Analisi di tutte le pagelle di Cesena-Pescara

Analisi pagelle Cesena-Pescara
Condividi questo articolo

ANALISI PAGELLE – Il Cesena supera il Pescara con una prova convincente che, con un paio di eccezioni, consegna pagelle positive

Per il quinto anno consecutivo, prosegue il nostro lavoro di raccolta ed analisi delle pagelle riguardanti la partite del Cesena. Questo è un format molto amato dai tifosi e dai lettori, forse perché in pochi minuti ci si fa un’idea della partita se non la si è vista, oppure, anche se la si è guardata, si può confrontare la propria opinione con quella di chi redige i giudizi in questione. Proprio per rispondere alle diverse sensibilità degli appassionati nasce questa rubrica: allineare in una tabella le diverse pagelle, confrontarle tra loro e provare a fare una sintesi attraverso i numeri. Questa l’analisi di Cesena-Pescara disputata lunedì sera:

Sebbene il gol vittoria sia arrivato solamente nel finale, peraltro in maniera piuttosto fortunata, il Cesena ha comunque meritato il successo contro il Pescara, rischiando praticamente nulla in difesa e creando al contrario tre o quattro nitide occasioni da gol. Ci ha pensato il povero Nzita a battere il suo portiere Sorrentino, deviando in maniera netta il traversone di Candela, ma i biancoazzurri avevano fatto davvero troppo poco per meritare il punto, che sarebbe andato decisamente stretto ai romagnoli. Le pagelle promuovono a pieni voti il Cesena, anche se in modo meno marcato rispetto a quanto avvenuto (esageratamente) dopo il match di Teramo, con una solida sufficienza (media complessiva 6,24) e ben 12 promossi su 14.

Il migliore: Gonnelli (7,10)
Il peggiore: Ardizzone (5,10)

Passando ai singoli, si è reso protagonista di una prova eccellente Gonnelli, che ha ottenuto la media di 7,10 (un 7,5 e quattro 7), ma molto bene si è comportato anche il subentrato Candela (media 6,80), l’autore del traversone che ha causato l’autorete di Nzita. Come detto, solamente due le insufficienze assegnate dai pagellisti: la più pesante ad un deludente Ardizzone (media 5,10) che si deve accontentare di quattro 5 ed un 5,5; l’altra al capitano Caturano (media 5,40), anche lui in ombra.

Infine, la consueta occhiata al metro di giudizio delle diverse testate che si sono occupate della partita. I ragazzi di BlackWhiteSkin hanno dimostrato il loro entusiasmo con la media di 6,46 (+0,22 rispetto alla media complessiva), mentre è stato molto più tiepido Il Corriere di Romagna, che si è fermato alla media di appena 6,06 (-0,18). Cesena Mio ha assegnato voti per 6,18 di media (-0,06) (vedi Cesena 1-0 Pescara, le pagelle di Cesena Mio), ponendosi ad un livello intermedio..


Immagine tratta dal sito calciocesena.com

2 Comments on “Analisi di tutte le pagelle di Cesena-Pescara”

  1. Anche secondo me il possesso palla è abbastanza sterile, credo però che questa sterilità non sia imputabile a Viali (se non nella misura in cui sceglie i giocatori) ma alla mancanza di fantasia in avanti. Però di Real Madrid non ne ho visti. Lunedi sera abbiamo affrontato un dei migliori attacchi e la prima squadra per possesso palla. Non ci hanno capito niente e la palla non l hanno mai presa. Secondo me qualcosa vuol dire.. C’è una bella differenza fra non subire gol perchè difendi basso basso e fai le barricate (Bisoli style), e non prendere gol perche gli avversari la prendono mai. Anche io sono preoccupato di incontrare più “Pistoiesi “che “Pescari”, però è anche vero che con quei due la davanti se tieni sempre palla il gol prima o poi lo fai. Insomma la base è ottima, se poi a gennaio aggiungi un po di fantasia è ancora meglio.

  2. Se per supremazia si intende uno sterile possesso palla allora concordo….se no io sta supremazia in tutte le gare non l ho vista…anzi mi pare che spesso le altre mi sembrano il Real Madrid in confronto a noi.
    ( Poi per riprendere il discorso della altra volta e ovvio che meglio tenere Viali che fare un salto nel buio)

    Però stavolta concordo su Viali , ma solo perché finalmente , anche se un po’ tardivamente ha sostituito Ardizzone e Caturano con Pierini e Munari ( finalmente utilizzato un pochino di più), e i risultati si sono subito visti, come era facile preventivare,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.