SerieB #43 playoff e playout – Avanti Venezia e Cittadella, Ascoli salvo

Entella-Ascoli playout SerieB
Invia l'articolo agli amici

CAMPIONATO – Un doppio 0-0 nel playout con la Virtus Entella regala la salvezza all’Ascoli. Venezia-Palermo e Cittadella-Frosinone le semifinali playoff di SerieB

Inizia pian piano a prendere forma la SerieB 2018/19. Alle 9 formazioni che hanno chiuso la stagione dal 9° al 17° posto e quindi mantenuto la categoria (Foggia, Spezia, Carpi, Salernitana, Cesena, Cremonese, Avellino, Brescia e Pescara), si sono aggiunte le 3 retrocesse dalla Serie A (Benevento, Hellas Verona e Crotone) e le 3 promosse dalla Lega Pro (Lecce, Livorno e Padova). Negli ultimi giorni si è aggiunto l’Ascoli, che ha avuto la meglio nel playout di B, ed anche Bari e Perugia che hanno già concluso il loro cammino nei playoff promozione. Restano qundi da definire altre 4 squadre, ovvero le tre che non saliranno in A dopo i playoff e la vincitrice dei playoff di Lega Pro, giunto alle semifinali (Siena-Catania e Sudtirol-Cosenza).

Playout – SerieB

Non riesce il doppio miracolo alla Virtus Entella, che nell’ultima giornata di regular season aveva espugnato a sorpresa il Piola di Novara, regalandosi l’inaspettata chance di poter ancora sperare nella salvezza. Ebbene, entrambe sfide con l’Ascoli si sono concluse con il punteggio di 0-0 e a conquistare la salvezza sono stati i bianconeri marchigiani in virtù del miglior piazzamento in classifica (il 18°): l’Entella torna in Lega Pro dopo 4 anni consecutivi di cadetteria ed una campagna acquisti che lasciava presagire un esito diverso del campionato.

Playoff – SerieB

Posticipati di una settimana per via della decisione del Tribunale Federale in merito alle irregolarità nei pagamenti operati in stagione dal Bari, i playoff 2017/18 hanno finalmente inizio con una clamorosa inversione di campo, tra Bari e Cittadella, visto il -2 in classifica comminato alla società pugliese, che quindi si è ritrovata al 7° posto e non più al 6°. Come noto, oltre al fattore campo, il grande vantaggio della formula in vigore stà nel fatto che chi ha conseguito il miglior piazzamento in classifica ha a disposizione due risultati su tre per passare il turno.

Il Bari affrontava quindi il Cittadella al Tombolato nel preliminare in gara secca, consapevole di passare il turno soltanto battendo gli amaranto: il match è stato molto teso sin dai primi minuti e si è sbloccato soltanto ad inizio ripresa con il gol di Galano, abilissimo nel fulminare il portiere Alfonso con un sinistro imprendibile dai 20 metri. Tuttavia, la risposta del Cittadella non si è fatta attendere ed in meno di 20 minuti il risultato è ribaltato: mattatore il centrocampista Bartolomei, autore di una strepitosa doppietta (5 gol nelle ultime 4 partite per il centrocampista): prima trova la rete con una punizione potentissima, poi infila ancora Micai con uno splendido tiro al volo. I biancorossi però non si arrendono ed agguantano il pari negli ultimi minuti grazie a una papera del portiere Alfonso, che deposita nella sua porta un innocuo traversone di Nenè. Nei tempi supplementari si fa sentire la stanchezza, il Bari non riesce a trovare il gol del vantaggio e la partita diventa nervosa: espulsi prima Gyomber per espressioni ingiuriose nei confronti dell’arbitro e poi Brienza per un brutto calcione rifilato a Schenetti. La partita termina così 2-2 ed il Cittadella accede alle semifinali, nelle quali affronterà il Frosinone (andata mercoledì, ritorno domenica)

Il secondo match, Venezia-Perugia, è decisamente meno equilibrato: termina infatti con un perentorio 3-0 a favore dei padroni di casa. Il primo tempo è molto combattuto, ma a passare in vantaggio sono i lagunari grazie alla prodezza dell’uomo-mercato Stulac. Nella ripresa invece gli umbri non si fanno quasi mai pericolosi e diventa facile per la squadra di Filippo Inzaghi chiudere la pratica con le reti di Modolo e Pinato. In semifinale il Venezia affronterà il Palermo in una sfida affatto scontata.

Playoff – Lega Pro

La lunghissima post season di Lega Pro è iniziata già da alcune settimane, coinvolgendo ben 27 formazioni (9 per ciascun girone) e rendendo necessari addirittura i 32esimi di finale. Il lungo torneo ad eliminazione diretta è ora arrivato alle semifinali (andata mercoledì, ritorno domenica), nelle quali si affronteranno Siena e Catania nella parte alta del tabellone e Sudtirol-Cosenza nella parte bassa. Nei turni precedenti sono uscite, tra le altre, il Pordenone, capace invece di arrivare in semifinale lo scorso anno, Reggiana, Alessandria, Pisa e Trapani, ed infine anche Sambenedettese e Viterbese. Pronostico molto incerto, anche se il Siena sulla carta sembra avere qualcosina in più…


Immagine tratta dal sito www.legab.it

One Comment on “SerieB #43 playoff e playout – Avanti Venezia e Cittadella, Ascoli salvo”

  1. l’ entella per molti doveva andare in serie a, d’altronde poteva contare su crimi :-)))

Comments are closed.