Analisi di TUTTE le pagelle: Sarao il migliore, Franco indifendibile

Condividi questo articolo

ANALISI PAGELLE – Il Cesena uscito sconfitto contro il Vicenza è stato giudicato per larghi tratti insufficiente: si salvano solo Ciofi e Sarao

Abbiamo iniziato in Serie B e proseguito in Serie D, non senza le difficoltà tipiche di un campionato dilettantistico, con poche informazioni e non sempre facilmente reperibili. Ora che il Cesena è tornato tra i professionisti, noi, per il terzo anno consecutivo, proponiamo “Analisi Pagelle”, la rubrica post partita attraverso la quale presentiamo settimanalmente ai nostri lettori la raccolta ben ordinata delle pagelle assegnate dai media ai giocatori bianconeri. Questa raccolta ci consente di confrontare le nostre pagelle con quelle altrui, ovvero quelle dei colleghi che si cimentano nello stesso esercizio: il giudizio sulla prestazione di ogni singolo giocatore, sintetizzato nel classico voto, risulta infatti confrontabile grazie all’analisi grafica che presentiamo. Essa offre anche lo spunto per una serie di interessanti considerazioni che seguono la tabella relativa a Vicenza-Cesena di ieri.

Analisi pagelle Vicenza Cesena

La partita giocata ieri sera dal Cesena a Vicenza può essere letta considerando le due frazioni di gioco. Nel primo tempo la squadra allenata da Modesto ha giocato molto bene, mettendo in seria difficoltà i biancorossi e passando addirittura in vantaggio grazie al rigore trasformato da Sarao. La gara però è probabilmente svoltata nell’episodio in cui Franchini, dopo aver seminato il panico in mezzo all’area di rigore avversaria, ha calciato debolmente permettendo a Grandi una facile respinta. Da quel momento in poi il Vicenza ha preso coraggio, trovando la rete del pareggio su errore evidente di Agliardi e consolidando il risultato nella ripresa, grazie al rigore trasformato da Giacomelli. Subìto il gol del 2-1 il Cesena è completamente sparito, con l’unico sussulto (debolissima conclusione in porta) firmato da Zecca. In virtù della sconfitta ma soprattutto del “non gioco” del secondo tempo, le pagelle sono state inclementi: solamente due giocatori hanno raggiunto la sufficienza, mentre la squadra ha raggiunto un poco lusinghiero 5,58 medio.

Ciofi e Sarao due oasi nel deserto

Come detto gli unici giocatori sufficienti sono stati due, uno in difesa ed uno in attacco. Il classe ’99 Ciofi (6,00 medio) ha risposto presente e ha sostituito degnamente l’infortunato Ricci, risultando uno dei più sicuri del reparto arretrato. L’attaccante Sarao (6,10 medio) invece ha avuto il merito di battere Grandi dagli undici metri e di portare in vantaggio i suoi, sebbene, alla fine, la seconda rete stagionale dell’ex Francavilla sia risultata inutile.

Franco difficilmente commentabile

La delusione più grossa di questo inizio di stagione è senza dubbio il centrocampista Franco, voluto fortemente da Modesto in quanto già alle sue dipendenze nel Rende la scorsa stagione. Dal miglior centrocampista del Girone C dello scorso anno ci si aspettava sicuramente di più, ma fino ad ora non ha mai inciso risultando al contrario dannoso ed inutile per la manovra bianconera. Quasi tutte le testate hanno assegnato a Franco voti largamente insufficienti (due 4,5 e due 5), eccezion fatta per una testata che, probabilmente sulla fiducia, ha deciso di assegnargli la sufficienza. Che sia il caso di utilizzare dal 1′ De Feudis visto che, al momento, Franco è difficilmente presentabile?

Anche per Modesto votazione media insufficiente

Le tre testate che hanno assegnato il voto all’allenatore del Cesena hanno valutato la sua prova in maniera differente, con un 5, un 5,5 ed un 6 che permettono di ottenere un 5,50 medio. I cambi sono risultati tardivi, soprattutto quello di Valeri all’88’ senza alcun senso logico visto che ormai la partita era finita. La scelta di inserire Butic non ha pagato, mentre l’innesto di Zerbin si è rivelato assolutamente inutile come il fatto di aver sostituito Valencia, l’unico del centrocampo che ha permesso alla squadra di salire.

Prestazione negativa per tutte le testate

Infine, un’occhiata al metro di giudizio delle varie testate che si sono occupate della partita. Nell’occasione c’è stato molto equlibrio ed uniformità di giudizio e nessuno si discosta troppo dalla media complessiva: Cesena Mio (vedi Vicenza 2-1 Cesena, le pagelle di Cesena Mio) stavolta rappresenta l’estremo inferiore della forbice con 5,43 di media (-0,15), mentre il 5,71 (+0,13) medio di BlackWhiteSkin rappresenta l’opposto estremo.


Foto di Luigi Rega tratta dalla pagina Facebook Cesena FC

7 Comments on “Analisi di TUTTE le pagelle: Sarao il migliore, Franco indifendibile”

  1. Effettivamente hai ragione, se l hanno votato qualche verticalizzazione la deve aver fatta, che dire..speriamo che si riprenda..e che il conte, se giocherà, continui a stupirmi 🙂

  2. Non penso che sia stato votato lo scorso anno come miglior centrocampista del girone C senza una verticalizzazione 🙂 E non penso neanche che Modesto gli chieda solamente di fare due passaggi orizzontali in tutta la partita, sarebbe davvero avvilente per tutti, credo, Franco in primis. Quindi boh, vediamo come si evolverà la situazione…

  3. Caro Nicholas, è vero quello che dici (a parte Franchini che dubito fortemente possa migliorare sotto il profilo della cattiveria). Riguardo a Franco, io non ho mai visto il rende lo scorso anno, so che i giornalisti lo avevano descritto come un verticalizzatore ma non mi stupirei se l aggettivo fosse stato usato a casaccio, a me pare che la squadra giochi sulle due fasce a gruppi di quattro (braccino di difesa, esterno, ala e centrocampista centrale ) e che modesto chiedo ai due centrocampisti di fare da raccordo per cambiare lato, (da una fascia a mettiamo Rosaia, da Rosaia a franco, da franco all’ altra fascia e viceversa), mi pare che facciano sempre cosi, per cui penso sia un indicazione, quindi in questo caso non mi stupirei dei passaggi orizzontali. Non è il tuo caso che hai scritto (De Feudis non De Feudis) ma pensare che il conte ci liberi dai passaggi orizzontali è paradossale. io pero devo essere onesto e ammettere con stupore che finora De Feudis un passaggio in verticale (e ottimo) lo ha fatto , con la triestina credo mentre Franco no.

  4. a me pare che Agliardi ( da me ultrasostenuto a suo tempo) non sia piu quello di prima.
    iniziano ad essere un po’ troppe le incertezze che ci causano goal.

  5. Penso che Modesto proponesse lo stesso tipo di calcio anche a Rende, quindi bene o male Franco avrà un’idea di cosa gli venga richiesto. Al momento può anche essere che sia un problema di squadra, ci mancherebbe, ma non gli contesto solo i falli (vogliamo parlare del rigore regalato ieri?). Al momento gli contesto la scarsissima capacità di far ripartire l’azione, dal momento che appena prende palla rallenta immediatamente la manovra. In più mai una giocata illuminante, mai un lancio a bucare la difesa: i soliti passaggini laterali inutili al compagno più vicino. De Feudis o non De Feudis, spero di non rivedere più un Franco così, altrimenti che se ne stia pure in panchina.
    Capitolo Franchini: sono parzialmente d’accordo con te. Che stia migliorando è fuori discussione, prima non riusciva nemmeno ad entrare in area. Adesso manca lo step successivo legato, come dicevi tu, alla cattiveria. Vedremo cosa ne salterà fuori…

  6. Sui giocatori io la vedo diversamente (da quello che leggo) rispetto a tutta la piazza: per quando mi riguarda quelli che devono assolutamente giocare sono Cortesi e Franchini (Pelliccioni ha detto che farà la serie A, mah forse si riferiva al campionato di malta), oltre a loro anche Giraudo è completamente inutile e se anche lui dovrebbe sempre accomodarsi, (a meno che Valeri non abbia una gamba rotta). Franchini corre, si mette in mostra, fa dei buon movimenti, ma ha la cattiveria di un cinese a piazza San Marco mentre si guarda intorno con la macchina fotografica, solo che lui non è un turista e si trova in un campo da calcio dove si disputa un campionato professionistico. il passaggio piu preciso che fa è sbagliato di 2 metri. Su Franco invece io penso che sia in difficoltà perche la squadra ancora non gioca da squadra, il cesena rischia molto, cerca di pressare altissimo e se tutta la squadra non ha le distanze giuste i due centrocampisti che giocano tutto sull anticipo e sul pressing feroce, se non sono ben supportati vanno in difficoltà. Secondo me è per quello che Franco è costretto a fare tutti quei falli, il conte secondo me avrebbe gli stessi problemi oppure, per non averli abbasserebbe la squadra di 20 metri, tutti si chiedono perche non gioca, secondo me è per quello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *