Nell’uovo di Camplone, tre sorprese al prezzo di una

Andrea Camplone e Gennaro Gattuso

OPINIONI DI UN DIVANO – Per quanto originale sia la sorpresa che troverete nell’uovo di Pasqua, niente può superare quella preparata da Camplone

Certamente molti affezionati lettori avranno notato con sorpresa che le Opinioni di un Divano non sono state pubblicate dopo la vittoria di Pisa. Beh, forse qualcuno se ne sarà accorto. No, nessuno? Allora ve lo dico io, fidatevi. Ma come (sarebbe stata la legittima domanda che si sarebbe fatto l’affezionato lettore), il Divano ci tritura le parti basse da mesi, sostenendo la necessità di provare Peppe Panico dal primo minuto e stavolta che è successo e che addirittura il Cesena ha sbancato l’Arena Garibaldi, il Divano è muto? Afasico? Assente? Incredibile! Invece è proprio così, il vostro opinionista di riferimento è rimasto senza parole. E non solo lui. Camplone ripassa al 4-3-3! Camplone inserisce Panico dal primo minuto! Camplone aggiunge Panico alla coppia CoccoCiano e non in sostituzione di uno dei due! Tre colpi così e il povero Gennaro Ringhio Gattuso è rimasto sbalordito. Nell’uovo di Camplone c’erano tre sorprese!

Ma lo stesso Panico dei primi venti minuti stenta ancora a crederci. Si dà i pizzicotti in faccia, si chiede “sono sveglio?”, si agita come un ossesso e non ne azzecca una. E qui viene fuori la forza di Peppe. Un altro magari si deprime, esce dalla partita, va in affanno. Peppe no, più pasticcia, più si incaponisce e si avvicina alla porta, raddoppia la voglia di fare, spariglia, punta l’obiettivo e non lo molla mai. Ujkani e il palo provano ad abbatterne il morale, niente. Peppe la furia insiste, prende confidenza (e anche un po’ di residenza) in area di rigore e dai e dai succede che mette la palla bella tesa dove passa Ciano – che la sbatte sul palo – che la rimbalza su Ujkani – che la mette dentro. TILT! Puff puff! Che fatica… Non è ancora un attaccante fatto e completo (e ci mancherebbe, ha vent’anni…), ma lo sarà, perché dell’attaccante ha la ferocia e la voglia di vedere a tutti i costi quella sfera gonfiare la rete, non importa come. La squadra, con Peppe in campo, si ritrova, in modo naturale, parecchi metri più avanti, perché quello non sta mai fermo, scalpita e punta verso la meta, il gol è la sua idea fissa. Un fastidio fisso per le difese. Dall’uovo di Pasqua preparato da Camplone per il Pisa è uscito un pulcino mannaro che ha azzannato la partita, con scarso gradimento della tifoseria pisana e grande godimento di quella bianconera.

Ecco quello che avevo in mente di scrivere sabato sera e che non sono riuscito a fare… Sono arrivato al 96′ stremato, come tutti voi, dalla tensione e dalla paura di non farcela ancora una volta, dopo tante rimonte subite in extremis ed ero troppo contento e sfinito per zampettare su una tastiera. Come si dice, un vecchio Divano felice come una… Pasqua… La stessa che vi auguro, di cuore, felice e serena, a nome mio e di tutta la redazione di Cesena Mio.

Siamo laggiù, a venti centimetri dall’inferno, ma guardiamo tanti penitenti dall’alto dei nostri sudatissimi e meritatissimi 39 punti. E allora, fino a lunedì, è solo gioia. Dopo, lunedì, direi di fare il bis di Pisa con quello Spezia che ci ha mandato di traverso i playoff dello scorso anno. Mi sembra un’ottima idea!


Immagine tratta dal sito legab.it

Condividi
Ricerca personalizzata
About Alberto Neri 45 Articles
Alberto Neri (Wolf) è nato parecchi anni fa a Cesena, ma all’età di 5 anni è stato "deportato" a Faenza al seguito della famiglia. Da allora il Cesena è stato il legame identitario con la sua città di origine, dove ora abita nuovamente. Da ragazzino veniva in treno da Faenza, prendeva la bici del nonno Ermenegildo (Gildìn) e si fiondava allo stadio. Così Gildìn, grande tifoso, ma ormai anziano, in cambio di 100 Lire, riceveva una cronaca vivace della partita. Da lui Wolf ha imparato che il Cesena è come una malattia cronica: se ce l’hai te la tieni finchè campi. Ma, in questo caso, non ti dispiace.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*