Il Cesena e il suo condottiero

Modena-Cesena
Condividi questo articolo

 

OPINIONI DI UN DIVANO – Ci pensiamo quest’altr’anno: infatti, ormai il Cesena e il suo condottiero hanno finito la spinta propulsiva

Purtroppo, al Cesena sarebbe servito in questa fase un allenatore con un minimo di lucidità che sapesse vedere i difetti nella costruzione del gioco e che mettesse in campo le risorse, che pure abbiamo, necessarie per correggerli. Invece, ci ritroviamo ogni maledetta partita con 7 o 8 giocatori e con tre o quattro giochicchiatori.

A me non piace fare nomi, ma i grandi vecchi dal glorioso passato che si aggirano per il campo non possono essere considerati ancora dei giocatori e in Serie C dei buchi così non te li puoi permettere nella formazione. E tuttavia, il nostro condottiero silente dirige la squadra con abili colpi di occhio senza mai intervenire, correggere, suggerire, spronare, incitare. Una presenza muta che si macera in sé stessa, incapace di reagire alle avversità e di cambiare le sorti di una gara quando si mette per il verso sbagliato. Il Cesena, in questo momento, è una squadra senza qualità e senza prospettive.

A questo punto, dopo avere perso ogni speranza per la promozione diretta e per il secondo posto, un terzo posto sarebbe un obiettivo più che onorevole, ma onestamente in questo momento appare un miraggio e anche l’eventuale disputa dei playoff con la sua formula a lotteria non lascia molte speranze, specie a chi come noi non entrerà in griglia di partenza in ottima posizione.

Anche quest’anno è andato, dunque, la salvezza è quanto mai vicina, ma il Dino Manuzzi è ormai una cattedrale nel deserto, l’entusiasmo si è spento, la curva è semivuota, giocatori e giochicchiatori man mano perdono fiducia e il pensiero corre già al prossimo anno. Aurea mediocritas, piccoli palcoscenici di Serie C ai quali piano piano ci stiamo abituando, ma ai quali io personalmente non mi abituerò mai. Il girone di ritorno è appena cominciato, ma purtroppo non vedo un futuro brillante in fondo a questo campionato che invece ci aveva fatto sperare in ben altro.


Foto di Luigi Rega tratta dal sito www.calciocesena.com

4 Comments on “Il Cesena e il suo condottiero”

  1. Classifica del girone di ritorno

    Modena 13
    Entella 12
    Pescara, Reggiana 11
    Ancona Matelica, Viterbese 8
    Carrarese, Siena, Vis Pesaro 7
    Grosseto, Teramo 6
    Cesena, Gubbio, Imolese, Pontedera 5
    Fermana, Olbia, Pistoiese 4
    Lucchese 3
    Montevarchi 1

    Il rendimento del Cesena è da bassa zona playout. Dopodiché le chiacchiere stanno a zero, serve una svolta tecnica.

  2. Caro divano avevo capito benissimo …..e credo anche di aver capito che pensiamo entrambi che una soluzione forse potrebbe esserci .Poi possiamo sbagliare ci mancherebbe altro .

  3. Caro Stefano, la mia è una sferzata, non certo un augurio. Le parole del presidente yankee mi sono suonate come un “peccato che non sono potuto entrare prima, ci penseremo il prossimo anno”, “cerchiamo di concludere al meglio l’anno” ed in effetti è esattamente quello che ha detto. Non credo che abbiamo più di uno zero virgola cinque di possibilità di essere promossi, ma nello sport mai dire mai. Il Divano ha voluto dire che è molto amareggiato perché i grandi vecchi anziché essere un solido baluardo, sono troppo spesso una palla al piede e Viali ne abusa (forse anche per non smentire Zebi che li ha presi). Questa conduzione tecnica è troppo vincolata o troppo rigida nelle proprie scelte. In ogni caso, NON CI PORTERA’ (se non succede una rivoluzione) in serie B. Troppa gente motivata in panca e troppi fantasmi in campo (ma è solo il mio parere) Ciao

  4. Ovviamente concorsdosu tutto..eccetto una cosa….che anche quest’ anno sia già andato. I play off sono una roulette fino ad un certo punto e infatti ad oggi con questa squadra le possibilità di vincerli rasenterebbero lo zero assoluto, ma forse ” cambiando” qualcosa, aumenterebbero notevolmente, infatti anche a mio modo di vedere le risorse ci sarebbero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *