“Un pareggio che non è affatto da buttare”

Analisi pagelle Cesena-Modena
Condividi questo articolo

CRONACHE DEL SETTORE O – A mente fredda, traspare soddisfazione e fiducia per il punticino raccolto dal Cesena nel derby con il Modena

Lunedì è solitamente giorno di discussioni, di solito dentro al bar, puure fuori, al lieve tepore del sole invernale. Ma il covid ci ha tolto anche questo e così, chiuso anche il Settore O, ci siamo ritrovati a parlare del nostro Cesena in una conferenza online. Scaricata l’applicazione, chi vuole partecipare entra e, magari con un prosecchino in mano, da casa si dibatte. Al di là di queste divolerie tecnologiche cui siamo costretti, il lunedì è ottimo perché si è sbollita la rabbia se alla domenica si è perso, si è esaurita l’adrenalina se invece si è vinto e si è quindi più obiettivi.

Questo lunedì, all’indomani del derby col Modena, ci si trova a discutere di un risultato che ci mancava e a cui non eravamo più abituati: lo 0-0 casalingo (vedi Un sexy Cesena spaventa i canarini, ma non li stende). Da molto tempo non usciva dal manto verde del Dino Manuzzi un pareggio ad occhiali, un nulla di fatto, una divisione della posta a reti inviolate. Che strano usare queste metafore, non le ricordavo quasi più. Eppure la partita che finisce 0-0 ci riporta con la memoria a partite scialbe, bloccate, con catenacci d’altri tempi, per di più in casa. E che palle!

“E invece”, afferma Piter, “anche uno 0-0 oggi può voler dire tante cose e in effetti il risultato di ieri lo conferma”. “No dì sciucchezzi Piter” ribatte Nicola, “abbiamo disputato una brutta partita, potevamo perdere e ci siamo andati vicino”. “Non è vero” interviene Sandrino, “non il Cesena, ma il Modena ha rischiato di perdere, perché se entra il tiro di Maddaloni loro non la raddrizzano più, mentre se entrava uno dei loro tentativi c’era tutto il tempo per rimediare”. Interviene Danilo: “ha ragione Sandrino, le partite di pallone non si vincono ai punti, ma con i gol. Analizziamo invece da dove arriva il pareggio. Intanto è la prima volta che pareggiamo in casa per zero a zero, fra l’altro con una squadra che sulla carta e anche in classifica ci sovrasta e quest’anno, a parte il Perugia, ma fuori casa, con quelle squadre che ci stanno davanti è sempre andata storta, ogni volta che gli avversari volevano farci male ce lo facevano, vedi Padova, Salò e Triestina ”. “Ammetto”, è la volta di Nazario, “che domenica sera ero molto arrabbiato, ho avuto paura di perdere, ma ho anche sperato di vincere, d’altronde le partite equilibrate sono così. Il fatto che siamo riusciti a non subire gol, a tenere botta, a non prenderle dai quei gialli che vogliono sempre fare gli sboroni con noi, anche se non si può dire che i nostri ci abbiano entusiasmato, dobbiamo essere contenti”. “Per parlare come quelli di Sky”, riprende Danilo, “fa parte di un percorso di crescita: dopo la partita persa in casa col Padova, che è sicuramente più forte di noi, abbiamo fatto 9 punti senza perdere mai e abbiamo segnato 9 volte subendo solo 3 reti”. “Effettivamente” conclude Nazario “visto così, il pareggio di ieri non è da buttare, sarà brutta la C, sarà brutta non vincere, ma, ammettiamolo, siamo al punto più alto raggiunto dal Cesena FC di Patrignani & C., quindi stiamo sereni”.

Insomma, la diatriba si prolunga ancora per molto, ma il succo è venuto fuori in queste poche battute, effettivamente. Anche se noioso, subdolo, irritante, quello di Cesena-Modena è un buon risultato e anche gli 0-0 fanno parte integrante di quello che potrebbe essere un buon campionato, sperando che la strada sia quella giusta e avendo fiducia in questo manipolo “ad burdèl” e del suo conduttore.


Foto di Luigi Rega tratta dal sito www.calciocesena.com

2 Comments on ““Un pareggio che non è affatto da buttare””

  1. Stefano, non è la scarsa vena degli attaccanti del modena, cos’è quest’approccio scientifico !! é stata l anima…abbiamo giocato abbastanza male e il dio del calcio ci ha premiato. Impara le basi minime della superstizione se vuoi diventare un tifoso del cesena 🙂
    ripeti con me 10 volte:
    Gli episodi non esistono
    Gli episodi non esistono…

  2. Si .. è un buon risultato …anzi ottimo, anzi per quel.che si è visto in campo ha del miracoloso … E ringraziamo la scarsa vena degli attaccanti del Modena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *