Cesena 2-1 Mantova, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Cesena-Mantova
Condividi questo articolo

PAGELLE – Il Cesena accede al secondo turno preliminare dei playoff: l’uno-due micidiale di Bortolussi e Caturano affonda il Mantova

Bastava un pari al Cesena per passare il primo turno di playoff contro il Mantova, ma i bianconeri sono andati oltre, stendendo i lombardi con il punteggio di 2-1. Dopo un inizio difficile, la gara si è messa bene per la squadra di Viali, che al 31′ ha sbloccato la gara con Bortolussi sugli sviluppi di un calcio di punizione procurato dallo strepitoso Di Gennaro. C’è lo zampino dell’ex Lazio anche sul raddoppio, arrivato 4 minuto dopo: sul suo corner è infatti Caturano a saltare più in alto di tutti e a sbloccarsi dopo oltre 500 minuti di digiuno. Il Cesena, nonostante la rete subita al 44′ da Ganz su rigore, riesce poi a mantenere le il controllo per tutta la partita, riuscendo così a superare il turno. Il Cesena sarebbe dovuto scendere in campo mercoledì, ma poiché che la partita tra Triestina e Virtus Verona è stata rinviata per Covid, tutto è da decidere. Ecco le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 6,5: compie una buona parata nella ripresa su Zibert, mentre per il resto garantisce la solita sicurezza al reparto arretrato.

ZAPPELLA 6: sbaglia nel primo e nell’ultimo istante di un primo tempo per il resto disputato egregiamente. Corre e spinge tantissimo per tutta la partita, mettendo diversi cross interessanti per i compagni; ma prima un suo errato disimpegna porta ad una grande occasione da gol del Mantova, poi è ingenuo su Ganz in occasione del calcio di rigore con il quale accorcia le distanze. Bene invece nella ripresa.

DAL 68′ RICCI 6,5: è forse un caso che con il suo ingresso il Mantova non riesce nemmeno più ad avvicinarsi all’area di rigore bianconera? Impeccabile su tutte le palle alte, nel finale sfiora pure il gol di testa.

CIOFI 7: il più attento della retroguardia bianconera, si immola più volte sulle conclusioni avversarie.

GONNELLI 6,5: non sempre impeccabile, specialmente nei primi minuti dopo l’ingresso di Zigoni che lo mette un po’ in apprensione, almeno fino all’ingresso di Ricci. Propizia però il gol del 1-0, facendo da torre per l’accorrente Bortolussi.

FAVALE 6: qualche errore di troppo nel posizionamento nella prima frazione di gioco, ma nella ripresa è più attento. Poco presente invece in fase offensiva.

CAPELLINI 6,5: scommessa vinta da Viali l’averlo schierato dal primo minuto: recupera molti palloni importanti, oltre ad essere molto più coinvolto del solito nella costruzione della manovra. Esce stremato.

DAL 73′ ARDIZZONE 6: porta qualcosa in più in fase di palleggio, ovvero quello che serviva per gestire al meglio il vantaggio negli ultimi scampoli di gara.

DI GENNARO 8: un giocatore semplicemente straordinario. Ogni volta che prende il pallone, regala giocate da autentico numero 10. Certo, siamo in Serie C, ma la differenza tra lui, i compagni e gli avversari è veramente imbarazzante. Detto ciò, i gol odierni portano entrambi la sua firma: il primo nasce da una punizione da lui magistralmente procurata e poi calciata in mezzo, il secondo nasce dal suo cross dalla bandierina su cui svetta Caturano. Oltre a questo, giocate di classe sopraffina ed un costante incubo per i virgiliani. Nella ripresa viene anche abbattuto in area da Guccione, ma l’arbitro non vede un netto fallo da rigore.

STEFFE’ 6: un po’ più lento e macchinoso del solito con il pallone tra i piedi, ma la sua prestazione è senz’altro sufficiente, specialmente per la gestione dei possessi nell’ultima parte di gara. Ad inizio secondo tempo non riesce a controllare un facile pallone dopo essersi trovato a tu per tu con Tosi e fa sfumare un’ottima occasione.

ZECCA 5,5: mai uno spunto offensivo nel primo tempo, quando è ben controllato da Panizzi. Quando poi si aprono gli spazi, l’ex Teramo non riesce a colpire per carenza di precisione. Insomma, non è stata la sua serata.

DAL 83′ COLLOCOLO SV

CATURANO 7: sbaglia tutto ed il contrario di tutto finché non trova il gol del 2-0. Da quel momento inizia per lui un’altra partita, fatta di ottimi movimenti e buoni scambi con i compagni. Speriamo che inizi anche un’altra stagione…

DAL 83′ PETERMANN SV

BORTOLUSSI 7: sblocca la partita in un momento in cui i bianconeri sembravano subire parecchio le iniziative mantovane. Nella ripresa si guadagna tdiversi falli, molto utili per far rifiatare la squadra.

ALL. VIALI: il Cesena sembra faticare nelle prime fasi del match, ma poi, una volta sbloccato il risultato, è molto bravo ad andare subito a cercarela seconda rete e quindi a proteggere il risultato senza rischiare troppo, pur subendo il rigore di Ganz poco prima del riposo. Giusti i cambi, che hanno permesso ai bianconeri di tenere costantemente il pallone tra i piedi, neutrallizzando ogni possibile reazione degli avversari.


Elaborazione grafica tratta da  it.wikipedia.org

2 Comments on “Cesena 2-1 Mantova, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Come al solito gli episodi condizionano il giudizio. Potevano farci due gol i primi 5 minuti, approccio molle (il mantova aveva il triplo della grinta nostra). Poi il caso ha voluto che facessimo gol, e la partita è stata in discesa, ma ci è andata di lusso. Il tanto vituperato Drago con lo spezia un approccio del genere non lo aveva avuto..a Trieste si deve scendere in campo con la grinta del mantova (anche se ho la sensazione che a noi ci ammoniranno ad ogni entrata, mentre ieri i mantovani dovevano finire in 8). Bene cosi, ma occhio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *