Il Cesena delude, ma non preoccupa (Eresie ep. 21)

Gubbio-Cesena
Condividi questo articolo

ERESIE BIANCONERE – Il punteggio impressiona solo chi non ha visto la partita, perché in realtà il Cesena non ha affatto demeritato

Gran brutta sconfitta per il Cesena, che perde per 4 -1 in casa del Gubbio, un risultato che ha dell’incredibile, se si pensa che nel primo tempo il Cavalluccio ha avuto ben sette occasioni da rete (di cui almeno quattro clamorose) e non è riuscito a depositare nemmeno una volta la palla in fondo al sacco! Paradosalmente, considerando la mole di gioco prodotta, soprattutto nel primo tempo, questa è stata senza ombra di dubbio la migliore la partita stagionale dei bianconeri ed il risultato finale dimostra come il calcio sia spesso imprevedibile.

Debutto dunque sfortunato per la nuova dirigenza americana, ma i conti si fanno sempre alla fine e ci sarà tutto il tempo per rifarsi. Personalmente, firmerei per produrre cosi tanto ogni partita. Nel secondo tempo, il Cesena va subito in svantaggio, ma è bravo a riprendere la gara con Pierini, autore assieme a Zecca di una sontuosa prestazione, con Bortolussi invece in ombra (vedi Gubbio 4-1 Cesena, le pagelle di Cesena Mio). Meraviglioso l’assist di Ciofi, che nei miei sogni migliori diventerà il nuovo Ceccarelli e farà tutta la carriera al Cesena, portandolo dalla Serie D alla massima serie…. Purtroppo oggi anche Nardi è umano e commette un rarissimo quanto grossolano errore, che regala al Gubbio il vantaggio e taglia le gambe alla squadra di Viali, che poco prima aveva tolto un generosissimo, ma dalla mira approssimativa, Zecca per inserire un fumoso Tonin. Nel finale il Cesena si getta in avanti, ma lo fa in modo troppo confusionario e subisce anche il terzo gol, per poi sbilanciarsi definitivamente e caricarsi sul groppone anche il poker umbro.

Un passivo molto pesante, che potrebbe impressionare chi non ha visto la gara, ma che personalmente ritengo del tutto casuale e inadatto a creare in me anche la più minima forma di preoccupazione. C’è invece molta delusione per questo passo falso, ma è data dal fatto che stiamo competendo con due formazioni quasi aliene, più che dal Cesena in se. C’è anche un po di rabbia per le tantissime occasioni sprecate. Rabbia che la squadra dovrà trasformare in vittoria nella prossima partita che inaugurerà il 2022.


Immagine tratta dal sito www.calciocesena.com

2 Comments on “Il Cesena delude, ma non preoccupa (Eresie ep. 21)”

  1. All’ inizio abbiamo vinto delle partite praticamente senza giocare . Lo scrivevo, ed era chiaro che se giocavi sempre come con la lucchese lottavi con viterbese a quest’ora…nonostante qualcuno si esaltasse per la vittoria cinghialesca. Pero ho anche sempre scritto che il gioco sarebbe arrivato (chiaro, non era una certezza, ma lo presumevo sulla base della stagione passata) e mi pare che sia arrivato (fermo restando che un po di fantasia nei singoli ci manca). E secondo me se crei quello che hai creato col gubbio in tutte le prossime 18 partite ne vinci minimo 16. il problema è che partite cosi probabilmente non ne farai piu.

  2. ….O è stato casuale qualche puntarello in più per noi in partite dove non li meritavamo ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.