Cesena bello ma beffato al Città di Rimini

Cesena 2007 Città di Rimini
Condividi questo articolo

GIOVANILI – Formazioni 2007 e 2008 del Cesena che danno spettacolo all’importante torneo giovanile, ma che non riescono a centrare la finale

Come ormai spesso accade quando le nostre formazioni giovanili si presentano ai tornei più importanti e prestigiosi, come il Città di Rimini appena concluso (vedi Al via il Torneo Internazionale Città di Rimini: forza Cesena !), il consenso è generale e tanti sono i complimenti e gli applausi all’indirizzo dei ragazzi. Poi succede che non sempre le formazioni bianconere riescano ad arrivare fino in fondo, ma fa parte del gioco, a volte perché gli avversari sono più forti, altre volte invece perché le formula del torneo non ammette il minimo errore. Oppure, come in questo caso, perché la dea bendata ha un po’ trascurato il Cesena

Torneo Esordienti 2006/2007

Intanto una doverosa premessa: in quanto “dilettante”, il Cesena avrebbe potuto schierare i 2006, ma ha giustamente optato per affrontare la competizione con i 2007, esattamente come le formazioni “professionistiche”. Il peso determinante di questa scelta non sfuggirà a nessuno leggendo il responso finale: 1° Forlì (2006), 2° Roma (2007), con Bologna (2007) e Alto Academy (2006) come semifinaliste sconfitte. E’ stato quindi il Forlì ad aggiudicarsi il titolo, superando 5-3 ai calci di rigore la Roma.

Particolarmente sfortunato il Cesena che, come detto, ha dato spettacolo ma è finito “solo” quinto. Un risultato comunque prestigioso (le formazioni al via erano 36, tra le quali Juventus, Torino, Sassuolo, Perugia e le tante squadre straniere), ma che non corrisponde a quanto visto in campo. Il girone eliminatorio disputato venerdì ha visto il Cesena superare 1-0 il Mazzo 1980 e pareggiare 0-0 con il Real Cesarea (entrambe formazioni dilettantistiche, quindi 2006), conquistando così 4 punti in classifica, sufficienti per la qualificazione al tabellone oro. Sabato è però arrivata la beffarda battuta d’arresto contro l’Alto Academy, formazione di Alto Vicentino con ragazzi di un anno più grandi: il Cesena è stato costantemente all’attacco ed ha collezionato diverse occasioni da gol, compresi due legni colpiti, salvo poi subire in contropiede il gol dello 0-1 a pochi istanti dal termine per la più beffarda delle sconfitte. A nulla è così valsa la successiva vittoria 3-2 contro la Lokomotiv Zagreb (Croazia), se non a spalancare le porte delle finali 5°-8° posto. Domenica, il capolavoro dei ragazzi di Samorini, che hanno letteralmente travolto il Sassuolo, asfaltato 5-0. Applausi a scena aperta per una prestazione maiuscola, fatta di grande intensità ed elevati contenuti tecnici. Poi, più o meno la stessa sorte è toccata allo Sparta Praha (Rep. Ceca), che nella finale per il 5° posto ha contenuto il passivo sul 2-1, ma senza però mai essere davvero in partita contro gli scatenati bianconeri.

Insomma, un quinto posto ottenuto perdendo (immeritatamente) una sola partita a fronte di 4 vittorie ed un pareggio, che quindi non rende sufficiente merito ad una delle squadre più forti viste in campo, ancorché di un anno più giovane rispetto a molte delle concorrenti.

Torneo Pulcini 2° anno 2008

In questo caso il torneo era riservato esclusivamente ai nati nel 2008, a prescindere dallo status di “dilettante” o “professionista”, ma anche qui un parterre de roi di livello assoluto, come certifica il podio finale: 1° Torino, 2° Roma, 3° Juventus. Molta amarezza anche per la squadra di Locatelli, che ha giocato alla pari (ed anche qualcosina in più) contro la Juventus, senza però riuscire a cogliere la meritata vittoria che l’avrebbe proiettata in finale. Resta invece agli atti un settimo posto poco veritiero, ma che va comunque accettato con la consapevolezza di aver giocato alla pari con le squadre migliori.

Nel girone eliminatorio il larghissimo successo 11-0 contro il GS Cagliari 1972, poi la vittoria 4-3 nello spettacolare match contro il Perugia, prima dell’ininfluente sconfitta 3-4 contro il Tau Altopascio, maturata a qualificazione acquisita. Molto complicato perché altamente qualificato il girone finale, iniziato alla grandissima con le vittorie per 8-0 sull’Alto Academy (i giustizieri dei 2007 nell’altro torneo) e per 4-0 sull’Alcione Milano. Molto più sofferta è stata invece la vittoria 2-1 contro il Renate, ottenuta grazie ad un gol negli istanti conclusivi. A punteggio pieno, la sfida decisiva contro la Juventus: il Cesena è passato subito in vantaggio, ma poi nella parte centrale di partita ha commesso due errori difensivi (una palla persa in uscita ed un retropassaggio avventato) costati il sorpasso, prima del rocambolesco finale nel quale i nostri ragazzi hanno centrato due traverse e si sono visti negare un evidente calcio di rigore. A quel punto, per poter accedere alla finale, al Cesena sarebbe servita la mancata vittoria della Juventus contro il Renate ed anche qui la sorte non è stata certo propizia: Juventus subito avanti 3-0, Renate eroico che rimonta fino al 3-3 e si divora il gol del sorpasso al penultimo minuto, prima di venir punito (insieme al Cesena) all’ultima azione con il gol dell’ingiusto 4-3. I nostri ragazzi hanno assistito alla partita, dapprima con poche speranze, poi via via sempre più carichi, ma poi moralmente abbattuti dopo il gol in extremis della concorrente, già così tanto fortunata in precedenza. Il risultato è stata la netta sconfitta 3-0 contro il Domzale (Slovenia) nel triste match che avrebbe comunque significato al massimo il 4° posto.

Così come per i compagni più grandi, un epilogo amaro, ma resta comunque la soddisfazione di aver messo sotto i pari età di formazione organizzate, ambiziose e blasonate come quelle affrontate in questi giorni in riviera.


Immagine tratta dal sito www.accademiariminicalciovb.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *