Cesena 3-3 Grosseto, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle-Cesena-Grosseto
Condividi questo articolo

PAGELLE – Succede di tutto contro il Grosseto: bianconeri per due volte sotto di due gol, ma nei minuti finali riescono ad acciuffare il pari

Terzo pareggio nelle ultime quattro partite casalinghe per il Cesena, che oggi deve ritenersi fortunata nell’essere riuscita a pareggiare contro un Grosseto quasi sempre padrone del campo, oltrechè del risultato. I bianconeri partono subito malissimo, venendo graziati dagli ospiti in almeno due circostanze e dimostrando soprattutto di avere più di qualche problema in fase difensiva. I toscani passano così al 20′ con Nocciolini in contropiede, mentre al 29′ raddoppiano con Arras, sfruttando un buco sull’out di destra. La rete di Pierini, arrivata al 35′ su un calcio di punizione deviato da un avversario, è senz’altro fortuita e non troppo meritata per quel che si era visto in campo. Nella ripresa il copione non cambia e al 57′ arriva il tris, firmato da Cretella su rigore, regalato da un ingenuo Calderoni. Sembra già finita, ma 4 minuti dopo è un colpo di testa di Ilari a dare nuova linfa ai bianconeri per la rimonta finale. La gara infatti si concluderà infatti incredibilmente sul 3-3: dopo tante occasioni da rete fallite dal Grosseto per il poker, una zampata di Caturano al 91′ evita quella che sarebbe potuta diventare la seconda sconfitta di fila, aprendo una crisi. Occorre comunque ritrovare la brillantezza del 2021, ma la speranza è che questo pareggio dia morale alla squadra. Ecco le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 5,5: oltre a qualche rinvio dal fondo così così, non è perfetto sul primo gol, respingendo la conclusione di Arras sui piedi di Nocciolini e non lateralmente.

CANDELA 5,5: più volte messo alle corde da Semeraro, è meno lucido del solito anche nel fraseggio coi compagni. Ha però il merito di essere uno degli ultimi ad arrendersi, disputando un discreto finale.

CIOFI 5: non riesce mai ad arginare Arras che si fa beffe di lui sia al primo minuto, quando sfiora il gol con la punta, che al 20′ quando tira su Nardi che poi respinge su Nocciolini. Un po’ meglio quando Viali passa alla difesa a tre negli ultimi 20 minuti.

ALLIEVI 5,5: non ha colpe sui gol, ma pure lui commette errori banali e impensabili dopo la bella prova di Modena.

DAL 80′ ARDIZZONE SV

CALDERONI 4: sui gol subiti è quasi sempre responsabile. L’errore meno grave è sul primo, quando non segue Nocciolini sulla ribattuta di Nardi; gli altri due sono invece autentici regali, sia quando non frappone alcuna resistenza ad Arras, sia quando regala un rigore agli avversari con un fallo di mano senza senso. Oltre a ciò, non ha minimamente il passo di Favale, non riuscendo praticamente mai a spingere sulla fascia palla al piede; ad onor del vero però, quando i compagni riescono a metterlo nelle condizioni di crossare, dimostra di avere un buon piede.

DAL 70′ ZECCA 6: nell’anonimato per tutta la partita, poi il break che gli permette di assistere Caturano per il definitivo 3-3.

BERTI 6,5: inizio choc anche per lui, con un brutto contropiede scatenato da un suo errato passaggio. Poi però sale di tono giocando con personalità, proponendosi in avanti e riuscendo a servire spesso gli attaccanti. Intercetta pure molti palloni in mezzo al campo, più di quanti ne abbia intercettati Missiroli in mezzo campionato. Sfiora pure la rete con una clamorosa conclusione al volo dal limite dell’area. Dunque, cosa gli manca per giocare titolare, se non un pizzico di fiducia in più?

STEFFE’ 5: sovrastato quasi sempre dal centrocampo avversario, anche perchè la regia non è cosa sua. Poco presente anche quando ad avere il pallone sono i bianconeri.

DAL 70′ MISSIROLI 6: vince qualche duello aereo, senza strafare.

ILARI 6: segna per la prima volta al Dino Manuzzi, ma fino a quel momento la sua prestazione era stata scadente, costellata da tanti duelli persi in mezzo al campo, oltre che a una miriade di lanci sbagliati. La rete però lo galvanizza e nei minuti finali riesce a farsi apprezzare di più.

FRIESER 5: stecca la prima da titolare, non riuscendo praticamente mai a superare un avversario. Poco cercato dai compagni, ma anche l’austriaco fa poco per assisterli, perdendo troppi palloni.

DAL 56′ CATURANO 7: questa volta, complice il risultato, gioca davvero in attacco, senza dover occupare la consueta posizione di esterno d’attacco. Gestisce bene quasi tutti i palloni, trovando poi nel finale la rete del 3-3.

PIERINI 6,5: uno dei pochi a restare lucido per tutta la partita. Fortunoso il suo gol su punizione nel primo tempo, pregevole invece il corner che batte per la rete di Ilari.

BORTOLUSSI 4,5: probabilmente la peggior partita con la maglia bianconera. Sbaglia quasi tutti i passaggi e staziona praticamente sempre in fuorigioco, non riuscendo mai a farsi trovare dai compagni. Come se non bastasse, perde il pallone che da il via al contropiede e alla rete di Nocciolini.

ALL. VIALI 5,5: dimostra coraggio e voglia di cambiare con l’inserimento di Berti e Frieser dal primo minuto. L’approccio dei suoi però, specialmente nel reparto difensivo, è da film horror e il doppio vantaggio che aveva maturato per ben due volte il Grosseto non era certo immeritato. Ha però il merito di aggiustare qualcosa con i campi, proponendo un Cesena a trazione offensiva, che nonostante tutto riesce nell’intento di pareggiare una gara che sembrava persa.


Elaborazione grafica tratta dal sito wikipedia.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.