“Se chiudi gli occhi vedi il drago”

Virtus Verona-Cesena
Condividi questo articolo

OPERAZIONE IANUS – L’ennesima sconfitta del Cesena ci costringe a chiudere gli occhi e provare a capire quale sia il reale valore della rosa

“Se chiudi gli occhi vedi il drago Dragon Ball, e senti tutto il suo potere Dragon Ball… Ma quando arrivi tu, non c’è più!”. Iniziava così il celebre ritornello del fortunato anime giapponese Dragon Ball, che per anni ha fatto compagnia a milioni di bambini (e non solo). Ma cosa c’entra la sigla cantata dal fenomenale Giorgio Vanni con il nostro Cesena? La sconfitta casalinga nel posticipo di lunedì sera contro il Padova (vedi Ancora pagelle negative per il povero Cesena) mi ha fatto riflettere sulle aspettative che avevo nei confronti della squadra bianconera prima che cominciasse il campionato. La rosa era stata costruita dalla coppia Zebi-Viali con criterio, puntando forte sul fronte offensivo, con due califfi della categoria come Caturano e Bortolussi. Il centrocampo è il reparto che mi preoccupava di più, ma in queste prime settimane di partite mi sono reso conto come i veri problemi nascano invece dalla retroguardia.

E allora non mi è rimasto che chiudere gli occhi, cercare di capire quale possa essere l’effettivo valore di questa squadra. Perché prima dell’inizio del campionato avevo scommesso su un approdo ai playoff, senza neanche troppe difficoltà. Ma le prime otto giornate mi hanno completamente smentito: il Cesena è debole, anzi debolissimo con i forti (sconfitte nette contro Triestina, Feralpisalò, Carpi e Padova) e neanche troppo forte con i deboli. Con le squadre di bassa classifica, infatti, i bianconeri hanno conquistato i tre punti solo contro Fano e Gubbio, convincendo veramente però solo contro i marchigiani. Poi c’è stata la vittoria di Perugia, piuttosto particolare ed arrivata in un momento in cui gli umbri stavano attraversando una clamorosa crisi d’identità: non voglio togliere nulla a quella bella vittoria, ma non so quanto effettivamente possa far testo.

Non ho però perso tutte le speranze. Mentre Vanni cantava che dopo aver chiuso gli occhi e raggiunto idealmente il potere, una volta riaperti questo fosse svanito, io credo che i bianconeri possano e debbano ancora migliorare tanto. Le prossime sfide a tal proposito saranno molto importanti. Sabato infatti il Cesena giocherà in anticipo contro la Fermana, mercoledì nel turno infrasettimanale contro la Vis Pesaro e domenica in casa contro il Ravenna. Una squadra che ha voglia di agguantare i playoff e che vuole dimostrare di poter dir la sua all’interno di questo campionato, dovrà conquistare dai 7 ai 9 punti nelle prossime tre giornate, per tornare a credere in quel potere nascosto che, ad occhi aperti, sembra irraggiungibile…


Foto tratta dalla pagina www.facebook.com/calciocesenafc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *