E’ cominciata l’avventura del “nuovo” Cesena

Amichevole Sammaurese-Cesena
Invia l'articolo agli amici

CHE BELLO E’ – L’amichevole contro la Sammaurese (2-2) rappresenta il battesimo del R.C. Cesena, una formazione destinata a tornare là dove i suoi tifosi meritano

Onestamente, dal punto di vista strettamente tecnico, non è che ci sia poi moltissimo da dire sull’amichevole giocata ieri pomereggio a San Mauro Pascoli tra la locale Sammaurese ed il R.C. Cesena, il sodalizio che da qualche giorno ha rimpiazzato nel cuore dei tifosi il fu AC Cesena. Si è infatti giocato in condizioni quasi proibitive, alle ore 18:30 della giornata più calda dell’anno, con 34° sul termometro ed un altissimo tasso di umidità. In più, il Cesena (per sconfinato amore verso questi colori, tralascio prefissi o suffissi AC, RC o FC che in fin dei conti, in questa fase, servono solo a far confusione) è ancora largamente incompleto, ancora non ha fatto la preparazione ed è imbottito di giovanotti di belle speranze che ancora devono dimostrare tutto il loro valore. Infatti, a parte Valeri nel secondo tempo, non si è visto nessuno dei nuovi acquisti (bomber Alessandro si è allenato nel prepartita) e c’è da scommettere che la squadra che parteciperà al prossimo campionato di Serie D sarà sostanzialmente diversa da questa. (Tabellini e cronaca qui >>> Sammaurese 2-2 R.C. Cesena).

Tuttavia, credo sarebbe stato un peccato mortale mancare. E non solo perché si giocava nel mio paese ed allo stadio conosco praticamente tutti, ma piuttosto perché si è trattato di una cerimonia più che di una partita. Un battesimo, la prima apparizione in pubblico di un neonato al quale sentiamo già di volere bene anche se di fatto non lo conosciamo. Tutto quel che sappiamo è che indossa i nostri colori e che presto gli verrà cucita addosso la nostra storia: tanto basta per amarlo e sostenerlo, come fa ogni genitore con la propria creatura… E allora, superata l’emozione di veder tornare in campo la maglia bianconera dopo le tristi vicende di giugno, è stato tutto uno stringere di mani e di pacche sulle spalle. Di buoni auspici e di parole di incoraggiamento. Ritrovare i compagni di viaggio di Bari, Foggia ed Empoli al Macrelli di San Mauro Pascoli poteva mettere tristezza, è vero, invece è stata una festa !

Poi, sotto con la partita. Una fase di studio bella lunga ed ecco il primo gol del Cesena dilettante, ad opera di Alessandro Rossi sugli sviluppi di un calcio d’angolo: un gol in qualche maniera storico, realizzato da un ragazzo di Cesena per il nuovo Cesena. Il primo tempo se ne va così, mentre l’intervallo è una lunga coda per rimediare una birra ed una bottiglietta d’acqua e raccontarsi qualche altro aneddoto. Nella ripresa torna subito in corsa la Sammaurese che pareggia con Sapucci, ma Andrea Zammarchi riporta avanti i bianconeri, prima che Santoni conquisti nuovamente il meritato pareggio. Le energie sono limitate, la preparazione atletica è ancora poca ed il caldo taglia le gambe: la Sammaurese ci prova fino alla fine, ma il Cesena dimostra già di saper soffrire e non capitola, salvo sfiorare il colpaccio nel finale. Ma tutto sommato, sarebbe stato brutto rovinare la festa agli amici di San Mauro, che hanno condiviso con noi questo momento. Piccolo e forse insignificante per i più, ma difficile da dimenticare per chi ve lo sta raccontando.

Il Cesena è tornato! E l’obiettivo non può che essere quello di riportare il calcio cittadino là dove merita di stare, ovvero tra i professionisti. Bentornato Cesena !

One Comment on “E’ cominciata l’avventura del “nuovo” Cesena”

Comments are closed.