Vestito da trasferta, il Cesena finalmente vince in casa

Cesena-Ancona Matelica
Condividi questo articolo

CRONACHE DEL SETTORE O – Dopo la vittoria sull’Ancona, il Settore è finalmente in festa: a Cesena non si festeggiava dal 24 novembre 2019

Oggi nel Settore O, Mingo era al settimo cielo: “ragazzi oggi si vince, guardate, si sono vestiti da morto (per Mingo solo i beccamorti si vestono di nero) come fanno quando giocano in trasferta e quando si vestono di nero, vincono sempre”. Infatti, quest’anno 4 su 4 e lo scorso campionato 9 su 19 in trasferta, sempre con il Cesena vestito da “beccamorto”. Mingo è solito dare sentenze prima dell’evento e puntualmente ha ragione lui, perché dice tutto e il contrario di tutto. Quando le cose non vanno bene, riesce sempre a trovare il colpevole o il motivo, anche perché se prima aveva detto una cosa che si è rivelata sbagliata, lui dice comunque che l’aveva detta giusta…

Diceva: il Cesena non vince perché ha due punte che non segnano; ora invece dice che abbiamo l’attacco migliore del girone. E quando diceva che senza gli americani non si andava da nessunaparte? Beh, ora dice che per fortuna gli americani se ne sono andati prima di entrare, perché è meglio essere poveri ma belli. Qualche settimana fa era straconvinto che il 4-3-3 era il solo modulo per far convivere le nostre punte ed il nostro centrocampo, ma la perseveranza del mister sta dando buoni frutti e lui dice che Viali l’ha letto nel pensiero, che il cambio di modulo era inevitabile e anzi prevedibile con quel tipo di giocatori. Mingo ha sempre avuto il suo pensiero anche sul collettivo ultras, nel Settore tutti conoscono le sue tesi sul perché non entrano allo stadio (che non riporto qui oggi), poi però, dopo la prova convincente avuta contro l’Ancona, ritiene la presenza del tifo organizzato superflua.

Sì, il bello del tifoso di calcio è che può dire quello che vuole e il contrario di tutto, succedeva così anche nei bar, ricordate, quei luoghi dove una volta, oltre a prendere il caffè, si parlava di tutto, ma soprattutto di calcio? Oggi non più, oggi si parla di calcio sui social, in TV e per fortuna di nuovo, da poco, anche sugli spalti dello stadio. E meno male!

Oggi a Cesena è finalmente successo, dopo quasi 22 mesi (era dal 24 novembre 2019, Cesena 1–0 Modena) che non vedevamo la nostra squadra vincere, fra restrizioni causa covid, sospensioni di campionato per la medesima ragione e soprattutto per la maglia bianconera che non ne voleva sapere di vincere fra le mura amiche. Nel nostro ultimo articolo “Vogliamo festeggiare una vittoria in casa !” ci chiedevamo se per veder vincere la nostra squadra saremmo dovuti andare tutti in trasferta. Ebbene, abbiamo scoperto che basta vestirsi da “beccamorti” per vincere anche in casa…

E siccome la cabala è cabala, squadra che vince non si cambia, anzi casacca che vince non si cambia! E’ stata infatti proposta una petizione popolare per cambiare i colori sociali e la maglia della nostra squadra, da bianconeri a nerobianchi. E che Dio ce la mandi buona…


Immagine tratta dal sito calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *