Analisi di tutte le pagelle di Cesena-Modena

Analisi pagelle Cesena-Modena
Condividi questo articolo

ANALISI PAGELLE – Nonostante una prestazione complessivamente non del tutto disprezzabile, la difesa non regge l’urto del Modena

Per il quinto anno consecutivo, prosegue il nostro lavoro di raccolta ed analisi delle pagelle riguardanti la partite del Cesena. Questo è un format molto amato dai tifosi e dai lettori, forse perché in pochi minuti ci si fa un’idea della partita se non la si è vista, oppure, anche se la si è guardata, si può confrontare la propria opinione con quella di chi redige i giudizi in questione. Proprio per rispondere alle diverse sensibilità degli appassionati nasce questa rubrica: allineare in una tabella le diverse pagelle, confrontarle tra loro e provare a fare una sintesi attraverso i numeri. Questa l’analisi di Cesena-Modena disputata martedì sera pomeriggio:

Dovremmo trovare il coraggio di ammetterlo: non sembra proprio essere l’anno delle pagelle. Il Cesena gioca male (a tratti anche malissimo), davanti al video gliene urliamo di ogni, siamo incavolati neri e poi, tracchete, ecco là il gol vittoria che contraddice ogni logica e costringe i “pagellisti” a ritoccare voti e commenti (dai sù, non fate i furbi, che tutto il mondo è paese…). “La prossima volta non mi fregano, tanto ormai lo so come fanno”, dice quello. Peccato che poi, contro il Modena, a sorpresa, il Cesena giochi tutto sommato benino, ma lo “scherzetto” glielo fanno gli avversari… Insomma, se le pagelle dovessero valutare il gioco, al momento avremmo pagelle positive quando si perde e negative quando si vince. E viceversa. Paradossale. Così si infurierebbero tutti e giù con i soliti commenti (“non siete mai contenti”, “ma come Margheritoni 5, se abbiamo vinto”, ecc.). Insomma, i “pagellisti” vorrebbero tanto essere onesti, ma sono proprio i lettori ad impedirglielo (un altro paradosso, lo so…).

In una logica di real politik, i voti assegnati ieri portano ad una media tutto sommato neutra di 5,71, un voto che risponde alla perfezione alla necessità di poter affermare “male, ma non troppo”, “quasi sufficiente”, “è mancato qualcosina” e così via. Poi, guardando alle diverse testate, qualche sfumatura emerge: si va dal 5,50 di TuttoCesena, la meno soddisfatta, al 5,96 del Il Corriere Romagna che invece è andato molto vicino ad assegnare la sufficienza. Cesena Mio (vedi Cesena 1-2 Modena, le pagelle di Cesena Mio.) ha invece assegnato voti per 5,68 di media, attestandosi in posizione intermedia rispetto alle due valutazioni di cui sopra.

Il migliore: Caturano (6,70)
Il peggiore Yabré (4,90)

Passando ai singoli, spicca la valutazione di Caturano, il cui gol (ma non solo) è stato premiato con la media di 6,70, frutto di due 7 e tre 6,5. Non male anche il “figliol prodigo” Favale, che ha ottenuto voti per 6,20 di media. Ha invece deluso Yabré quando è stato chiamato a dare il suo contributo al 52′, visto che per i 40 minuti che ha giocato, si è visto assegnare un 4,5 e quattro 5 (media 4,90). Alcune posizioni meriterebbero poi un approfondimento: Ciofi (media 5,20), ad esempio, ha avuto un 4 ed un 6,5 (ben 2,5 punti di differenza !), passando per i voti intermedi; più o meno simile il risultato di Rigoni (media 6,00), che dalle stesse due testate di prima ha ottenuto un 5 ed un 7; molti altri hanno ricevuto voti che si discostano di un punto tra loro, ma da sempre riteniamo tale scarto come “fisiologico”.

Il voto più alto: 7 a Caturano (x2) e Rigoni
Il voto più basso: 4 a Ciofi

Foto di Luigi Rega tratta dal sito calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.