Molte società di Serie B ancora alla ricerca dell’allenatore

Nesta allenatore Perugia
Invia l'articolo agli amici

LO SPUNTO – Undici società di Serie B hanno già definito l’allenatore per la prossima stagione, mentre altrettante devono ancora affidare la panchina

Dopo tre settimane dalla fine del torneo cadetto e con in corso i playoff di Serie B e Lega Pro (vedi SerieB #44 – Grande equilibrio nelle semifinali playoff) che completeranno l’elenco delle 22 protagoniste del prossimo campionato, andiamo ad analizzare le scelte operate dalle varie società rispetto all’allenatore.

A tutt’oggi sono 11 i club di Serie B che hanno già nominato il tecnico per la stagione 2018/19. Tre squadre hanno operato un cambio rispetto allo scorso anno e lo hanno già ufficializzato: il Benevento si è affidato a Bucchi, mentre il Brescia ed il Carpi hanno scelto gli emergenti Suazo e Chezzi rispettivamente. Si sono già meritati la conferma Castori del Cesena, Colantuono della Salernitana ed i tre neopromossi dalla Lega Pro: Bisoli del Padova, Liverani del Lecce e Sottil del Livorno. Subentrati nel finale di stagione per condurre all’obiettivo le rispettive squadre, sono vicinissimi all’accordo per proseguire il rapporto anche Nesta del Perugia, Mandorlini della Cremonese e Pillon del Pescara.

Dopo aver passato in rassegna le società che hanno già le idee chiare e la linea tracciata, vediamo le indecise. Ascoli e Bari (oltre al Cesena) sono impegnate a risolvere problemi societari e dunque la scelta del nuovo tecnico resta in stand-by: Cosmi attende notizie e garanzie dalla proprietà del Picchio, mentre pare scontato l’addio di Grosso e per la panchina biancorossa si vociferano Baroni e Oddo. Foscarini deve ancora sciogliere la riserva con l’Avellino, mentre per cautelarsi gli irpini stanno sondando l’ex Santarcangelo Marcolini, reduce dall’esperienza di Alessandria, e Zironelli, che ha guidato con successo il Mestre nell’ultimo biennio. Lo stesso Foscarini è corteggiato dallo Spezia, che infatti non ha confermato Gallo e che ha avuto contatti con Corini, proveniente dalla tutt’altro che esaltante avventura di Novara nella prima parte di stagione. Salutato Zenga, il Crotone è alla ricerca di un nuovo timoniere per ripartire dopo la cocente retrocessione: pare essere Stroppa in pole position, seguito a ruota da Rastelli, Baroni e Grosso. Stroppa che però deve prima decidere se proseguire o meno l’esperienza alla guida del Foggia: in caso di addio, i Satanelli potrebbero puntare su Zironelli. Infine, grande incertezza all’Hellas Verona, dove l’indiziato numero uno a prendere il posto di Pecchia è Grosso, come detto in uscita dal Bari.

Prematuro ogni discorso per le quattro formazioni ancora in corsa per la promozione in Serie A (Palermo, Frosinone, Cittadella e Venezia), così come per la quarta promossa dalla Lega Pro (una tra Catania, Cosenza, Siena e Sudtirol).


Immaine tratta dal sito  www.corrieredellosport.it