Un grande Cesena dà il benvenuto a Matilde !

Cesena-SudTirol
Condividi questo articolo

CRONACHE DEL SETTORE O – Per merito dei nostri guerrieri, il cielo è bianconero sopra Cesena, con uno sbuffo di rosa per l’arrivo di Matilde

Sul pianeta Papalla non è mai sabato né domenica, non c’è covid che tenga, il lavoro deve procedere ininterrottamente. Sul nastro trasportatore, i bimbi che stanno per nascere arrivano direttamente dal reparto imballaggio, per uscire sul gate dove le cicogne si susseguono nelle partenze per il pianeta Terra. Non sono più gli anni d’oro quando di bambini ne nascevano tanti più di oggi ed il lavoro manuale richiedeva migliaia di addetti, sempre con tante ore di straordinario, ora, con l’automazione ed il calo delle nascite, si procede senza imprevisti né sussulti e ormai di tradizionale sono rimasti solo i simpatici pennuti che col loro becco lungo e potente trasportano e consegnano alle puerpere in dolce attesa i loro pargoli. Ma oggi, alla torre di controllo del terminal 7654 in partenza per l’opedale Bufalini di Cesena, i controllori di voli, tutti rigorosamente romagnoli, sono in fibrillazione, perché sui monitor di servizio sta per andare in onda una partita importante che si giocherà sul campo del lontano Stadio Dino Manuzzi.

Infatti, alla ripresa del campionato dopo le festività natalizie, il Cesena in alta classifica, appena dietro al terzetto di testa e dopo una lunga rincorsa che ha visto la squadra bianconera crescere in maniera esponenziale, incontrerà una delle tre in vetta, quel SudTirol che più a lungo delle altre ha stazionato al vertice e che ci dirà di che pasta è fatta la band di mister Viali. Quindi oggi si farà un’eccezione, il lavoro del reparto spedizioni viene messo in modalità “pausa”.

La partita la fa la squadra di casa, con una supremazia del gioco e delle occasioni mantenuta per quasi tutto il match, eccetto qualche sprazzo lasciato agli ospiti, mai veramente pericolosi se si eccettua il rigore fallito nel finale. L’arbitro (veramente molto scarso) fischia spesso senza senso e regala due rigori, uno per parte, entrambi parati. In special modo quello concesso ai crucchi a due minuti dalla fine ha rischiato di regalare la partita a chi proprio non se la meritava. Sappiamo comunque che nel calcio non si vince ai punti, ma lo fa chi segna più gol e quindi, alla fine, nessuno è vincitore, con i portieri migliori in campo (vedi Nardi e Favale i migliori di un buon Cesena).

L’incontro di oggi ha però detto una cosa importante: sebbene fossero in emergenza per i molti indisponibili, i bianconeri hanno dimostrato ancora una volta che possono stazionare nella parte altissima della classifica a pieno titolo. Non è più il tempo della palese inferiorità e della noia dimostrate nella prima parte di campionato contro gli squadroni Padova e Triestina, ora il Cesena se la gioca alla pari ed oggi avrebbe meritato la vittoria contro la prima della classe.

Comunque, al termine della partita facce soddisfatte anche alla torre di controllo 7654, dove si può tornare al lavoro e guardare al futuro con grande ottimismo. L’arbitro ha appena fischiato, via libera dunque alla cicogna in partenza per il Bufalini: pochi minuti dopo ecco che nasce Matilde, la mia prima nipotina!

Benvenuta Matilde ti aspettiamo presto nel Settore O !


Immagine tratta dalla diretta di www.elevensports.it

One Comment on “Un grande Cesena dà il benvenuto a Matilde !”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *