Cesena allo sbando come Napoleone in Russia

Cesena-Legnago Salus
Condividi questo articolo

CRONACHE DEL SETTORE O – Un Cesena troppo brutto per essere vero, pur con le tante attenuanti, ma perdere così proprio non si può!

Il vento freddo degli Urali sferza le facce già distrutte dei soldati, i cannonamenti nemici hanno decimato le truppe che ora sono quasi inermi di fronte al nemico, a terra nel fango gelato, fra crateri profondi come palazzi. Fra carcasse di cavalli morti e cadaveri umani, il comandante cerca i superstiti della sua compagnia, cerca il loro sguardo per un segno d’intesa, di vita. C’è da combattere un’ultima battaglia e poi sarà finita, si potrà tornare a casa dalle donne, dai figli al caldo del focolare, si potrà tornare a vivere, per i superstiti, una vita “normale”. Non so perché oggi durante la partita del mio Cesena contro il Legnago ho avuto davanti agli occhi questa immagine…

O meglio, forse lo so: oggi la nostra squadra è crollata come una compagnia di bravi soldati di fronte ad un nemico (che per noi, fortunatamente, è sportivo) ma non solo per il valore del nemico a cui bisogna dare comunque il giusto merito, ma per una serie di motivi contingenti a cui voglio credere, perché non posso pensare ad una metamorfosi così totale in così poco tempo. Chiaramente i motivi contingenti sono gli effetti della pandemia, il conseguente stop e la difficile ripartenza per molti giocatori contagiati e gli inevitabili infortuni.

Già pochi giorni fa avevo dato per terminata la stagione del Cesena perché i risultati non arrivavano più e dietro ad un’oggettiva supremazia in campo non si poteva sperare in tutta sincerità ad una nuova svolta (vedi Non è l’anno giusto per il nostro Cesena), visto che il pallone non entrava più nella rete avversaria, i rigori non venivano più fischiati, i rigori fischiati non si trasformavano più in gol e ad ogni partita si perdevano giocatori importanti per infortunio. Nonostante il mio amico Divano su queste stesse colonne (le quali, evidentemente, ospitano con pari dignità le opinioni più disparate) abbia avuto un attacco di positività come mai gli era accaduto prima (vedi E’ l’anno ideale per il nostro Cesena!), oggi abbiamo assistito ad una débacle assurda contro una squadra che non aveva mai vinto in trasferta. Non è affatto facile prendere coscienza di ciò! Passaggi sbagliati, errori madornali, scarsa intesa: una squadra disastrata a cui non eravamo sicuramente abituati.

Il mio sconfinato ottimismo mi porta a pensare che il covid e tutti i motivi collegati ad esso abbiano avuto un ruolo predominante nel determinare questa situazione, ma leggendo i pareri di molti tifosi sul web, sospetto che ci possano essere anche altri motivi che hanno concorso a questa ultima disfatta. Naturalmente, ora ognuno avrà la sua ricetta e i suoi capri espiatori per definire questo difficile momento, ma a me basterebbe una prossima partita sui soliti livelli pre-Legnago per farmi tornare l’ottimismo, perché perdere così proprio non si può.

Infine, una personalissima opinione su alcune polemiche di questi giorni: io credo che buoni giocatori, ma con fisici debilitati o facilmente soggetti ad infortuni debbano essere arruolati solamente se il loro costo è nettamente inferiore al valore di mercato. Se questo è accaduto, allora io sto con la società perché il loro apporto alla causa, seppur minore quantitativamente, può essere qualitativamente importante.


Immagine tratta dal sito www.sanmarinortv.sm

4 Comments on “Cesena allo sbando come Napoleone in Russia”

  1. La stagione che è arrivato a Cesena, era fuori lista all’Entella per scelta tecnica (non per infortunio). La stagione precedente ho contato su Transfermarkt 34 (trentaquattro) presenze. Ricci ha piu o meno la stessa età e qualche partita per infortunio l’ha saltata anche lui negli ultimi 2 anni ma nessuno ha detto che è fradicio (giustamente). Prima che Caturano diventasse capitano era un giocatore normalissmo: le voci sulla sua condizione fisica sono cominciate da quel momento…non prendiamoci in giro, le cose a cesena funzionano cosi…La colpa di Caturano è la stessa di Ligi, di Franco, di Sensi, di Magnusson eccetera……Vi piace Cascione? Vi piace Capelli? Vi piace De feudis? vi piace Ricci? SOSTENETELI, ma evitate di sparare merda e calunnie su chi scende in campo al posto loro…sono giocatori del CESENA (la squadra per cui facciamo il tifo).

  2. Non so se in questo modo riesco a rispondere a Max ma ci provo, dire che Caturano è arrivato a Cesena integro è una bestemmia perché chiunque tramite internet può verificare le presenze del trentunenne più pagato non solo degli ultimi due anni; anno scorso si era presentato con delle buone prestazioni e gol terminate con un’infortunio, ho già scritto che ognuno con i suoi soldi fa cosa gli pare ma fare un contratto da oltre 400.000 € lordi, nel Cesena attuale non ha senso, si potevano investire su due/tre giocatori giovani fra i migliori e promettenti della categoria. Dare per “raccomandato” Ricci mi sembra quanto mai un’eresia visto che solo dopo queste ultime quattro/cinque giornate sempre tra i migliori in campo si è smesso di dire che non è buono, non è la sua categoria, che è adatto al massimo in prima categoria ecc. ecc. 400 presenze da professionista tra serie A, B, C e qualche presenza in nazionale di categoria (guarda caso proprio con Caturano) sarebbero dovute essere sufficienti ad avere un posto in squadra e non in panchina!? Buona serata.

  3. Emblematico il caso di Chiricò, fischiato e contestato massicciamente da tutta la gradinata nonostante prestazioni discrete, e nonostante non avesse mai aperto bocca (e quindi nessuna dichiarazione fuori posto, e nessuna polemica da parte sua). La sua colpa risiedeva nel fatto che qualcuno (giustamente o no, questo non è il punto) si chiedeva coma mai Castori lo impiegava poco.

  4. Bisogna Vedere a chi si riferisce l’articolo….Di Gennaro ha già dato un contributo superiore a Petterman che fisicamente sta benissimo e fa sempre giocare l’avversario in 12…anche se dovessero amputargli una gamba, l’acquisto di Di Gennaro è sacrosanto. Caturano aveva una storia clinica e una carriera che ne dimostrava senza ombra di dubbio l’integrità quando è stato preso..ha fatto l’errore di sottrarre la fascia di capitano a Ricci (una cosa grave quasi quanto il Gel di Ficcadenti) ragion per cui migliaia di tifosi VOGLIONO vedere in normalissimi infortuni una carenza strutturale del giocatore ad oggi inesistente (Viali ha detto che è un riposo precauzionale). D’altronde a Cesena chi deve essere criticato e chi osannato si decide a inizio campionato e a bocce ferme…per il resto si tratta solo di trovare la scusa giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *