Squadre svogliate + campo in pessime condizioni = Cesena-Carpi 0-0

Cesena-Carpi
Invia l'articolo agli amici

CHE BELLO E’ – Poco spettacolo e molti sbadigli fra Cesena e Carpi: finisce a reti bianche il derby emiliano-romagnolo fra i padroni di casa di mister Castori e la formazione di Calabro

Chi da Cesena-Carpi si aspettava un incontro scoppiettante e ricco di emozioni si è dovuto ricredere. In particolar modo nel corso del secondo tempo, quando si è assistito ad un noioso ed inutile possesso palla, attuato esclusivamente per gestire le forze ed attendere con pazienza il fischio finale.

Un punto che sicuramente avrebbe avuto un altro sapore per il Cesena, se solo martedì fosse arrivata la vittoria contro la Pro Vercelli, anziché la clamorosa rimonta subita da 2-0 a 2-2. Meglio però non fare drammi: la squadra non ha perso ed è al terzo risultato utile consecutivo, per cui, in attesa di ritrovare i 3 punti, è accettabile anche un “punticino”. Difficile interpretare oggi la classifica, visto che ancora mancano i risultati di diverse partite rinviate nelle settimane scorse.

Oltre che con una scarsa intesa di gioco, ieri pomeriggio entrambe le formazioni hanno dovuto fare i conti con un cliente molto scomodo: il fondo sintetico dello Stadio Dino Manuzzi. Mai in Romagna si era visto uno scempio simile: il rettangolo di gioco color grigio topo ed un terreno irregolare che ha provocato diverse cadute per i giocatori in campo, i quali, oltre che perdere spesso il pallone, hanno rischiato ingiustificabili infortuni.

Venedo alla partita, mister Castori (grande ex del Carpi, più volte acclamato dai suoi ex tifosi) ha confermato dieci/undicesimi della formazione che martedi aveva pareggiato con la Pro Vercelli: unica novità, Esposito che ha preso il posto di Suagher al centro della difesa (salvo poi riconsegnarglielo a metà ripresa per un colpo duro subito). Nella noia, l’occasione più ghiotta per sbloccare lo 0-0 è capitata alla mezz’ora sui piedi di Saric (entrato pochi minuti prima al posto dell’infortunato Mbakogu), ma con un ottimo riflesso ed anche un po’ di fortuna, l’estremo difensore Fulignati ha chiuso la porta bianconera. Nei restanti minuti di gioco, pochissime sono state le occasioni per gli emiliani di passare in vantaggio, mentre pressoché nulle sono state quelle dalla formazione romagnola, se si eccettuano un paio di buone iniziative di Laribi negli ultimissimi minuti di gioco, quando (finalmente) c’è stato l’ingresso di Moncini come seconda punta in appoggio a Jallow.

Da segnalare un divertente e carino episodio successo durante la prima frazione di gioco: uscita in fallo laterale, la sfera è stata rimessa in gioco velocemente da Kupisz, ma Donkor, non essendosene accorto, è rimasto quasi due minuti a chiederla al raccattapalle… Tutto questo fra le risate del pubblico di casa…

Ora, dopo un breve, ma necessario, periodo riposo (il Cesena ha giocato 3 partite in appena 8 giorni, nelle quali ha conquistato 5 punti), è bene iniziare a preparare la trasferta di venerdì prossimo a Foggia, nella temibile bolgia dello Stadio Zaccheria.

Che bello è

Tra i bianconeri, il migliore è stato Karim Laribi, entrato al 1′ del secondo tempo al posto di un opaco e timido Vita: l’italo-tunisino ha avuto il merito di provare a creare qualche pericolo alla porta difesa da Colombi. Come in altre occasioni, quando in cabina di regia siede il 5 bianconero, è lecito aspettarsi da un momento all’altro una giocata geniale per segnare o per servire i compagni, se meglio posizionati. Bene anche Andrea Fulignati che, seppur chiamato poche volte in causa, si è fatto trovare pronto ed attento.


Immagine tratta dal sito www.cesenacalcio.it

About Filippo Maestri

Filippo Maestri è un giovane tifoso bianconero che, molto precocemente, già all’età di 3 anni, ha assistito alla sua prima partita dagli spalti del Dino Manuzzi! Non poteva che essere amore a prima vista… Dall’età di 13 anni, Filippo è abbonato in Curva Mare e, ora che ha terminato gli studi all’Istituto Tecnico Pascal di Cesena, riesce anche a seguire il Cavaluccio in giro per l’Italia. Pur senza precedenti come blogger, dimostra grande voglia e determinazione nel voler scrivere dell’amato Cesena e attraverso Cesena Mio dà sfogo a queste sue passioni.

View all posts by Filippo Maestri →

2 Comments on “Squadre svogliate + campo in pessime condizioni = Cesena-Carpi 0-0”

Comments are closed.