Il Cesena verso i playoff di SerieC: regolamento, date e scenari

SerieC - Cesena
Condividi questo articolo

L’ANALISI – Tra meno di un mese, via ai playoff di SerieC: per il Cesena posizionarsi al 5° o 6° posto comporterebbe indiscutibili vantaggi

Grazie all’importantissima vittoria ottenuta sul campo della Sambenedettese, il Cesena è riuscito a qualificarsi ufficialmente ai playoff, un obiettivo forse insperato all’inizio della stagione, visto che il pronostico dava i bianconeri destinati ad un’altra stagione di SerieC in sordina. Il campionato non è quindi finito, con le ultime tre giornate cruciali per le sorti del Cavalluccio: il posizionarsi in una buona posizione di classifica (quinto o sesto posto) comporta infatti notevoli vantaggi nello svolgimento della fase conclusiva della stagione. Vediamo perché.

I playoff di SerieC si svolgeranno in due fasi: la prima, preliminare, nella quale si affrontano solo squadre del proprio girone di appartenenza; la seconda, conclusiva, in ambito nazionale con formazioni provenienti dai tre gironi. Nel dettaglio:

  1. Al primo turno della fase preliminare, in programma il 9 maggio, partecipano esclusivamente le squadre classificate dal quinto al decimo posto o, nel girone in cui è presente la quarta classificata col miglior punteggio dei tre gironi, le classificate dal sesto all’undicesimo posto: tre incontri in gara unica con accoppiamenti determinati dal piazzamento in classifica, con la migliore classificata che affronta in casa la peggiore e così via (5^ vs 10^, 6^ vs 9^, 7^ vs 8^). Al termine dei 90 minuti regolamentari, in caso di parità, passa la squadra meglio classificata.
  2. Nel secondo turno della fase preliminare entrano le squadre classificate al quarto posto (o la quinta, nel girone in cui è presente la miglior quarta). Vi saranno dunque quattro squadre per ogni girone, le tre qualificatesi al primo turno più la subentrata che ha saltato il primo turno. Ancora una volta, gli accoppiamenti saranno definiti in base al piazzamento in classifica e si svolgeranno in gara unica. Al termine dei 90 minuti, in caso di parità, a qualificarsi sarà la squadra meglio classificata.
  3. A questo punto, ecco la fase nazionale, composta da ben quattro turni. Al primo turno partecipano le sei squadre vincenti della fase preliminare, più le tre squadre classificatesi al terzo posto e la migliore quarta classificata tra i tre gironi (10 squadre). Di qui in poi, gare di andata e ritorno con accoppiamenti a sorteggio con le tre terze, la quarta e la squadra meglio classificata tra le sei vincenti della fase preliminare nella veste di teste di serie. In caso di parità di punteggio e di differenza reti, a qualificarsi sarà la testa di serie, poiché non sono previsti tempi supplementari e calci di rigore.
  4. Al secondo turno di questa fase nazionale accederanno le cinque vincitrici dal primo turno cui si aggiungono le tre seconde (8 squadre). Stesse regole del turno precedente: duplice gara con medesimo criterio di accoppiamento, senza la previsione di supplementari e rigori in caso di parità.
  5. Dopo queste quattro sfide, a giocarsi la promozione in Serie B rimarranno 4 squadre, che si affronteranno nella Final Four. Le semifinali, determinate da sorteggio non condizionato dal posizionamento in classifica, saranno disputate in gara di andata e ritorno con supplementari e rigori in caso di parità, così come avverrà per la finalissima del 13 giugno.

Per il Cesena, attualmente settimo in classifica, sarebbe fondamentale guadagnare qualche posizione, magari superando la Triestina (distante un solo punto, ma forte degli scontri diretti a favore) o addirittura la FeralpiSalò (distante 3 punti, ma anch’essa in vantaggio nel confronto diretto), senza farsi sopravvanzare dal Matelica che segue di un punto: posizionarsi al sesto posto permetterebbe ai bianconeri di affrontare i due turni della fase preliminare con due risultati su tre a disposizione. Inoltre, alla luce dell’ottimo rendimento del Modena (vedi SerieC #35 – Corsa serrata sia in testa che in coda), attualmente la migliore quarta dei tre gironi di SerieC, centrare il quinto posto consentirebbe di saltare addirittura il primo turno preliminare.

Calendario alla mano, i bianconeri hanno in programma tre sfide delicate contro Imolese, Sudtirol e Arezzo, tutte squadre affamate di punti, ma nelle quali bisognerebbe raccogliere almeno 6 punti. Difficile anche il rush finale della Triestina, con Sudtirol, Fano e Mantova, così come quello del Matelica, che ha un calendario molto simile a quello del Cesena con due squadre in lotta per non retrocedere (Fano e Imolese) ed una in lotta per la vetta (Perugia). Tre partite più agevoli invece per la FeralpiSalò che prima del temibile Perugia, affronta una Fermana già salva e successivamente una Samb in caduta libera che attende la penalizzazione di 6 punti. Discorso quinto posto quindi già chiuso? Mai dire mai, perché il Cesena sta pian piano ritrovando uomini ed energie e pare più convincente rispetto a quello del mese di marzo…


Immagine tratta dal sito calabriamagnifica.it

3 Comments on “Il Cesena verso i playoff di SerieC: regolamento, date e scenari”

  1. Ciao Nicholas! Grazie della puntuale e soprattutto chiara risposta (e con questo regolamento essere chiari è un impresa :-)) FORZA CESENA SEMPRE!

  2. Ciao @max.
    Esaminiamo entrambi i casi.

    • Modena migliore quarta e Cesena sesto. In questo caso i bianconeri giocheranno il primo turno in casa contro l’undicesima classificata (si avanza in caso di 1 o di X). A questo punto rimangono le tre qualificate più la quinta che subentra, per un totale di quattro squadre. La quinta affronta, delle tre rimaste, quella peggio classificata, con il Cesena che affronterebbe la rimanente. Matematicamente i bianconeri giocherebbero questa partita in casa con i soliti due risultati utili a disposizione per avanzare.

    • Modena non migliore quarta e Cesena sesto. In questo caso i bianconeri giocheranno il primo turno in casa contro la nona classificata (si avanza in caso di 1 o di X). A questo punto rimangono le tre qualificate più la quarta che subentra, per un totale di quattro squadre. La quarta affronta, delle tre rimaste, quella peggio classificata, con il Cesena che affronterebbe la rimanente. Se la quinta ha vinto il turno precedente, allora il Cesena giocherà in trasferta in casa della quinta con un risultato su tre a disposizione. Se invece la quinta ha perso il primo turno, allora il Cesena giocherebbe in casa il secondo turno con due risultati a disposizione su tre.

  3. come mai arrivando sesti si hanno due risultati su 3 anche nel secondo turno preliminare e non solo nel primo? vale anche se il modena non dovesse essere la migliore quarta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *