Cesena, “siamo queste” …per ora!

Brescia - Cesena Feminile
Condividi questo articolo

Serie B …E LE RAGAZZE? Brescia-Cesena 3-0: un Cesena “corsaro” viene puntualmente riportato alla realtà dal Brescia

Nulla da dire e nulla da recriminare. Il nostro Cesena si  presenta al Campo Comunale di Palazzolo sull’Oglio senza considerare troppo chi ha di fronte e schiera la propria migliore squadra per tentare di portare a casa un risultato utilie. La partenza è ad alta intensità, come al solito. Ma di fronte c’è un avversario come il Brescia, ben messo in campo e dalle interpreti determinate e capaci, cresciute prevalentemente nel vivaio interno. Si conoscono quindi alla perfezione e la sinfonia in campo si vede. Eccome.

Non è presente la nostra ex-bomber Porcarelli, ora tra le fila delle leonesse, non in piena condizione, ma da ricordare per il gol vittoria allo scadere contro il Como, diretta avversaria per la promozione in Serie A, che ha destabilizzato a tal punto le lariane da far loro inanellare una serie di sconfitte tuttora ininterrotte. Ma veniamo alla partita.

Il primo pericolo lo porta il Brescia al 2′: Brayda stacca di testa a centro area su cross di Hjohlman: pallone leggermente troppo alto per l’attaccante che non ci arriva per un soffio. Al 17′ il vantaggio delle Leonesse: Merli ci mette la testa e sfiora il cross di Magri quel tanto che basta per mettere fuori causa la quasi incolpevole Pignagnoli sul palo lungo. Il Brescia non si abbassa e continua a spingere: al 27′ incredibile occasione per il raddoppio con Pasquali, che di testa sul cross di Barcella coglie incredibilmente il palo. Al 30′ tiro di Asta dalla distanza, para Pignagnoli in due tempi. Al 35′ si fa finalmente vedere il Cesena: Costi stacca di testa da pochi passi, ma incredibilmente non trova la porta. Al 39′ risponde il Brescia con Asta sugli sviluppi di un corner: il colpo di testa della centrocampista però è largo.  Al 41′ tiro-cross di Barcella: pallone fuori di poco. Al 45′ ci prova ancora Costi dal limite, tiro largo.

Nella ripresa, il Brescia prende rapidamente in mano il controllo delle operazioni: al 54′ tiro di Magri dal limite, para Pignagnoli. Due minuti più tardi, occasione Brescia con Pasquali lanciata da Viscardi: l’attaccante però, invece di servire Hjohlman sola a centro area, cerca la conclusione che non crea problemi al nostro estremo difensore. Al 62′ il raddoppio del Brescia: ancora Merli che su punizione da posizione a pochi passi dalla linea laterale trova il primo palo e una Pignagnoli che si lascia sorprendere. Purtroppo, non è propriamente la sua giornata. Nella seconda metà della ripresa il Cesena viene fuori: al 24′ Costi si libera in area e trova il filtrante per Carlini, ma la conclusione in caduta è larga. Al 73′ ancora Cesena pericoloso con la discesa di Galli in area, ma il suo tiro è debole. Al 75′ il gol del Brescia che chiude la partita: splendido contropiede delle leonesse con Brayda che trova un bel corridoio filtrante e palla con il contagiri per Hjohlman che resiste al ritorno del difensore Carlini in velocità e con un tocco morbido prende in controtempo Pignagnoli, che stava uscendo a chiudere. Prima del triplice fischio, all’89′ doppia incredibile occasione per il Cesena, con Lonni che si supera, prima sulla punizione di Georgiou, poi d’istinto respinge il tentativo sottomisura di Petralia.

Il Brescia finisce la gara portandosi a casa altri tre punti all’interno di una sequenza di sette vittorie consecutive. Il Cesena ci ha provato in tutti i modi e ha profuso un orgoglio d’altri tempi, ma contro la qualità del gruppo bresciano e delle singole avversarie, si è dovuto arrendere. La nostra difesa ha comunque lavorato bene come al solito, ma non è bastata. Anche centrocampo e attacco, con tutti i loro limiti, hanno fatto la loro parte senza risparmiarsi, ma non sono bastati. Continuano le nostre imprecisioni sotto porta e nella costruzione rapida del gioco a partire da centrocampo, esterni e centrali di difesa. Occorrerebbero rinforzi di qualità, forse una rivoluzione. Per il momento dobbiamo accontentarci di salvare il campionato con una Zanni fuori posizione, due centrocampiste mancanti ed ancora dieci partite da disputare (vedi Cesena, equilibrio perfetto). Contro il Palermo, la prossima di campionato, misureremo gli effetti di questa sconfitta sugli equilibri appena trovati e subito messi sotto pressione sulla squadra.

Il professionismo avanza e i preparativi in Serie A fervono. Speriamo un giorno di farne parte anche noi! Forza Cesena!

Il tabellino del match

Brescia: Lonni, Viscardi, Brayda (82′ Ghisi), Barcella, Merli C. (71′ Bianchi), Galbiati, Perin, Asta (82′ Tengattini), Hjohlman, Pasquali (59′ Farina), Magri
A disposizione: Ballabio, Maroni, Porcarelli, Merli L.
Mister: Elio Clemente Garavaglia

Cesena:  Pignagnoli, Casadei, Costa (46′ Beleffi), Pastore (81′ Pavana), Carlini, Cuciniello, Zanni (64’ Galli), Georgiou (86′ Monti), Costi (81′ Nagni), Petralia, Dahlberg
A disposizione: Frigotto, Casadio, Simei, Bizzocchi
Mister: Rossi

Reti: 17’ e 62′ Merli C., 75’ Hjohlman

Arbitro: Enrico Cappai di Cagliari
Assistenti: Paolo Cufari e Umberto Galasso di Torino.
Ammonite: 90’ Farina (B)

Risultati, classifica e prossimo turno

Risultati altri campi 13mar2022

Classifica femminile 13mar2022

Prossimo turno 20mar2022

Intanto, in Europa, si prepara un’estate bellissima con le ragazze delle nazionali: un evento decisamente da non perdere!

Germany Team Femminile 2022

La Germania è sempre la squadra da battere. Costantemente presente nei tornei importanti, conta ragazze di livello elevatissimo. Anche belle da veder giocare. La loro calciatrice più iconica è una certa Dzsenifer Marozsán. Ragazza di origini ungheresi, regista/fantasista, rappresenta l’estro e la visione di gioco espressa ai massimi livelli. Tornata in forza al Lione, dopo una parentesi statunitense, è probabilmente ai suoi ultimi appuntamenti con la maglia della nazionale. Altra ragazza invece molto più giovane da tenere d’occhio è Giulia Gwinn (in foto). Appena ripresasi da un lungo infortunio, sta dimostrando, nel campionato tedesco, di essere tornata a livelli eccelsi tra le file del Bayern. Ci sono poi altre ragazze incredibilmente talentuose come Melanie Leupolz, centrocampista,  Ann-Katrin Berger portiere. Giocano entrambe con la maglia del Chelsea. Poi la coda a cono di Lina Magull e l’inossidabile Alexandra Popp, il bomber su cui puoi sempre contare, insieme alla nuova generazione di attaccanti capeggiate da Lea Schüller. Ragazze fantastiche in grado di mostrare quanto il calcio femminile si sia evoluto in avanti!

Gruppo B: prima partita contro la Danimarca della star Pernille Harder, l’8 luglio alle 21:00, stadio Brentford Community, raggiungibile in pochi minuti di metro dal centro di  Londra.


Immagine di copertina tratta dal sito www.elevensports.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *