Cesena 0-3 Monopoli, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Cesena-Monopoli
Condividi questo articolo

PAGELLE – Contro il Monopoli, prestazione oscena dei bianconeri, che escono nel peggiore dei modi dai playoff, concludendo così la stagione

Si chiude nel peggiore dei modi la stagione 2021/22 del Cesena, che esce clamorosamente di scena dai playoff, nonostante il favorevole risultato dell’andata. I bianconeri vengono totalmente annientati nel primo tempo dal Monopoli, che si porta avanti di una rete al 12′ con l’autorete di Gonnelli. Nella ripresa la squadra di Viali sembra dare qualche timido segnale di ripresa, ma al 66′ l’episodio chiave: Nardi sbaglia il rinvio sparando il pallone addosso a Borrelli, che viene poi da lui steso; espulsione per il portiere bianconero e rigore poi segnato da capitan Mercadante. La gara si fa così complicatissima per il Cesena, che ha però crea un’occasione nei minuti di recupero per passare, ma Ilari la cicca. Pochi attimi dopo, il Monopoli conquista il secondo rigore di giornata, che capitan Mercadante ritrasforma. Ecco le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 3: incerto con i piedi per tutta la partita, anche se rimedia con qualche buona uscita. Al 67′ regala però la partita al Monopoli con un’ingenuità “alla Meret”; l’espulsione ed il conseguente rigore poi trasformato da Mercadante permettono ai pugliesi di qualificarsi al secondo turno.

CIOFI 6: è l’unico a salvarsi nella retroguardia bianconera, fronteggiando con sicurezza le sortite offensive dei biancoverdi.

DAL 79′ TONIN SV

GONNELLI 4:  la sua goffa autorete (la seconda della stagione) spalanca le porte al passaggio del turno al Monopoli. Esattamente come un anno fa contro il Matelica, cade e fa cadere il Cesena.

ALLIEVI 5: non il solito mastino sulle palle alte. Offre a Nardi un pallone insidioso, seppur sia poi il numero uno bianconero a concedere maldestramente il rigore, con contestuale espulsione.

CALDERONI 4,5: goffo in entrambe le fasi; resta un mistero la scelta di puntare ancora una volta sull’ex Lecce dal primo minuto, con Favale in panchina.

ARDIZZONE 4,5: pochi i duelli vinti in mezzo al campo, è sempre troppo lento nel giro palla, specialmente quando alla mezz’ora Viali lo abbassa in cabina di regia al posto di Steffè.

DAL 65′ MISSIROLI 5: entra nel momento in cui Nardi combina il patatrac che fa saltare ogni schema; non proprio il profilo giusto per ribaltare la gara.

STEFFÈ 5: inizialmente schierato come regista, dimostra ancora una volta di soffrire in una posizione non sua, venendo surclassato dai centrocampisti avversari. Si riscatta parzialmente nella ripresa, anche perchè viene spostato sulla mezzala, provando più volte a scuotere la squadra, seppur sotto lo 0-2. Crolla pure lui alla fine, causando il rigore dello 0-3 finale.

ILARI 4,5: nel primo tempo perde moltissimi palloni; si riscatta nella ripresa, proponendosi in avanti più lui che tutto il resto della squadra; al 93′ ha l’occasione per portare i bianconeri al secondo turno, ma calcia incredibilmente fuori da pochi passi.

PIERINI 5,5: anche lui poco presente nel primo tempo, ma nella ripresa coi suoi strappi aiuta spesso la squadra a salire. Nel momento in cui sarebbe servito maggiormente, viene inspiegabilmente sostituito.

DAL 79′ ZECCA SV

CATURANO 5: il grande protagonista della gara d’andata oggi invece annaspa, disputando una gara incolore. Risulta comunque difficile da comprendere come mai il mister, nel momento in cui è stato espulso Nardi, abbia inserito Benedettini al suo posto; confidava che il portiere del San Marino parasse il penalty?

DAL 67′ BENEDETTINI 5,5: intuisce, ma non respinge il potente rigore di Mercadante. Non sicurissimo all’84’, quando per poco Starita non lo supera in pallonetto. Poi si inchina nuovamente al secondo rigore.

BORTOLUSSI 4,5: impalpabile, come d’altronde per tutto il girone di ritorno. Perde qualunque duello contro i difensori avversari, anche al di fuori dell’area di rigore.

DAL 65′ PITTARELLO 5,5: senza Caturano e Pierini al suo fianco, riesce comunque a farsi vedere più di Bortolussi. Nel finale guadagna la punizione da cui poi nasce l’unica vera occasione da gol di marca bianconera.

ALL. VIALI 1: difficile dare di più ad un mister che oggi ha sbagliato qualsiasi cosa. L’approccio rinunciatario della prima frazione di gioco dei bianconeri è totalmente criticabile; nella ripresa sicuramente ha inciso l’episodio di Nardi, ma perché togliere Caturano per Benedettini e non un altro giocatore, visto che i rigori solitamente è più facile segnarli che sbagliarli? E perché togliere poi Pierini, unico giocatore in grado di dare fantasia e imprevedibilità là davanti? Risulta molto difficile capire come mai, anche oggi, giocatori del calibro di Favale, Candela e Berti si siano fatti tutta la partita in panchina. Boh.


Elaborazione grafica tratta dal sito wikipedia.org

One Comment on “Cesena 0-3 Monopoli, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Secondo me ci siamo risparmiati un agonia….dato che nonostante quello che si scriveva si sapeva tutti che le possibilità di vincere questo play off erano pari a zero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.