gli haters di sensi non lo vedono) meglio in 10. Spero che Russini abbia chiesto il cambio se non mi tocca dare 2 anche a Viali che togliendolo ha messo la pietra tombale sulla sconfitta: mettere 3 salami la davanti senza nessuno che crea è una pessima idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *