Per il Cesena, meglio la Triestina o il Matelica?

SerieC - Cesena
Condividi questo articolo

ANALISI – In attesa del verdetto del campo, analizziamo quali sono i pro ed i contro per il Cesena nel trovare la Triestina o il Matelica

Con lo spostamento del secondo turno dei playoff a mercoledì 19 giugno, il Cesena ha più tempo e, si spera, anche più energie per affrontare la prossima gara. Una gara che però, al momento, non ha ancora né un avversario né una location. Decisiva in tal senso sarà infatti la sfida di domani tra Triestina e Virtus Verona: i bianconeri affronteranno i primi al Nero Rocco di Trieste se questi non perderanno contro la Virtus, viceversa affronteranno il Matelica al Dino Manuzzi. Nell’attesa, ci siamo chiesti quale dei due avversari sarebbe meglio affrontare e perché.

ECCO PERCHE’ SAREBBE MEGLIO IL MATELICA

  • Innanzitutto per il motivo più ovvio: i bianconeri, giocando in casa, avrebbero a disposizione due risultati su tre per poter accedere alla fase finale dei playoff; un compito alla portata, se si pensa a com’è andata la partita contro il Mantova;
  • I marchigiani hanno espresso un buon gioco quando hanno affrontato il Cesena, ma come rosa sono nettamente inferiori alla Triestina, una squadra molto più esperta e che, tra l’altro, ha fatto bene soprattutto contro le grandi: non a caso, contro Modena, Padova, Perugia e Sudtirol i giuliani hanno ottenuto 5 vittorie e 2 pareggi, oltre ad aver battuto due volte su due il Cavalluccio;
  • Per storia tradizione e precedenti: in tredici confronti diretti con la Triestina, il Cesena ha vinto soltanto due volte al Nereo Rocco, in Serie B nelle stagioni 2004/05 e 2005/06 con Castori; per il resto ha sempre perso, tranne il pareggio del 2009/10, l’anno della promozione con Bisoli.

ECCO PERCHE’ SAREBBE MEGLIO LA TRIESTINA

  • Come detto, la Triestina affronterà domani la Virtus Verona, sì decimata ma anche agguerrita: dovesse vincere, potrebbe non avere energie sufficienti per fare risultato anche qualche giorno dopo contro la squadra di Viali, che invece avrà riposato molto più a lungo.
  • Nell’arco della stagione, gli alabardati non hanno mai dimostrato una netta superiorità rispetto ai bianconeri, pur avendoli battuti. Le due vittorie sono infatti arrivate in circostanze anomale: nella prima gara al Dino Manuzzi, il Cesena non era ancora consapevole delle proprie potenzialità ed era privo di gente del calibro di Gonnelli, Capanni e Steffè, arrivati nell’ultimo giorno di mercato, mentre al ritorno la squadra di Viali era appena stata travolta dall’onda Covid, con le prime positività di Russini, Ardizzone e Bortolussi;
  • Al contrario, il Matelica aveva messo in seria difficoltà i bianconeri in entrambe le sfide di campionato, pareggiate. All’andata, i marchigiani avevano dominato la partita, salvo poi addormentarsi nel finale e farsi raggiungere sul 2-2; al ritorno erano stati invece i bianconeri a partire meglio e a portarsi in vantaggio di due reti, salvo poi crollare nella ripresa, dominata dal Matelica.

Voi come la pensate? Mercoledì sarebbe meglio affrontare la Triestina o il Matelica?


Immagine tratta dal sito calabriamagnifica.it

One Comment on “Per il Cesena, meglio la Triestina o il Matelica?”

  1. La Triestina al Rocco gia per tradizione è una specie di bestia nera, l’arbitro non sarà gentile (ho questa sensazione, qualcuno puo darmi torto? :-)), hanno giocatori come Sarno e petrella che quando ci vede fa sempre il fenomeno, sono allenati da un marpione come pillon che abituato a salvezze impossibili ha fatto del “pareggio quando non puoi vincere” il suo marchio di fabbrica.. per me la triestina in partita secca fuori casa e con un solo risultato a disposizione è l’avversario piu ostico di tutti..se dovessimo batterla andiamo in B, Ma preferisco tutta la vita il matelica,,senza ombra di dubbio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *