Per il Cesena tre punti sofferti contro l’Imolese

Cesena-Imolese
Condividi questo articolo

CHE BELLO E’ – Contro il fanalino di coda Imolese, il Cesena passa in vantaggio con Butic, poi si difende coi denti e conquista una vittoria importantissima

L’Imolese parte e finisce meglio il match del Dino Manuzzi, ma per una volta è il Cesena ad essere più cinico e concreto, tanto che il gol di Butic al 15′ è una delle poche occasioni da gol costruite dai bianconeri nei 90′. Tre punti importantissimi che consentono al Cesena di risalire in classifica e consolidare la propria posizione in zona playoff e soprattutto di invertire un trend che nelle ultime due gare (Piacenza in casa e Padova fuori) aveva visto gli uomini di Francesco Modesto conquistare appena un punto.

Dopo una avvio coraggioso da parte dell’Imolese, da pochi giorni nelle mani di Atzori subentrato a Coppitelli, il Cesena prende le misure ed una bellissima verticalizzazione di Valencia per Russini consente a Butic di ribadire in rete con un tap in la respinta del portiere rossoblu. In vantaggio per 1-0, il Cesena si rilassa un po’ e pur facendo la partita non riesce a rendersi pericoloso più di tanto in area avversaria, eccezion fatta per l’occasione capitata ancora a Butic al 45′ su splendido scambio Borello-Ciofi in area, chance sventata in corner dalla difesa.

Nella ripresa ci si aspetta che i bianconeri possano chiudere il match, invece è ancora l’Imolese ad essere più intraprendente e a sfiorare il pari al 53′ quando Provenzano colpisce l’incrocio dei pali su punizione dai 20 metri. Sul proseguimento dell’azione, i rossoblu reclamano un calcio di rigore per un contatto tra Sabato e Vuthaj che però sembra non esserci. Per il resto del tempo gli ospiti provano ad attaccare, ma il Cesena combatte in mediana, dove si mette in ottima evidenza Valencia che soffre, lotta e fa ripartire l’azione. Il finale di tempo è molto confuso, tanti falli e ritmo continuamente spezzato dal fischio dell’arbitro e dai cambi. Pian piano l’ardore dell’Imolese si spegne ed il Cesena riesce ad uscire, anche grazie all’ottima lena di Giraudo (in campo nella ripresa al posto di un incerto Valeri) che spesso riesce a rovesciare l’azione sulla fascia sinistra. Qualche sofferenza di troppo nel recupero, quando il Cesena regala un calcio d’angolo, ma poi congela il pallone nei pressi della bandierina avversaria.

Dopo 5′ di recupero il direttore fischia la fine. E’ un sollievo per il pubblico del Dino Manuzzi ed i giocatori bianconeri giustamente esultano visto che la vittoria era l’unico obiettivo di questa domenica, raggiunto pur soffrendo. Una prova di maturità, visto che con la grinta ed il carattere i ragazzi hanno sopperito ad una giornata non proprio eccelsa sotto il profilo del gioco. Ora, grazie a questo rilancio in classifica (8° posto) si potrà affrontare con un po’ più di tranquillità la prossima difficile trasferta di Vicenza (lunedì 7 ore 20:45)

Che bello è

Già nella ripresa di Padova si erano visti buoni scorci ed intuizioni di Valencia che oggi ha invece convinto per tutto il match. Combattivo in mediana, illuminato nella distribuzione di gioco (come ad esempio in occasione del gol partita di Butic), il giovane colombiano merita un plauso per questa bella partita.

One Comment on “Per il Cesena tre punti sofferti contro l’Imolese”

  1. Io non c’ero alla partita quindi non so ‘ come ha giocato secondo me’ malino come sempre pero’ almeno ha vinto da quanto ho visto la n TV il Padova ha fatto soloun tiro e ha vinto la partita pero’ ha giocato male anche il Padova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *