Cavalluccio o non Cavalluccio, questo è il problema…

Cavalluccio Cesena FC
Condividi questo articolo

LO SPUNTO – Il 16 luglio partirà l’asta per il Cavalluccio, ma la società non sembra intenzionata a presentare un’offerta

Come riportato qualche mese fa (vedi Il Cavalluccio va all’asta: base 770.000 euro) si sta avvicinando a grandi passi il giorno dell’asta per il nostro amato Cavalluccio. Piccolo riassunto: in seguito al fallimento della scorsa estate, tutti i beni appartenenti al fu AC Cesena sono stati consegnati al curatore fallimentare Morelli, che ne ha disposto una battuta d’asta per la giornata del 16 luglio. Tra questi figurano la sede in corso Sozzi e soprattutto il Cavalluccio, lo storico simbolo del Cesena che ha accompagnato intere generazioni di tifosi bianconeri.

Nel corso del campionato di Serie D il Cesena ha potuto sfoggiare sulle proprie divise il Cavalluccio in quanto concesso in prestito dallo stesso curatore fallimentare. Terminata però la stagione sportiva 2018/19 nella giornata del 30 giugno, tale permesso è immediatamente scaduto, con la società che è stata costretta, tra le altre cose, a modificare il logo dell’applicazione  per smartphone in quanto presentava il Cavalluccio bianconero. A questo punto si dovrà attendere il 16 luglio, anche se i vertici bianconeri hanno già manifestato il proprio dissenso nei confronti della perizia economica effettuata sul simbolo. Secondo Morelli infatti il Cavalluccio ha un valore pari a 770.000€, che per le casse bianconere è considerato assolutamente eccessivo. La società è disposta a spendere 110.000€ (secondo la perizia del Comune di qualche mese fa) pertanto dovremo aspettarci che il 16 luglio l’asta andrà deserta.

Che scenari attendono tutti gli innamorati del Cesena e del suo simbolo? Inizialmente ci si è detti tranquilli: basterà attendere un po’ di tempo per far scendere il valore del Cavalluccio e poi acquistarlo a “prezzo scontato”, magari chiedendone il prestito per un’ulteriore stagione. Nel corso degli ultimi giorni però sta iniziando a farsi strada la voce che, qualora questa strada non fosse percorribile, la società sarebbe pronta a disegnare un nuovo logo che andrebbe definitivamente a sostituire il Cavalluccio bianconero. Personalmente spero che venga fatto il possibile per riuscire a recuperare il nostro adorato simbolo, segno di continuità con il passato e vera immagine di romagnolità cesenate. E voi, cosa ne pensate? Sareste disposti a mettere in soffitta il Cavalluccio per far spazio ad un nuovo logo che certificherebbe la rinascita del Cesena FC?


Immagine tratta dal sito youtube.it

2 Comments on “Cavalluccio o non Cavalluccio, questo è il problema…”

  1. Sacrosante parole Max … Ma a quale gioco sta giocando questa società ??? Cosa intende fare, o non fare, per la nostra tradizione ??? Hai ragione, onori ma anche oneri, altrimenti si “continuava” come martorano … e poi ridisegnare il logo cosa vuol dire ??? Spero proprio che siano solo notizie da ombrellone … Il buongiorno si vede dal mattino … speriamo che la giornata si aggiusti in fretta …

  2. Assolutamente No! il cavalluccio è il cavalluccio e questa società ha il dovere di averlo a qualunque costo.
    Se ti prendi la storia del cesena, la gloria del cesena, i tifosi del cesena, le strutture del cesena, se vuoi fare calcio professionistico ai livelli che cesena merita non puoi farti spaventare dall acquisto di quel simbolo. Altrimenti rimanevi il martorano nessuno ti chiedeva nulla, giocavi nelle tue strutture, facevi la tua serie d tranquilla con 100 spettatori e senza pressioni. Onori, ma anche oneri. Non sono nemmeno d’accordo sul fatto che debba essere la collettività a pagare quei soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *