ANALISI PAGELLE: Cesena 6-, Djuric top, Garritano flop

Condividi questo articolo

Questi i verdetti della partita, almeno stando all’analisi delle pagelle pubblicate sulle testate che si sono occupate di Cesena – Salernitana

Essendo anche noi tra quelli che producono pagelle, il format post partita più amato dai lettori ed allo stesso tempo più temuto da chi le redige visto che è impossibile accontentare tutti, ci fa piacere confrontare le nostre opinioni con quelle altrui, ovvero quelle dei colleghi che si cimentano nello stesso esercizio. Il giudizio sulla prestazione di ogni singolo giocatore, sintetizzato al massimo con il classico voto, diventa confrontabile grazie all’analisi grafica che vi presentiamo. Essa offre anche lo spunto per una serie di interessanti considerazioni.

Iniziamo dai singoli giocatori, l’argomento più interessante per i tifosi. Non c’è alcun dubbio su chi sia stato il migliore in campo, i redattori di pagelle sono unanimi in questo, tranne una sola eccezione che andrò a motivare: Milan Djuric ha ottenuti tutti 6,5, ma la sua media si attesta “solo” a 6,39 perché proprio noi di Cesena Mio abbiamo assegnato un 5,5 (vedi Le pagelle di Ivan il Terribile). Certamente il solo numero è fuorviante perché poi il giudizio complessivo rende merito alla generosa prestazione del centravanti bosniaco (8 per l’impegno), ma il non aver segnato in una partita terminata 0-0, nella quale peraltro si sono avute 3/4 occasioni da gol, è circostanza che abbiamo provocatoriamente segnalato, suscitando anche comprensibili critiche. Per quanto riguarda il giocatore con la valutazione meno positiva, Luca Garritano con il suo 5,39 è indubbiamente quello che ha soddisfatto meno gli osservatori, ottenendo 2 sole sufficienze su 9 giudizi, ma senza scendere sotto al 5 di voto minimo.

Capitolo allenatore: probabilmente un gol avrebbe cambiato il giudizio espresso su Massimo Drago che comunque riceve 7 sufficienze e solo 2 insufficienze ma che mediamente resta sotto al 6 (5,83) per la terza volta in 4 partite.

La valutazione complessiva di squadra è appena sotto la fatidica media del 6 (5,96), ma sul mancato raggiungimento della sufficienza piena incidono in maniera decisiva due fattori: il nostro 5,5 assegnato a Djuric come sopra esposto ed i ben 5 “senza voto” su 9 assegnati ad Agazzi che di fatto ha partecipato alla partita solo come spettatore non pagante. I giudizi validi espressi sono stati 13 (in realtà, come argomentato, per alcune testate solo 12) e sono 8 i giocatori mediamente sufficienti contro i 5 che invece non sono piaciuti (4 più il mister). La varianza è più ampia rispetto alla settimana scorsa quando la maggior parte dei giudizi fu unanime o quasi: l’analisi suggerisce che si resta sempre nel range di 1 punto, con l’eccezione di Cinelli che varia dal 5,5 a 7, ma solo in 5 casi si rimane nell’ambito più ristretto di 0,5 punti, Agazzi compreso.

Sempre in tema di variabilità di giudizio, quello che emerge dopo questa partita è una maggior disomogeneità tra le varie testate che hanno pubblicato pagelle e se nelle precedenti occasioni c’erano scarti marginali tra loro, questa volta le differenze sono più sensibili. Si va infatti dal 5,79 di Tuttocesena, il giudice più severo, al 6,19 dello Stadio che non ha assegnato alcuna insufficienza e si è quindi attestato ad un 6,19 di media. Per quanto ci riguarda, le nostre pagelle hanno totalizzato un 5,92 medio che ancora una volta è risultato estremamente prossimo alla mediana.

Sperando che abbiate gradito ancora una volta, vi diamo appuntamento a domenica sulla home di Cesena Mio con l’analisi delle pagelle di Pro Vercelli-Cesena !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *