Cesena 2-0 Francavilla, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Cesena-Francavilla
Invia l'articolo agli amici

PAGELLE – Nonostante l’inferiorità numerica, il Cesena supera 2-0 i giallorossi grazie ad un super Alessandro, autore di una doppietta

Esordio più che positivo al Dino Manuzzi per il Cesena. I bianconeri riescono infatti a battere 2-0 il Francavilla grazie a un ottimo secondo tempo, nonostante Biondini si fosse fatto espellere al 37′. Sugli scudi Alessandro, che al 60′ porta in vantaggio il Cavalluccio al termine di una bella azione personale, poi nel finale trasforma il rigore che mette al sicuro la vittoria. Ora la squadra di Angelini è terza a sole due lunghezze da Matelica e San Nicolò Notaresco, sconfitto clamorosamente 1-2 in casa dalla Savignanese.

La cronaca

Partono bene gli ospiti, che già dopo due minuti costringono Agliardi a deviarein angolo una pericolosa conclusione di Banegas. Il Cesena però è vivo e già al 7′ sfiora a sua volta il vantaggio con Ricciardo, che sul traversone di Valeri non impatta al meglio col pallone, calciandolo a lato da buona posizione. La partita non è affatto noiosa, entrambe le squadre premono per cercare il vantaggio, ma solo al 37′ si registra nuova occasione da rete: sul calcio di punizione battuto da Alessandro, Tortori colpisce molto bene di testa, ma il portiere ospite Spacca salva in angolo. Sugli sviluppi, Ricciardo viene strattonato, ma l’arbitro non ravvede gli estremi per il calcio di rigore e si accende una mischia che porta all’espulsione di Biondini, colpevole di aver rifilato una gomitata ad un avversario. Nonostante l’inferiorità numerica, nella ripresa il Cesena orchestra meglio il gioco e si affaccia pericolosamente dalle parti di Spacca. Al 56′ Tortori coglie la traversa ancora con un colpo di testa, mentre al 60′ Alessandro porta finalmente in vantaggio i bianconeri grazie ad una splendida cavalcata sulla fascia sinistra, conclusa con un destro preciso sul secondo palo. A questo punto, mister Angelini si copre inserendo Zamagni al posto di Tortori con i bianconeri che si chiudono nella loro metà campo. Gli ospiti faticano a trovare spazi ed i bianconeri si rendono pericolosi in contropiede, soprattutto col neo entrato Capellini. Su uno di questi ribaltamenti di fronte, all’87’ Valeri va via sulla sinistra e si procura un calcio di rigore, trasformato con grande freddezza dal solito Alessandro, che fa doppietta e fissa il risultato sul 2-0.

Le pagelle

AGLIARDI 6: ritorna in campo dopo quasi 11 mesi e non delude le aspettative. Blocca con sicurezza i tiri dalla distanza degli avversari, mentre al 75′ vola alla grande sulla conclusione da fuori di Sanseverino.

NOCE 6: non è un terzino e si vede, ma se la cava comunque abbastanza bene sulla fascia in fase difensiva, ricorrendo qualche volta alla scivolata su Paravati e De Costanzo.

CIOFI 6,5: riscatta pienamente l’opaca prova di Monte San Giusto, chiudendo sempre in anticipo sugli avversari.

BENASSI 6: prestazione senza infamia e senza lode, anche se ogni tanto vacilla su Banegas, che però non fa male al Cesena.

VALERI 7: nel primo tempo tanta buona volontà ma poca precisione nei passaggi e nei traversoni. Nella ripresa torna invece sui suoi standard e domina la fascia di competenza, procurandosi il rigore del 2-0. Oltre a questo, il giovane laterale compie un paio di chiusure che salvano il risultato.

DE FEUDIS 6,5: come al solito si raccorda benissimo con i difensori e con gli attaccanti, fngendo da preziosa cerniera al centro del campo. Altra ottima prestazione, sulla scia delle altre.

BIONDINI 4,5: la sua prestazione non era neanche stata neanche così malvagia, ma un giocatore della sua esperienza non può permettersi di perdere la testa e lasciare la sua squadra in 10 per un’ora. Poi, a volerla dire tutta, il Cesena ha giocato meglio senza di lui che con lui…

TORTORI 5,5: altra prestazione sottotono per l’ex Venezia che con la palla tra i piedi non riesce a mettere mai in difficoltà Sanseverino, perdendo anche qualche pallone sanguinoso. Di testa invece sfiora due volte il gol, ma da lui che dovrebbe essere uno dei giocatori chiave della squadra è lecito aspettarsi qualcosa di più.

dal 61′ ZAMAGNI 6: subentra come terzino destro nella difesa a 5, non demeritando. Esce nel finale per infortunio, ma non dovrebbe essere grave.

dal 83′ TOLA sv

CAMPAGNA 6,5: parte come trequartista e spesso sbaglia la giocata, poi però viene abbassato in mediana per sopperire all’espulsione di Biondini e, toranto al suo ruolo naturale, si trasforma, recuperando molti palloni ed impostando il gioco con efficacia. Che non sia il caso di utilizzarlo nel suo ruolo naturale?

ALESSANDRO 8: Gioca bene sin dai primi minuti e la differenza si vede. Nel primo tempo è il peggior incubo per Coulibaly, che è subito ammonito e addirittura viene sostituito al 40′. Il copione non cambia nella ripresa, quando a fronteggiarlo c’è Di Renzo: al 60′ l’ex Pro Piacenza lo salta nettamente e va a siglare il gol dell’1-0, poi nel finale trasforma con freddezza il rigore che chiude il match.

RICCIARDO 6: E’ ben marcato dagli avversari, che non gli permettono quasi mai di colpire di testa, ma ciononostante dialoga bene con i compagni, continuando a rappresentare il prezioso punto di riferimento in attacco.

dal 70′ CAPELLINI 6: impatto più che positivo sul match. Devastante in contropiede con la sua energia e velocità, peccato solo che non riesca ancora a sbloccarsi.

ALL. ANGELINI 6,5: La vittoria è arrivata anche per merito suo, visto che, espulso Biondini, azzecca la scelta di abbassare Campagna in mediana, senza inserire nessuno dalla panchina. A vantaggio acquisito, fa entrare il quinto difensore, abbassando forse troppo la squadra, ma la decisione si rivela comunque indovinata, visto che il Francavilla non trova spazi per affondare e si affida alle conclusioni da fuori, senza creare grattacapi alla difesa bianconera.


Elaborazione grafica tratta da www.facebook.com/calciocesenafc

One Comment on “Cesena 2-0 Francavilla, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Concordo su tutto, soprattutto su Biondini, pensare che qualcuno lo ritiene un punto di riferimento per….lo stesso Angelini ahahahahahahah (meglio ridere va). Finalmente Alessandro punta l uomo (e spessissimo lo supera), cappellini merita una maglia secondo me.
    Bravo il mister, e buone anche le sue dichiarazioni, umiltà e piedi per terra. E a chi non piacciono quelle dichiarazioni ricordo quelle di Bisoli che raccontava di partite che vedeva solo lui, e che quando si metteva male scaricava la colpa sui giocatori (siamo questi!).

Comments are closed.