Un Cesena spettacolare: (forse) il peggio è passato (Eresie ep. 28)

Ancona-Cesena
Condividi questo articolo

ERESIE BIANCONERE – Un Cesena altalenante nelle prestazioni e nei risultati, sfodera una prestazione tatticamente perfetta ad Ancona

Un Cesena incerottato e in un momento molto complicato (anche dal punto di vista ambientale), ad Ancona sfodera una prestazione spettacolare e dimostra un grande carattere.

Mister Viali, come (quasi) sempre, mette in campo una squadra tatticamente perfetta, che non concede la profondità ad uno dei migliori attacchi del torneo, costringendolo ad accontentarsi di qualche (innocuo) calcio d’angolo. Il Cesena invece esce fuori alla distanza e gioca a calcio come in Serie C non si vede fare nemmeno dalle due capolista. Il risultato finale di 3-0 rispecchia pienamente quello che si è visto in campo, con la squadra bianconera che da un lato poteva dilagare e dall’altro concedere nel secondo tempo anche qualche palla gol agli avversari, ma a risultato ormai acquisito.

Al pronti-via, molti tifosi (me compreso) erano preoccupati soprattutto per il centrocampo, che invece ha retto benissimo il confronto ed anzi dimostrandosi superiore al reparto centrale dorico. Prestazioni negative invece per Calderoni e per Bortolussi. (vedi Ancona 0-3 Cesena, le pagelle di Cesena Mio). L’attaccante colpisce una traversa e cerca il gol in tutti i modi, ma è troppo egoista e, come domenica scorsa, da un suo mancato passaggio che poteva chiudere la partita si è passati a rischiare di riaprirla, con l’arbitro che fortunatamente grazia Pogliano dall’espulsione. Per quanto riguarda il terzino, invece è probabile che stia pagando una condizione fisica non ottimale e l’assenza di Favale potrebbe essere per lui un’arma a doppio taglio, da un lato potrebbe infatti accelerare la sua crescita atletica, dall’altro invece potrebbe esporlo a qualche rischio muscolare di troppo. La palma del migliore in campo spetta ancora una volta a Pierini, che segna un gol spettacolare e rischia di segnarne uno ancora più bello nel primo tempo: il talento ex Sassuolo raggiunge Bortolussi a quota 9 reti, giocando ad occhio e croce la metà dei minuti…

Sarà ora molto interessante vedere la prossima partita, poiché il Cesena viene da prestazioni altalenanti (male con Lucchese e Grosseto, bene con Modena e Ancona) e prima di dichiararlo “guarito” bisognerà osservarne la convalescenza, perché è solo dalla continuità che si può giudicare la salute di una squadra. Nel frattempo, faccio i complimenti a Viali che ho criticato e che continua a non convincermi nella gestione (e nelle scelte in fase di mercato) degli uomini, ma al quale è veramente difficile non riconoscere un impianto di gioco di altissimo livello per la categoria. Il tecnico questa settimana ha scoperto che tanti a Cesena aspettano un suo passo falso, questo è del tutto normale visto che Cesena è una grande piazza, e nelle grandi piazze è impossibile accontentare tutti, compresi i tifosi eretici, ma forse proprio per questo è ancora più bello fare partite cosi: se qualche tifoso non è contento dei 3 punti, pazienza…


Immagine tratta dal sito calciocesena.com

2 Comments on “Un Cesena spettacolare: (forse) il peggio è passato (Eresie ep. 28)”

  1. Faccio notare che non è il punteggio stabilire “la genialità “, ma come ci si arriva. Torrente ha battuto 4 a 1 il Cesena. Lo vorresti al posto di Viali? degustibus

  2. Faccio notare che l’ Ancona nel precedente turno casalingo aveva perso 0-3 anche con la Pistoiese…..evidentemente Viali non e l unico genio del calcio presente in serie c

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *