Carpi 4-1 Cesena, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Carpi-Cesena
Condividi questo articolo

PAGELLE – Esordio in campionato disastroso per il Cesena, che incappa in una pesantissima sconfitta a Carpi. Al Cabassi finisce 4-1 (Borello per il Cesena)

Incomincia con il piede sbagliato il Cesena di Francesco Modesto, che stecca nettamente la prima di campionato, uscendo con le ossa rotte dal Cabassi di Carpi. I padroni di casa, infatti, hanno surclassato con un perentorio 4-1 i bianconeri, i quali, dopo aver disputato un buon primo tempo, sono poi crollati mestamente nella ripresa quando hanno subito 3 reti.

Nei primi 20 minuti di gioco vi sono state occasioni da entrambe le parti, anche se sono stati gli uomini allenati da Riolfo a passare in vantaggio al 19′ con Vano, abile a risolvere una mischia nata da calcio d’angolo. Il Cesena non si è dato per vinto, riuscendo a pareggiare con Borello, su cross di un Russini, irresistibile in quella circostanza. Nella ripresa però, nonostante i primi 10 minuti avessero fatto presagire tutt’altro, i bianconeri sono sprofondati clamorosamente, dopo aver subito al 58′ il gol del 2-1 di un inarrestabile Vano. Modesto nel correre ai ripari probabilmente ha sbilanciato troppo la squadra, soprattutto con il cambio di Cortesi per Valeri, e così i bianconeri hanno cominciato a perdere i colpi e la lucidità necessari per rimontare nuovamente la gara. Al 68′ la parola fine alla partita, con il neoentrato Ricci che consegna maldestramente il pallone a Pellegrini, il quale poi viene steso in area da un ingenuo Sabato: Cesena in 10 e rigore conseguente trasformato da Jelenic. Il resto poi è pura accademia, con i bianconeri senza più stimoli e i padroni di casa che sprecano diverse occasioni per arrotondare il punteggio, anche se poi nei minuti finali Carletti firma ugualmente il 4-1.

Ci saranno parecchie cose da rivedere in vista della partita di lunedì prossimo contro la Vis Pesaro, perché il Cesena visto oggi non sembra neanche un lontano parente di quello ammirato qualche settimana fa in Coppa Italia di Serie C e contro il Milan. Ecco le pagelle di Cesena Mio.

AGLIARDI 5,5: non è sicuramente uno dei principali responsabili di questo sciagurato esordio, ma probabilmente avrebbe potuto fare qualcosa di più in occasione del raddoppio di Vano.

MADDALONI 6: è l’unico del pacchetto arretrato a non fare brutta figura. Se la cava abbastanza bene nei confronti di un giocatore di categoria superiore come Jelenic, nonostante la differenza di età ed esperienza.

DAL 90′ BRUNETTI SV

BRIGNANI 5: fatica e non poco a contenere Vano, che lo salta diverse volte costringendolo spesso a falli tattici non sempre ravvisati dal direttore di gara. Lo stesso attaccante biancorosso lo anticipa anche in occasione del gol che apre le marcature

DAL 46′ RICCI 4,5: un suo gravissimo errore in disimpegno spalanca le porte del 3-1 al Carpi. Non lucido anche nelle occasioni successive, si guadagna un cartellino giallo assolutamente evitabile.

SABATO 4: il peggiore in campo è senz’altro lui. Dopo un primo tempo in perenne affanno, specie nei duelli aerei, nella ripresa è colpevole sul secondo e sul terzo gol biancorosso: prima perde la marcatura di Vano, poi stende Pellegrini in area di rigore nel momento in cui Agliardi gli stava chiudendo la porta in faccia, guadagnando la via degli spogliatoi anzitempo per doppia ammonizione.

FRANCHINI 5,5: nel primo tempo dialoga molto bene sulla destra con Borello, saltando più volte l’uomo e sfornando diversi traversoni interessanti per i compagni. Nella ripresa crolla con tutta la squadra, incominciando a sbagliare diversi passaggi anche elementari.

FRANCO 6: l’unico a centrocampo a non andare in difficoltà e a continuare a giocare con lucidità la palla. Peccato, appunto, che non lo seguano gli altri.

ROSAIA 5,5: dopo un ottimo primo tempo cala nettamente nella ripresa, arrivando sempre dopo gli avversari. La sua sostituzione è probabilmente tardiva.

DAL 90′ VALENCIA SV

VALERI 6: non si vede praticamente mai in fase di spinta, ma ciò è contrappesato da una buona prestazione difensiva. Con la sua uscita, la squadra si sbilancia inesorabilmente, finendo per essere assediata dal Carpi.

DAL 61′ CORTESI 5: impatto pessimo sul match. Fin dai primi minuti dal suo ingresso, perde diversi palloni cercando ingenuamente di saltare l’avversario a pochi passi dalla propria area di rigore, finendo così per far ripiegare la squadra senza farla più ripartire. Le colpe però non sono tutte le sue: è evidente che un ala destra di piede mancino non possa ricoprire il ruolo di vice Valeri.

BORELLO 6,5: senza dubbio il migliore in campo, non tanto per il gol, ma proprio perché è sempre dai suoi piedi che nascono le occasioni da rete per i bianconeri. Anche nel momento in cui la squadra crolla, trova la forza di mettere sulle teste di Butic e Sarao due palloni che sarebbero potuti entrare in porta.

BUTIC 5: si vede pochissimo nel primo tempo, ancora meno nella ripresa quando la squadra stacca la spina. Sfortunato però nel secondo tempo, quando un suo bel colpo di testa viene sventato da uno straordinario Nobile.

RUSSINI 5,5: il Cesena attacca per lo più sull’out opposto al suo, ma quando il numero 7 si accende sono guai per gli avversari. E’ infatti da una sua magistrale azione personale che Borello pareggia i conti.

DAL 61′ SARAO 6: entra nel momento in cui la squadra smette di affacciarsi in avanti. Riesce comunque a mettersi in mostra centrando di testa un clamoroso palo.

ALL. MODESTO 5: Nella prima ora di gioco il Cesena non ha affatto demeritato, tenendo testa a una squadra neoretrocessa che con ogni probabilità lotterà almeno per un posto nei playoff. Le cose però sono cambiate con gli ingressi di Sarao e Cortesi per Russini e Valeri, che hanno sbilanciato eccessivamente una squadra che già era votata all’attacco. E’ parso evidente come Cortesi, che di ruolo è una seconda punta, non possa assolutamente garantire la copertura difensiva di Valeri, necessaria visti anche i troppi svarioni dei centrali bianconeri. Urge dunque almeno un terzino sinistro dal mercato.


Elaborazione grafica tratta dalla pagina www.facebook.com/calciocesenafc

One Comment on “Carpi 4-1 Cesena, le pagelle di Cesena Mio”

  1. A me il cesena è piaciuto e modesto mi piace parecchio, la realtà però è che la nostra rosa non è al momento paragonabile a quella del carpi, anche se ha delle grandi potenzialità. Ecco modesto mi sembra la persona giusta per trasformare in realtà le potenzialità di questa squadra. Non sono minimamente preoccupato per questa sconfitta. Lo sarei se una rosa del genere fosse affidata a un altro allenatore (penso che rischieremmo la categoria), invece con modesto penso che alla fine andremo ai play off, e penso anche che se nel frattempo saremo cresciuti abbastanza i play off non li faremo da comparsa. Sperando sempre che non inizino le solite polemiche volte rovinare il lavoro di qualunque allenatore venga a cesena con l idea di giocare a calcio e non a calci. Questo in due anni puo portarci su senza avere il budget extralarge di altre squadre, dobbiamo tenercelo stretto a mio avviso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *