Il Cesena torna al Dino Manuzzi e vince 2-0 contro il Francavilla

Cesena-Francavilla
Invia l'articolo agli amici

CHE BELLO E’ – Il Cesena fa la partita al Manuzzi, ma soffre a lungo prima di piegare il Francavilla: espulso Biondini, decide la doppietta di Alessandro

Doveva essere una giornata di festa, quella del ritorno del Cesena al Dino Manuzzi, ed alla fine così è stato, anche se non è stato affatto semplice…

Infatti, il Francavilla ben messo in campo da mister Paolo Rachini si è difeso con ordine, pur soffrendoo il maggior tasso tecnico di giocatori come Tortori e Alessandro, lasciando però pochi spazi e concedendo pochissime occasioni ai bianconeri, almeno nel primo tempo. La svolta della partita poteva arrivare sul finale di frazione, ovvero al minuto 37, quando il direttore di gara ha estratto il cartellino rosso per Davide Biondini, reo di aver colpito un avversario in mischia, lasciando così il Cesena in dieci uomini.

Ma i ragazzi di Beppe Angelini non si sono scomposti e nella ripresa sono rientrati in campo convinti di potercela fare, nonostante l’inferiorità. La traversa colta da Loris Tortori dopo pochi minuti è stato il preludio al vantaggio cesenate, concretizzatosi poi al 15′ per merito di Danilo Alessandro, che ruba palla a centrocampo, scende sulla sinistra e di destro la mette in rete, mandando in visibilio i 10.000 del Dino Manuzzi. Arriva a questo punto il momento più difficile per il Cesena, che deve contenere con un uomo in meno la voglia di riscossa abruzzese: gli ospiti tengono palla e spingono, però creano pochino ed il neo (ri)arrivato Federico Agliardi è impegnato in una sola occasione, sulla quale si fa trovare pronto. A tratti i romagnoli si schiacciano troppo all’indietro (la difesa passa a 5) e soffrono parecchio, ma a 3′ dal termine ecco il classico contropiede che chiude la partita: Emanuele Valeri se ne va sulla fascia di sua competenza e quando entra in area viene steso da Molenda, giustamente espulso. Alessandro va a segno dal dischetto e con due gol di vantaggio ed in parità numerica la partita è chiusa a tutti gli effetti. Anzi, potrebbe addirittura arrivare il tris ad opera di Brenton Tola subito dopo, ma va benissimo anche così…

Tre punti importantissimi contro una formazione che al momento è una diretta concorrente, risultati positivi che arrivano dagli altri campi (il San Nicolò è rimontato 1-2 in casa dalla Savignanese) ed il ritorno in quel Dino Manuzzi che con l’andare del campionato potrà e dovrà rivelarsi il 12° uomo in campo: tutti elementi positivi che ci inducono, almeno per oggi, a festeggiare con convinzione questo meritato successo.

Che bello è

Una partita che si presentava estremamente difficile già prima di iniziarla, che si è terribilmente complicata dopo l’espulsione di Biondini e che sembrava poter sfuggire di mano al Cesena. E’ proprio in giornate come questa che chi ha superiori dote tecniche deve riuscire a fare la differenza, soprattutto in un campionato così tanto equilibrato come lo è questo Girone F di Serie D: oggi la differenza l’ha fatta proprio Danilo Alessandro, il più attivo già nel primo tempo, quando ha messo costantemente in difficoltà la difesa del Francavilla, costringendo  l’allenatore Rachini a sostituire ben presto il difensore Coulibaly, già ammonito dopo soli 13′, che proprio non riusciva in nessuna maniera contenere lo scatenato esterno bianconero. Poi, nella ripresa, la doppietta che ha deciso la gara: prima l’azione personale che rompe l’equilibrio, poi la trasformazione dagli undici metri che mette il sigillo alla gara.