Benedettini: “Domani tra Novara e Cesena sarà una battaglia!”

Elia Benedettini
Invia l'articolo agli amici

INTERVISTA – Elia Benedettini, attualmente secondo portiere del Novara, è cresciuto nel vivaio del Cesena ed in qualità di ex presenta la sfida di domani

La posta in palio domani sera tra Novara e Cesena è molto elevata e varrà doppio. Sì, perché nei novanta minuti del Piola, oltre ai punti in sé, il risultato avrà un peso specifico notevole per il morale e la classifica. Ci avviciniamo a questo delicato scontro diretto tra le due squadre separate da un solo punticino, interpellando il portiere di riserva dei piemontesi, Elia Benedettini: sammarinese classe 1995, il promettente estremo difensore con un passato nelle giovanili del Cavalluccio in questo campionato ha raccolto 3 presenze. Queste le sue parole a Cesena Mio:

Ciao Elia, quali sono le tue sensazioni per questa sfida al cardiopalma?
“È lecito aspettarsi una battaglia, entrambe le squadre hanno bisogno di punti. Ci sarà tanto agonismo. E bisognerà avere più fame degli avversari”.

Al pari del Cesena, anche il Novara sta incontrando più difficoltà del previsto, come mai?
“Finora la stagione non è andata come speravamo. Non si può negare che  il nostro organico, individualmente, abbia un livello per competere per un altro tipo di classifica, ma se ci ritroviamo in questa posizione, evidentemente qualcosa non è andato per il verso giusto. Molte partite le abbiamo perse per via di episodi girati a sfavore. Senza cercare alibi, abbiamo però davanti ancora molte partite per cercare di risollevarci”.

Cosa ha portato l’arrivo in panchina del nuovo tecnico Mimmo Di Carlo?
“Il cambio di allenatore ha dato uno scossone al gruppo e penso sia stato il motivo per il quale sia stata presa questa decisione da parte della società. È chiaro che le colpe non erano sicuramente da attribuire a mister Corini, ma sappiamo come funziona in questo lavoro. Fin da subito Di Carlo ha cercato di lavorare sull’aspetto caratteriale. Penso non sia facile per un allenatore subentrare a metà campionato, ma insieme stiamo lavorando duro per uscire da questa situazione”.

Domani affronterete un Cesena in periodo negativo…
“Il Cesena è una formazione tosta, anch’essa costruita per un’ altra classifica. Ha giocatori che conosco bene come Scognamiglio, Kupisz, Dalmonte e Moncini, elementi di qualità e quantità. Nel complesso, penso che tutti i giocatori in un campionato come la Serie B siano temibili, ma noi dovremo pensare solo a fare la nostra partita”.

A dieci turni dal termine, quanto reputi importante questo scontro diretto per la salvezza?
“È una gara che può consentire di prendere tre punti su una rivale per la salvezza. Ma non si può definire una partita da ultima spiaggia, perché mancano ancora tanti incontri e ci sono ancora molti punti in palio, ma ha sicuramente tanta importanza”.

Sei un ex della sfida, avendo trascorsi nel vivaio bianconero…
“A Cesena sono praticamente cresciuto, essendovi arrivato quando avevo 7 anni e rimasto fino ai 18, con una parentesi  di 3 anni a San Marino). Ci sono tante persone a cui voglio bene all’ interno della società. Porto bei ricordi dentro di me con la maglia bianconera addosso”.

In questo campionato, hai finora collezionato 3 presenze: un primo bilancio della tua stagione?
“Quando l’annata va meno bene rispetto agli obiettivi iniziali, l’aspetto individuale passa in secondo piano, bisogna pensare solo al bene della squadra e mettere da parte gli obiettivi personali. Sono contento del mio rendimento, ma sento che posso migliorare ancora tanto su vari aspetti e cercherò di lavorare in allenamento, facendomi trovare pronto qualora scenderò di nuovo in campo”.


Immagine tratta dal sito blog.portierecalcio.it

Commenta con Facebook

About Ivan Zannoni

Ivan Zannoni frequenta da sempre il mondo del calcio, dapprima come giocatore poi come allenatore e dirigente. Ha collaborato con La Voce di Romagna per la quale seguiva i campionati dilettantistici ed ultimamente lo si è anche potuto seguire su Telerimini nel ruolo di opinionista per la trasmissione Dilettanti nel Pallone. Da buon romagnolo, segue con apprensione le vicende del Cesena Calcio e scrivendone, riesce a dar sfogo alla sua passione.

View all posts by Ivan Zannoni →

16 Comments on “Benedettini: “Domani tra Novara e Cesena sarà una battaglia!””

  1. Tempi di Serie A, due stagioni successive e un’altra promozione a corto tempo, tutto questo mi sono perso 8 anni che sono stato lontano dalla Romagna, adesso torno e non vorrei trovarla ancora in C dove l’ho dovuta seguire il tempo trascorso a Cesena …????

  2. Anni indietro venire prender punti a CESENA le squadre dovevano sputare sangue adesso se ne vanno con un filo di GAS perche’ la rosa e stata costruita sempre al ribasso e queste sono le conseguenze

  3. LEONARDO non sono d’accordo ha dire mercenari la squadra si stanno impegnando al massimo perche’ retrocedere va ha discapito loro per me è la qualità di tutto l’ organico che lascia desiderare poi ci mette del suo anche il mister buona giornata

Comments are closed.