Tesser : “Castori riesce sempre ad ottenere il massimo. I numeri parlano per lui”

Attilio Tesser
Invia l'articolo agli amici

INTERVISTA – Rileggiamo il campionato appena concluso con Attilio Tesser, ex tecnico della Cremonese e profondo conoscitore della cadetteria

L’eco della strepitosa salvezza centrata in rimonta dal Cesena ancora risuona tra il popolo bianconero. Come sapete, abbiamo deciso di raccogliere il punto di vista degli addetti ai lavori (vedi Le interviste di Cesena Mio) sull’impresa realizzata dai ragazzi di mister Castori: dopo Baroni ed Aztori, è oggi il turno di Attilio Tesser, tecnico della Cremonese fino all’esonero subito il 23 aprile, ma in passato anche alla guida di Novara, Avellino e Ternana. Ecco il pensiero di Tesser a Cesena Mio:

Ciao Attilio, grazie ad uno sprint finale strepitoso il Cesena si è confermato in cadetteria…
“Direi che la coppia Foschi-Castori è riuscita a centrare questo grande traguardo grazie ad un girone di ritorno di buonissimo livello, nel quale i romagnoli hanno fatto registrare numeri importanti in un ambiente positivo, che li ha trascinati verso l’obiettivo: tutte componenti determinanti”.

Cosa ha inciso principalmente?
“E’ uscito fuori il carattere della squadra: Castori è stato bravo a trasmetterlo ed il gruppo abile a credere in quello che faceva. L’aspetto caratteriale e la mentalità con cui il Cesena è sceso in campo sono state le armi in più”.

Castori è riuscito a condurre i bianconeri alla meta, nonostante alcune critiche ricevute…
“Fabrizio sa bene che lo stimo: lui ha il suo modo di giocare e questo credo gli ha permesso di conquistare risultati straordinari nella sua carriera, ha vinto tanti campionati ed è uno degli allenatori che ha raccolto più punti in Serie B negli ultimi anni. Riesce ad ottenere il massimo, questo è il compito di ogni tecnico e, piaccia o no, per Castori parlano chiaramente i numeri”.

I giocatori bianconeri che ti hanno più impressionato?
“Dico Moncini e Jallow, due attaccanti giovani e di prospettiva: il primo l’avevo visto nel Prato la scorsa stagione e lo reputavo un giovane davvero interessante, mentre il secondo per metà campionato con le sue accelerazioni ha fatto ottime cose. Inoltre, è stata decisiva la fase difensiva, fondamentale per raggiungere ogni tipo di obiettivo”.

Pronostici sulla lotteria dei playoff?
“E’ un mini-torneo giocato su equilibri sottili, un piccolo vantaggio ce l’ha chi è arrivato prima in classifica. Il Frosinone è molto attrezzato, ma bisognerà vedere come reagisce allo choc patito contro il Foggia. Importante sarà l’esperienza e sotto questo profilo il Bari può contare su elementi tipo Floro Flores e Brienza che possono cambiare le gare in qualsiasi momento”.

A cosa è dovuto il repentino calo della Cremonese, che ha anche determinato il tuo esonero?
“Premetto che da neopromossa eravamo partiti con l’obiettivo di salvarci. Per 7 mesi abbiamo espresso un ottimo calcio e fatto cose molto positive, poi a febbraio in contemporanea avevo infortunati quattro titolari come Almici, Paulinho, Claiton e Mokulu e sono iniziate le difficoltà. Penso che saremmo riusciti comunque a raggiungere la salvezza diretta, ma la società ha deciso di esonerarmi ed accetto la decisione”.


Immagine tratta dal sito www.ternioggi.it

About Ivan Zannoni

Ivan Zannoni frequenta da sempre il mondo del calcio, dapprima come giocatore poi come allenatore e dirigente. Ha collaborato con La Voce di Romagna per la quale seguiva i campionati dilettantistici ed ultimamente lo si è anche potuto seguire su Telerimini nel ruolo di opinionista per la trasmissione Dilettanti nel Pallone. Da buon romagnolo, segue con apprensione le vicende del Cesena Calcio e scrivendone, riesce a dar sfogo alla sua passione.

View all posts by Ivan Zannoni →

6 Comments on “Tesser : “Castori riesce sempre ad ottenere il massimo. I numeri parlano per lui””

  1. Secondo me Castori ha numeri ben diversi …..se si esclude l’annata di Carpi grandi risultati non li ha mai ottenuti…anzi

Comments are closed.