Cesena 0-2 Padova, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Cesena-Padova
Condividi questo articolo

PAGELLE – Seconda sconfitta consecutiva per il Cesena che crolla nella ripresa contro la capolista Padova. Gol di Ronaldo (rig.) e Della Latta

Brutta sconfitta per il Cesena, che cade 0-2 in casa contro il Padova. I veneti, ora primi in classifica, sono davvero sembrati troppo forti per l’undici di mister Viali (assente perché in isolamento fiduciario). Gli ospiti hanno fatto la partita fin dalle prime battute di gioco, sfiorando in almeno quattro occasioni il gol già nel primo tempo; tuttavia, i bianconeri erano riusciti a creare qualche pericolo in contropiede grazie alla velocità di Russini e Capanni. Nella ripresa il copione non è cambiato ed il Padova è riuscito a bucare due volte la porta di Nardi: al 52′ è Ronaldo a portare in vantaggio i suoi trasformando un calcio di rigore causato dalla grave ingenuità di Collocolo, mentre al 63′ è Della Latta a chiudere i giochi sfuggendo alla blanda marcatura della difesa. Un risultato più che giusto che ha mostrato il netto divario tra le due squadre, destinate a compiere due cammini molto diversi in campionato. Queste le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 6,5: nel primo tempo è sempre reattivo, soprattutto sulle conclusioni ravvicinate di Jelenic e Bifulco, mostrando di essere sul pezzo. Purtroppo però, non è bastato per fare uscire i bianconeri con almeno un punto da questa partita.

CIOFI 5,5: nei primi 45 minuti è praticamente perfetto in chiusura su Bifulco. Nella ripresa però si perde completamente Della Latta in occasione dello 0-2 che chiude definitivamente i giochi.

RICCI 5: mai sicuro, né sulle palle alte, né quando viene puntato nell’uno contro uno. Oltre ad un primo minuto di ioco orribile (ma fortunatamente indenne), posizionamento da rivedere sul raddoppio ospite.

GONNELLI 6: il migliori in difesa e meno responsabile degli altri sulle reti subite. Salva pure un gol già fatto al 35′, permettendo ai bianconeri di chiudere almeno il primo tempo in parità.

AURELIO 5,5: non riesce mai a sfondare sulla fascia sinistra e si limita a contenere Jelenic, correndo a volte anche qualche rischio. Esce ad inizio ripresa perché molto nervoso.

DAL 56′ FAVALE 5: sbaglia tanti palloni, battendo goffamente anche un calcio di punizione nel finale.

COLLOCOLO 4,5: parte benino, smarrendosi però già a metà del primo tempo, momento in cui la panchina decide di spostarlo sulla fascia destra. Nella ripresa si fa notare soltanto una volta, quando stende ingenuamente Della Latta, procurando così il calcio di rigore poi trasformato da Ronaldo.

DAL 87′ CAMPAGNA SV

PETERMANN 4,5: al 1′ regala al Padova quello che probabilmente, senza il provvidenziale intervento di Nardi, sarebbe stato il vantaggio più veloce della storia… Poi sbaglia praticamente tutti i palloni che tocca, dimostrando di essere in costante difficoltà non appena pressato dagli avversari. Poteva anche essere sostituito prima.

DAL 78′ KOFFI SV

ARDIZZONE 5,5: alti e bassi, ma è comunque uno dei pochi a provarci fino alla fine, seppur con conclusioni da fuori spesso velleitarie. Da una mezzala come lui, è comunque lecito aspettarsi qualcosa in più.

CAPANNI 6: buone le sue progressioni palla al piede, peccato però che i servizi per i compagni siano spesso troppo tardivi. E’ comunque uno dei pochi che prova a spaventare la retroguardia biancorossa.

DAL 56′ STEFFE’ 5,5: l’unico pericolo creato nella ripresa porta la sua firma, seppur con una conclusione centrale dai 20 metri. Non riesce a dare la svolta al match.

BORTOLUSSI 5: non riesce mai a trovare la posizione, finendo per essere annullato dalla difesa del Padova.

RUSSINI 6,5: continua ad essere in un ottimo stato di forma. Buoni spunti sia sulle fasce che per vie centrali, peccato però che sia davvero poco assistito dai compagni.

DAL 56′ NANNI 5,5: prestazione da “Chi l’ha visto?”, ma le colpe non sono certo tutte le sue…

ALL. MEDRI 5: l’esordio in panchina dell’ex difensore bianconero non è dei più fortunati. I cambi non portano i frutti, rivelandosi anzi errati: nel momento in cui Capanni e Russini, gli unici a creare insidie sugli esterni, hanno lasciato il posto a Nanni e Steffè, i bianconeri hanno perso tutta la loro (già poca) pericolosità, finendo per essere sovrastati dal centrocampo padovano. E’ la prima volta in stagione che il Cesena, dopo aver subito lo 0-2, è sembrato arrendersi, senza più provare ad aggiustare la gara. Speriamo sia stata solo una giornata storta…


Elaborazione grafica tratta da  it.wikipedia.org

2 Comments on “Cesena 0-2 Padova, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Siamo abbastanza mediocri….il centrocampo credo sia il più scarso degli ultimi 50 anni….( Ardizzone compreso)…l unico che non mi dispiace è Steffè
    Peterman non mi pare adeguato…non mi pare che abbiamo un minimo di gioco, di intensità.
    Anche se la davanti danno l idea che se supportati i vari capanni Russini Koffi non sarebbero male.

  2. Peterman è di una lentezza quasi indescrivibile, si imposta sempre col corpo (in maniera lenta e plateale) prima di ogni passaggio (pronto, sono Peterman la sto passando in quella direzione), e non mi pare nemmeno che abbia tutto sto piede. mah..
    Collocolo per ora è tanto impegno e tanta confusione
    Ardizzone è buon giocatore, ma nulla di piu.
    direi che i nostri problemi sono a centrocampo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *