Cosa serve al Cesena dopo l’infortunio di Gonnelli

Villa Silvia campo centrale sintetico con tribun anno 2012 Cesena Sudtirol
Condividi questo articolo

QUI VILLA SILVIA – Non è cominciato bene il 2021 per il Cesena, che rischia di perdere Gonnelli per almeno un mese. Urgono rinforzi dal mercato per poter sognare

Dopo il secondo infortunio occorso a Caturano, nessun tifoso del Cesena avrebbe potuto pensare ad un’altra tegola di quel tipo. Invece, ieri pomeriggio, il difensore centrale Lorenzo Gonnelli si è sottoposto ad una visita specialistica per chiarire la natura dell’edema osseo al metatarso sinistro evidenziato da un precedente esame. Il consulto ha diagnosticato una frattura da stress che verrà curata con un percorso intensivo di riabilitazione. Questo significa che, nella più ottimistica delle ipotesi, l’ex Livorno dovrà rimanere fuori almeno un mese, ma molto probabilmente si potrà rivedere solamente ad inizio marzo. Altra tegola pesante dunque per il Cavalluccio, che sul campo sta ottenendo risultati clamorosi ma che rischia di veder compromessa la stagione a causa di queste continue ricadute fisiche.

Fortunatamente però siamo nel bel mezzo del mercato di riparazione, per cui la società potenzialmente potrebbe intervenire per lenire questa serie di infortuni. Al momento, analizzando il  reparto difensivo, i bianconeri possono disporre nel mezzo dei soli Ciofi, Maddaloni e Ricci, con il primo che è solito giocare a destra. A sinistra addirittura rimane Favale, con Aurelio che nel giro dei prossimi giorni dovrebbe rientrare al Sassuolo per fine prestito. E’ evidente dunque che il ds Zebi debba intervenire per poter garantire, almeno numericamente, un’ampia scelta a Viali per poter puntare ad una buona posizione in classifica. A centrocampo si attende il colpo grosso (che potrebbe rispondere al nome di Angiulli) per poter liberare Sala, destinato a tornare al Milan, mentre in avanti sembra fatta per Borello (che sostituirà Koffi).

Non è dunque un buon periodo per l’infermeria bianconera, che improvvisamente si trova affollata. La scorsa settimana il Cesena ha affrontato il Sudtirol senza sei pedine, mentre per la sfida di sabato in casa dell’Arezzo questa penuria di giocatori dovrebbe diminuire anche se la rosa rimarrà corta in attesa degli acquisti sopra citati. I bianconeri dovranno dunque raccogliere quanti più punti possibile nelle prossime sfide contro Arezzo e Virtus Verona prima di poter avere a disposizione anche eventuali nuovi acquisti, che potranno rivelarsi decisivi per la volata del girone di ritorno.


Foto di Luigi Rega tratta dalla pagina calciocesena.com

3 Comments on “Cosa serve al Cesena dopo l’infortunio di Gonnelli”

  1. Ciao Giancarlo. Tutto vero quello che dici, ma se la coperta rimane corta (e non è colpa di nessuno, se non di chi non ha avuto il coraggio di mollare subito quel sintetico duro di Villa Silvia) poi è anche difficile ottenere risultati. Quindi bisogna rinforzare la rosa anche in virtù di questi infortuni che paiono essere molto lunghi (nella peggiore delle ipotesi Gonnelli lo rivediamo la prossima stagione).

  2. Ciao, io non faccio parte di chi chiede la luna. Mi limito ad osservare come questa squadra, intesa come rosa di giocatori, abbia fatto ricredere anche tanti scettici io x primo. Non credo sia giusto per rispetto di tutti polemizzare sugli infortuni, che comportano tempi di recupero più o meno lunghi, credo invece che in questa piazza, venga apprezzato l’impegno fisico e morale ad onorare al meglio questi colori. Non è detto che prendendo un difensore centrale si crei subito quell’alchimia, quel rispetto presente con gli attuali protagonisti . Discorso diverso, per il numero di giocatori disponibili al mister e che permettano di continuare serenamente questo percorso, che a mio parere prima degli acquisti, dovrebbe contemplare, tante conferme e dare un senso a questa società, prima che alla squadra. Sempre Forza Cesena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *