Il Cesena soffre, ma espugna Francavilla (1-2)

Francavilla-Cesena
Invia l'articolo agli amici

CHE BELLO E’ – Partita spigolosa a Francavilla: meglio il Cesena nel primo tempo, reagiscono i padroni nella ripresa. Decisivo il gol di Valeri nel finale

Che l’impegno sarebbe stato difficile era facile immaginarlo già alla vigilia, visto che il Francavilla in casa non aveva mai perso in questo campionato (7 vittorie e 3 pareggi), poi il campo lo ha confermato, soprattutto nella ripresa, quando i padroni di casa hanno messo alle corde il Cesena, capace invece di controllare piuttosto agevolmente la prima frazione, chiusa in vantaggio 1-0 grazie al quindicesimo gol di Ricciardo. Il successo bianconero matura invece negli istanti conclusivi, dopo che Dos Santos aveva meritatamente riportato in parità i padroni di casa: su una punizione dalla lunghissima distanza si presenta Valeri, che con un rasoterra non certo irresistibile, probabilmente deviato da un difensore, beffa inesorabilmente il portiere Spacca per il 2-1 finale. Con questo successo, il nono in trasferta, il Cesena sale a quota 60 punti in classifica e lascia così il Matelica (nel frattempo vittorioso 4-1 sul Giulianova) a 11 punti di distanza, in attesa che i marchigiani recuperino mercoledì pomeriggio la partita casalinga contro il Pineto.

Come detto, una partita a due facce quella di Francavilla al Mare, con il Cesena propositivo ed in pieno controllo nei primi 45′, periodo nel quale si procura diverse occasioni da rete grazie soprattutto al solito ispiratissimo Alessandro, il vero ago della bilancia delle prestazioni offensive della formazione di Beppe Angelini. Dietro, nessun pericolo per la porta di Agliardi, eccezion fatta per un gran tiro dalla distanza nei primissimi minuti che però si è spento a lato. Tutto è invece cambiato nella ripresa, quando la retroguardia romagnola, in particolare Viscomi, ha sofferto la fisicità del brasiliano Dos Santos sul quale il Francavilla ha incentrato il proprio gioco, per lo più con traversoni dalla fascia sinistra. Il provvisorio meritato pareggio è emblematico: palla malamente persa da Noce in uscita palla al piede, cross dalla fascia sinistra e pregevole incornata del centravanti abruzzese che ha colto l’angolino alto alla sinistra dell’incolpevole portiere bianconero. Rinvigoriti, i giallorossi hanno cercato il colpaccio, senza però riuscire a segnare di nuovo. E quando tutto lasciava presagire un equo pareggio, la bordata di Valeri su punzione da 25 metri che ha beffato il goffo portiere Spacca, poco reattivo e probabilmente anche mal posizionato nell’occasione. E’ invece decisiva la parata che subito dopo, al 91′, compie Agliardi sulla conclusione sporca di Bocca che il portierone devia in calcio d’angolo.

Tre punti importanti, ottenuti soffrendo su un campo difficile, in un periodo molto denso di impegni insidiosi. E per questo di grande valore, visto che servono a tenere a debita distanza le inseguitrici, a lle quali non va data la benché possibilità di sognare la rimonta.

Che bello è

Detto del 15° centro in campionato di Giovanni Ricciardo e dell’ennesimo assist di Danilo Alessandro, va segnalata la convincente prova difensiva di Andrea Ciofi, puntuale e preciso nelle chiusure ed in un paio di occasioni decisivo nell’interrompere azioni potenzialmente pericolose degli avversari.

Commenta con Facebook

About Stefano Manzi

Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Destrosecco. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

View all posts by Stefano Manzi →