Ciò che conta è l’amore. Cesena, te quiero!

Tifosi Cesena Romagna
Invia l'articolo agli amici

LO SPUNTO – Commentare le decisioni della società o criticare l’allenatore non significa essere sleali: l’unica lealtà che il tifoso deve mantenere è l’amore per il club

San Valentino è arrivato ed è quindi un buon momento per parlare, perché no, dell’importanza dell’amore anche nel calcio. Forse non ci pensiamo molto, ma la vera forza di una squadra di calcio sta in qualcosa di intangibile ed effimero: non nel capitale economico o nella forza della proprietà e nemmeno nei giocatori, l’autentico valore di un club è il legame d’amore che lo unisce ai suoi tifosi e che unisce questi tra loro. Questo amore è il capitale prezioso ed intangibile del club. E Cesena non fa certo eccezione…

Quando la società, il Presidente oppure i giocatori falliscono (sul campo o nei tribunali che sia) ed il club cade nel precipizio, è sempre quella forza invincibile a salvarlo. E l’amore è ciò che ha salvato anche il Cesena ed ciò che lo spinge ogni giorno verso un futuro migliore. L’amore ha infatti spinto migliaia di persone a condividere un nuovo sogno nell’agosto 2018, precisamente il 2, giorno di Santa Maria degli Angeli, quando è nato il Cesena FC.

Ma attenzione, criticare l’allenatore, commentare le decisioni della società, dire chiaramente cosa si pensa della direzione o delle strategie non significa essere sleali nei confronti del club. L’unica lealtà del tifoso è l’amore per la squadra. Dobbiamo imparare a tollerare visioni diverse, anche perché, a volte, criticare significa essere leali a quell’amore. Pensare in modo diverso non significa destabilizzare, al contrario, significa voler migliorare le cose, contribuire al successo per avanzare verso la vittoria di tutti. E, in ogni caso, il giornalista o il blogger non ha come impegno la stabilità del club, perché il suo unico impegno è amare il club. Se l’opinione è sincera, deve sempre essere bene accolta, dal momento che non cerca di sottrarre, ma piuttosto di aggiungere. Insomma, e pluribus unum, dai molti uno, il motto degli Stati Uniti d’America e nel calcio, tra gli altri, del Benfica.

Quindi, amiamo la nostra squadra, discutiamone, parliamone e commentiamo. Perché il solo sentirsi insieme vale la pena… Insieme, sempre, perché… e se questa fosse la notte? E se questo fosse l’anno in cui tutto inizia? Chi lo sa… “Forse un giorno, pensando precisamente a quest’ora (…) sentirei il mio cuore battere più in fretta e mi direi: quel giorno a quell’ora è cominciato tutto”. Jean Paul Sartre (La nausea).

A proposito, Buon San Valentino a tutti. Cesena, te quiero!


Articolo in collaborazione con micavalluccio.blogspot.com
Testo di Jaime Mariño (@Xayme su Twitter)

Commenta con Facebook

About Jaime Mariño

COLLABORATORE – Jaime Mariño è nato in un piccolo paesino della Galizia, nel nord della Spagna, ora vive a Madrid. Ha diretto il dipartimento editoriale dell’agenzia Imagia Officina e dal 2016 labora come freelance per varie agenzie di comunicazione. Ha pubblicato articoli ed ha collaborato con prestigiosi media e reti radio come XLSEMANAL, ESQUIRE, La Voz de Galicia, Cadena Cope, Radio Galega, tra gli altri. Nell’estate del 2018 stava cercando informazioni su Giulio Cesare ed il Rubicone e ha trovato il Cavalluccio per caso. Ha allora pensato che in tempo di tori, leoni, aquile, tigri… una squadra che ha un cavalluccio sullo scudetto merita di essere amata. Insomma, è stato amore a prima vista ! Inoltre, la squadra ha dovuto ricominciare da capo, rinascere dal basso, come tutte le persone devono fare tante volte. Anche lui… Così ha aperto il primo (e a quanto pare, per ora unico) blog spagnolo sul Cesena, Micavalluccio, poi ha scoperto Cesena Mio...

View all posts by Jaime Mariño →

2 Comments on “Ciò che conta è l’amore. Cesena, te quiero!”

  1. Grazie mille amico Stefano. Il calcio unisce persone e paesi. Spero di visitare la Romagna un giorno.

  2. Jaime, tu sei un vero “aficionado” del Cesena !!! E’ veramente gratificante per noi Popolo di Romagna vederti così appassionato alle sorti del nostro amato Cavalluccio … Gracias hermano !!!

Comments are closed.