Analisi pagelle: un Cesena inesistente in attacco

Analisi pagelle Cesena-Sudtirol
Condividi questo articolo

ANALISI PAGELLE – Il SudTirol si è confermato avversario di buona caratura vincendo a Cesena, ma i bianconeri hanno fatto poco o niente per impensierirlo

Abbiamo iniziato in Serie B e proseguito in Serie D, non senza le difficoltà tipiche di un campionato dilettantistico, con poche informazioni e non sempre facilmente reperibili. Ora che il Cesena è tornato tra i professionisti, noi, per il terzo anno consecutivo, proponiamo “Analisi Pagelle”, la rubrica post partita attraverso la quale presentiamo settimanalmente ai nostri lettori la raccolta ben ordinata delle pagelle assegnate dai media ai giocatori bianconeri. Questa raccolta ci consente di confrontare le nostre pagelle con quelle altrui, ovvero quelle dei colleghi che si cimentano nello stesso esercizio: il giudizio sulla prestazione di ogni singolo giocatore, sintetizzato nel classico voto, risulta infatti confrontabile grazie all’analisi grafica che presentiamo. Essa offre anche lo spunto per una serie di interessanti considerazioni che seguono la tabella relativa a Cesena-SudTirol di ieri.

Un solo punto nelle ultime quattro partite è già di paer sé considerazione drammatica per il Cesena, ormai in piena crisi, ma il fatto che i tiri verso la porta avversaria si contino complessivamente sulle punta delle dita lo è ancor di più. I bianconeri non hanno un gioco che produca occasioni favorevoli e non riescono quindi a portare pericoli alla porta avversaria, se non con iniziative individuali estemporanee o grazie agli errori degli avversari. Non ha fatto eccezione la partita di ieri contro il SudTirol, bella squadra ben organizzata che ha vinto grazie ad un “contropiede oceanico” (cit.) nel finale che ha beffato amaramente il Cesena, comunque incapace di tirare in porta nei precedenti 80 minuti. L’unica vera occasione (e che occasione!) è capitata quasi per caso a Butic, che però in pieno recupero ha esaltato i riflessi del portiere altoatesino che ha messo in angolo. Insomma, così non va proprio e le pagelle non possono che rispecchiare questa considerazione.

Iniziamo anche stavolta dalla gestione di mister Modesto, ancora una volta sul banco degli imputati: il suo giudizio è pesantemente  negativo, 4,83 di media, figlio di un 4,5 e due 5.

Per quanto riguarda i giocatori scesi in campo per un numero di minuti sufficienti ad ottenere una votazione da almeno la metà delle testate prese in considerazione, la loro media complessiva è di 5,61, un risultato negativo, ma non troppo. Non ci sono infatti gravissime insufficienze, ma nemmeno voti particolarmente brillanti. Il migliore è stato ancora una volta Zerbin, che ha riportato un più che sufficiente, oltre che unanime, 6,50. Benino anche Valeri, che con il suo 6,40 pare aver ristabilito le gerarchie con Giraudo. Diverse invece le note negative, per lo più concentrate in attacco, un reparto al momento evanescente: il pessimo 4,60 riportato da Zecca è il risultato peggiore di giornata (un 4, due 4,5 e due 5), seguito da Butic che ha fatto l’en-plein di 5. Un rotondo 5,00 che è anche la media voto di Valencia, che però ha probabilmente giocato peggio, visto che è parzialmente “salvato” dal 6 di Cesena Mio, ma affossato da due 5 e due 4,5.

Per quanto riguarda infine il metro di giudizio delle varie testate che si sono occupate della partita, da segnalare come le diverse medie voto siano molto vicine tra loro, appena 0,07 di differenza tra la media più alta, il 5,65 di Cesena Mio (vedi Cesena 0-1 Sudtirol, le pagelle di Cesena Mio), e quelle più basse, ovvero il 5,58 assegnato da BlackWhiteSkin e da Il Resto del Carlino.


Immagine tratta dal sito www.trivenetogoal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *