Cesena in evidente involuzione tecnica (Eresie ep. 27)

Cesena-Grosseto
Condividi questo articolo

ERESIE BIANCONERE – Il Cesena rimedia un rocambolesco pareggio contro il Grosseto, che si era meritatamente trovato in doppio vantaggio

Il Cesena non sbaglia quasi mai l’approccio alla gara, ma questa volta i primi minuti di gara sono stati da film horror, complici i tanti cambi di formazione, soprattutto in difesa, con due nuovi arrivati gettati nella mischia da titolari e comprensibilmente indietro sia di condizione fisica che di conoscenza dei meccanismi di reparto (vedi Quante defezioni per la sfida con il Grosseto).

Il Grosseto spreca subito due occasioni colossali, mentre il Cesena nel primo quarto d’ora è tutto in uno sbilenco tiro a lato di Bortolussi. Lo stesso capocannoniere bianconero si rende protagonista in negativo al minuto 18, quando ha la possibilità di servire facilmente Frieser, che si sarebbe trovato a tu per tu con l’estremo toscano, ma decide invece di tentare un inutile sombrero, finendo per innescare, invece del compagno, il contropiede che porta in vantaggio gli ospiti.  Ospiti che poi raddoppieranno e si renderanno ancora pericolosi nel primo tempo, mentre il Cesena riuscirà ad accorciare solo grazie ad un calcio di punizione (deviato) di Pierini. La ripresa si apre con un Cesena più volitivo, che però subisce su rigore la rete del 1-3. A questo punto la squadra bianconera si getta in avanti e, più con la forza della disperazione che con il gioco, riesce in extremis a trovare il pari, prima con Ilari che accorcia, poi grazie al subentrato Caturano.

La dinamica del match potrebbe indurre a pensare ad un buona prova di carattere, ma la prestazione dei bianconeri oggi non può che lasciare del tutto insoddisfatti. L’involuzione della squadra sotto il profilo dei risultati è sotto agli occhi di tutti, ma se una crisi di risultati può capitare, quello che preoccupa maggiormente è che oltre ai risultati stanno iniziando a venire meno anche le prestazioni. Se la partita in casa contro la Lucchese (nella quale i rossoneri ci avevano messo sotto) poteva sembrare un caso, soprattutto alla luce della buona prova di Modena, oggi la squadra ha di nuovo sbandato pesantemente, rischiando di subire diverse altre reti. Da tifosi possiamo solo augurarci che le partite sbagliate non diventino la normalità e che le partite fatte bene non diventino un caso.

Chiudo facendo una considerazione sulle notizie lette nei giorni scorsi riguardanti l’ ex centrocampista bianconero Davide di Gennaro, che pare si sarebbe reso disponibile a vestire nuovamente il bianconero. E’ chiaro a questo punto che, se fosse stato Viali a non averlo voluto, spetterebbe ora allo stesso tecnico dimostrare che questa squadra è più forte senza Di Gennaro, dal momento che con il centrocampista le possibilità di vincere i playoff si sarebbero moltiplicate: ora invece non centrare la Serie B  andrebbe considerato come un fallimento attribuibile all’allenatore e non al capitale tecnico voluto dallo stesso…


Immagine tratta dal sito calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *