Cesena 1-1 Fermana, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle-Cesena-Fermana
Condividi questo articolo

PAGELLE – Il Cesena va in vantaggio con Bortolussi, ma viene raggiunto dalla Fermana con Neglia, non riuscendo a staccarsi dalla zona playout

Un brutto Cesena non riesce a trovare i tre punti contro la quart’ultima forza del campionato, la Fermana. La formazione di mister Viali, ancora assente, dopo aver disputato uno dei primi tempi più brutti della stagione, era comunque riuscita a passare in vantaggio a sorpresa con Bortolussi al 63′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Gli ospiti, sembrati decisamente più in palla dei bianconeri, non si sono però mai dati per dati per vinti, riuscendo meritatamente a pareggiare 20 minuti dopo con un gran tiro da fuori di Neglia. Ora il Cesena, che era chiamato a vincere per lasciarsi alle spalle la zona rossa della classifica, rischia di essere sorpassato anche da Ravenna e Vis Pesaro, prossime avversarie in campionato. Ecco le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 6: nonostante la Fermana si affacci spesso in area bianconera, fortunatamente sono poche le conclusioni verso lo specchio della porta. Incolpevole sulla bordata di Neglia valida per il definitivo 1-1.

CIOFI 6,5: si riscatta dopo l’ultima prova opaca contro il Padova, offrendo un grande contributo sia dietro che davanti. Escludendo l’azione del gol, è l’unico a cercare in area Bortolussi con qualche traversone, seppur senza esito.

GONNELLI 6: tiene a bada Neglia, annullandolo per gran parte del match, anche se poi l’attaccante riesce ad andare a segno con un gran tiro dalla distanza. Sempre in anticipo sulle palle alte.

MADDALONI 7: è la sorpresa positiva della giornata, nonchè per distacco il migliore in campo. Costantemente in anticipo sui traversoni avversari e bene anche quando aggredisce l’uomo, non risultando praticamente mai falloso.

DAL 86′ LONGO SV

FAVALE 5: dalle sue parti, Boateng riesce a sfondare più volte ed il terzino ex Reggiana risulta inesistente anche in fase offensiva.

COLLOCOLO 5: sembra purtroppo essere tornato ai bassi ritmi di inizio stagione: lento ed impreciso nei passaggi, poco efficace nelle chiusure.

DAL 58′ CAPANNI 5,5: col suo ingresso il Cesena passa alle tre punte e comincia a respirare. Una sua buona percussione provoca la rete del vantaggio bianconero. Si perde però completamente nel finale, perdendo prima un pallone che poteva trasformarsi nel vantaggio ospite e alzando poi troppo tardi la testa nel finale quando Russini e Sala avrebbero potuto concludere in rete un suo contropiede.

STEFFE’ 5,5: Una buona prestazione in fase di contenimento non può bastare per fargli meritare la sufficienza. Veramente troppi gli errori in fase di impostazione. Da rivedere poi il suo posizionamento in occasione del pareggio di Neglia.

PETERMANN 6,5: dopo un primo tempo anonimo, cresce un po’ di tono, prendendosi le chiavi del centrocampo. Sempre prezioso in fase di disimpegno, suo l’assist per la rete del vantaggio di Bortolusssi.

DAL 86′ SALA SV

ARDIZZONE 6: la posizione di trequartista non gli si addice e si vede. Va decisamente meglio dopo l’ingresso di Capanni, quando viene abbassato a centrocampo.

BORTOLUSSI 6,5: non riesce a farsi vedere spesso, anche perché poco cercato dai compagni. Riesce però a sfruttare al meglio uno schema su calcio da fermo, portando momentaneamente in vantaggio i bianconeri con il suo sesto centro in campionato.

KOFFI 6,5: disputa una prestazione dai due volti: sboccia infatti con l’ingresso di Capanni, diventando il pericolo numero uno per la difesa ospite.

DAL 86′ RUSSINI SV

ALL. MEDRI 5,5: Incomprensibile la scelta di partire con una punta in meno, come già fatto nel match perso contro il Padova. Nel primo tempo, la squadra è sembrata spenta e senza idee e la scelta di avanzare Ardizzone si è rivelata completamente sbagliata. Va mlto meglio con l’ingresso di Capanni e con il contestuale ritorno alle tre punte, ma probabilmente, se il Cesena oggi non ha vinto, è per quel primo tempo praticamente non giocato.


Elaborazione grafica tratta da  it.wikipedia.org

3 Comments on “Cesena 1-1 Fermana, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Sono D’accordo con Stefano, i due pesi e le due misure non si possono non notare, sono enormi, come un elefante nella stanza. Prestazioni cosi lo scorso anno avrebbero scatenato sollevazioni popolari e rivolte contro il tecnico., oggi non vola una mosca in tal senso. A me va bene che non voli una mosca, perche Viali non dispiace e perche vorrei continuità tecnica, (anche se Viali è molto lontano dall’essere un predestinato mentre Modesto lo è, e presto allenerà stabilmente in categorie superiori alla faccia nostra) ma lo scorso anno è stata una VERGOGNA. A proposito….Pelliccioni ha rilasciato un intervista dove dice lo scorso anno c’erano problemi nello spogliatoio e che se ne sono accorti tardi….chissà chi li avrà creati sti problemi…chissa se è sano per uno spogliatoio che un gruppo di giocatori venga pubblicamente e ripetutamente infamato solo per la squadra di provenienza, Cesena deve crescere come piazza, altrimenti questo è quello che si merita. Mandi via Ficcadenti ?( lui non veniva da rende, ma si è permesso di abitare a Montiano..sacrilegio!) e beccati Giampaolo.

  2. Peterman, collocolo, favale. Ma dove li abbiamo trovati? Sotto a un sasso? E’ la squadra più scarsa della storia. Centrocampo da terza categoria.

  3. …Medri ( o Viali non so chi ha dettato i tempi dei cambi)….4 ; gestionedei cambi incomprensibilmente tardiva oltre alla scelta sbagliata del primo tempo.
    Rimango dell’idea che la mediocrità della squadra sia da addebitare in gran parte al centrocampo (la difesa e soprattutto l’ attacco potrebbero avere buone potenzialità) e a una pressoché totale mancanza di gioco

    Vi lamentavate di Modesto, ma io per ora un Cesena così triste faccio fatica a ricordarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *