Le prime “eresie bianconere”, post Cesena-Pistoiese (Eresie ep. 1)

Cesena-Pistoiese Coppa Italia
Condividi questo articolo

ERESIE BIANCONERE – In occasione di Cesena-Pistoiese, debutta su questo blog il sedicente “tifoso eretico” Max: ne leggeremo delle belle…

Prima di parlare della partita di ieri, vorrei presentarmi ai lettori di Cesena Mio: sono un semplice tifoso che da commentatore ha apparentemente fatto il “salto di specie” e si ritrova, immeritamente, a scrivere la sua (spesso scomoda) opinione su questo blog di appassionati tifosi bianconeri, nonché ottimi scrittori. Ma solo apparentemente, perché i miei rimangono semplici commenti senza alcuna pretesa, ma invece di posizionarsi in fondo alla pagina, si posizioneranno in cima. Mi definisco tifoso eretico perché mi capita spesso di sfidare l’ortodossia delle tesi più in voga fra i tifosi del Cavalluccio, da qui il titolo della rubrica ed anche le molto probabili critiche che mi pioveranno addosso…

Ma veniamo alla partita con la Pistoiese che, essendo stata appena ripescata dalla Serie D, non rappresentava certo un ostacolo insormontabile. La vittoria del nostro Cesena è stata netta e le vittorie fanno comunque sempre bene (vedi Cesena 3-1 Pistoiese, le pagelle di Cesena Mio). Hanno segnato entrambe le punte e fa particolarmente piacere la marcatura del capitano Caturano, reduce da una stagione a dir poco sfortunata, ma che lo ha visto contraddistinguersi per carisma, impegno, sudore, grinta, attaccamento, nonché per la capacità di spronare e incoraggiare tutta la squadra. Sono esattamente le doti che il capitano perfetto deve avere e sono doti che non si comprano al mercato, non si acquisiscono per anzianità e nemmeno per sponsorizzazioni giornalistiche. Mister Viali, che qualche spogliatoio lo ha frequentato, queste cose le nota subito e non a caso gli ha consegnato la fascia.

Mi ha invece lasciato molto perplesso lo schieramento, non tanto per il modulo in sé, ma per gli interpreti: gli stessi undici giocatori sarebbero stati perfetti per il 4-3-3, mettendo Ilari mezz’ala, con Zecca e Bortolussi esterni. Ilari, che ho visto per la prima volta ieri, non sembra infatti avere lo spunto per giocare sulla fascia, è sembrato lento e impacciato, non ha mostrato grande intesa con Candela e, giocando a piede invertito, ha potuto solo mettere banali e inoffensivi cross quando rientrava. Questa scelta degli esterni a piedi invertiti non mi convince più di tanto. Capisco che nelle intenzioni di Viali toccherà agli esterni bassi il compito di crossare, ma Zecca ha dimostrato lo scorso anno di andare sul fondo e crossare con grande facilità e con l’area così ben riempita dai due bomber, quest’anno ci saremmo potuti divertire parecchio. Speriamo ci pensino Candela e Adamoli a farci divertire.

Anche Nannelli, il sostituto di Ilari, pur giocando pochi minuti ha messo in chiaro le cose: se cerchiamo un sostituto di Russini che salti l’uomo e che crei superiorità numerica, abbiamo sbagliato persona. Il ragazzo è un patrimonio del Cesena e tutti ci auguriamo che diventi un esterno devastante, ma ad oggi è improbabile che sia un giocatore in grado di prendere per mano la squadra. Già lo scorso anno, con Russini in campo, la squadra si era dimostrata impotente contro le formazioni molto chiuse. Un progetto tecnico con l’obiettivo di crescere avrebbe dovuto aggiungere a Russini un altro esterno bravo negli spazi stretti, invece a oggi non abbiamo in rosa un giocatore capace di saltare l’uomo nello stretto e creare la superiorità numerica, e da che mondo e mondo sono questi i giocatori che ti fanno vincere le partite, a prescindere dalle diavolerie tecnico-tattiche che possono inventarsi i vari scienziati della panchina (anche Zecca salta l’uomo, ma ha bisogno di spazi che di solito le squadre chiuse non ti lasciano).

Aspettiamo dunque dal mercato i cinque giocatori forti che ci sono stati promessi nelle conferenze degli ultimi giorni (cinque da Viali, forti dal DS Zebi. O, per essere precisi, Zebi ha detto che sta trattando giocatori forti, ma non ha promesso di riuscire a prenderli). Nell’attesa di questi giocatori, ci chiediamo come diavolo è possibile che non si sia fatto di tutto per trattenere Di Gennaro, che in Serie C ha dimostrato di fare la differenza. Ora chi ha deciso di non confermarlo (chiunque sia) dovrà dimostrare di poter fare lui la differenza, portando la squadra a lottare per le primissime posizioni, cosa che sarebbe stata ben possibile con il forte regista ancora in bianconero. Ovviamente, nel caso in cui Di Gennaro avesse sparato cifre impossibili, la decisione del Cavalluccio sarebbe comprensibile; in quel caso però, sarebbe opportuno fare chiarezza e raccontare ai tifosi come sono andate veramente le cose. Sarebbe un atto di trasparenza che gioverebbe alla società ed ai tifosi che come me hanno il sospetto che con la non conferma di Di Gennaro si sia consumato (sportivamente parlando) un mezzo delitto. O forse uno intero…


Immagine tratta dal sito www.calciocesena.com

6 Comments on “Le prime “eresie bianconere”, post Cesena-Pistoiese (Eresie ep. 1)”

  1. Sul fatto di Di Gennaro sono pienamente d’accordo con te, avrei fatto di tutto per confermare il giocatore, visto che se sta bene vince le partite da solo.

  2. @ Stefano (delle 14:25), sicuramente la qualità a centrocampo è essenziale, un regista dai piedi buoni ci vuole!

  3. @ Stefano, é sempre un piacere scambiare opinioni, anche diverse, e confrontarsi sulla squadra che entrambi amiamo. Ti invito a commentare e assolutamente a criticare i miei articoli quando riterrai che ho scritto cose sbagliate, sono certo che ascoltare punti di vista differenti aiuti a farsi un idea più obbiettiva delle realtà. A presto 🙂

    @ Stefano FI, speriamo che Caturano stia bene, in modo che possa essere il campo a dare tutte le risposte 🙂 PS: è sempre un piacere leggerti

  4. … ti ho incrociato varie volte nei commenti post partita o nelle pagelle, confrontando le diverse opinioni … Vedo con piacere, seppur non conoscendoti, che come dici tu hai fatto “il salto di specie” … Ora toccherà quindi commentare le tue “disamine eretiche” 😉 … Complimenti e buon campionato !!!

  5. Grande Max!!!!…concordo con tutto ( Ilari , Nannelli, Di Gennaro), tranne ovviamente su Caturano che per me per ora è utile solo se sta in panchina ( pronto a ricredermi , ma per ora da quando e a Cesena bene non ha fatto) .

    Su Zebi sono fiducioso, perché anno scorso i colpi migliori li fece gli ultimi giorni di mercato.
    Un po’ eretico sono anche io perché tutti ne parlano male ma per me Koffi e Capanni facevano la differenza e se prendesse due giocatori simili saremo a posto in attacco

  6. Buonasera sono d’accordo con max sarebbe doveroso spiegare perché non si sia fatto tutto il possibile per trattenere Di Gennaro uno dei più forti giocatori visti a Cesena. La sua riconferma al di là dei moduli avrebbe alzato in maniera esponenziale la qualità di questa squadra e secondo me un centrocampo di qualità è indispensabile se si punta in alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *