SerieB #27 – L’Empoli allunga, il Cesena torna in zona retrocessione

Serieb 27 - Gol Marilungo Spezia
Invia l'articolo agli amici

CAMPIONATO – Nella 27^ di serieB, l’Empoli approfitta della sconfitta del Frosinone e resta solo al comando, in coda vince l’Ascoli che stacca la Ternana

Ben tre vittorie esterne nella 27^ giornata di serieB, caratterizzata anche da tre 0-0. Se il successo del Bari a Terni poteva essere prevedibile, era assai più difficile pronosticare la vittoria del Brescia a Foggia e men che meno quella del Perugia in casa della ex capolista Frosinone, ora superata dall’Empoli che ha pareggiato a Cittadella. Alla luce dei risultati maturati nel weekend, il Cesena ripiomba in zona retrocessione, con un solo punto di margine dalla ventesima posizione, qualla che a fine campionato significherà la retrocessione diretta.

In tal senso, è pesante la sconfitta 2-1 del Cesena ad Ascoli: i marchigiani hanno dominato la gara, ritrovando una vittoria che al Del Duca mancava da ben 4 mesi grazie alle reti di Mogos e Clemenza, intervallate dal gol di testa di Fedele, il quale finirà anzitempo la partita per una giusta espulsione. Vince in casa anche l’Avellino, che si toglie momentaneamente dai guai, facendovi finire gli avversari di giornata: superato infatti per 2-1 il Novara di Mimmo Di Carlo grazie alla doppietta di Gavazzi, rendendo ininfluente il gol del momentaneo pareggio di Calderoni. Sempre nella zona calda della classifica, vince a sorpresa 2-1 il Brescia allo Zaccheria di Foggia (vantaggio rossonero di Mazzeo, poi rimontato da Torregrossa e Caracciolo), centrando così la terza vittoria in quattro partite, il che significa un deciso allontanamento dalla zona playout .

Rallenta l’Empoli, ma riesce comunque a guadagnare la testa della classifica di serieB in solitaria. In extremis, a Cittadella, la capolista pareggia con Bennacer la rete di Kouame (1-1), mentre il Frosinone subisce la prima sconfitta casalinga della stagione per mano del Perugia, che incassa il gol di Soddimo, ma poi dilaga 3-1 con Cerri, Mustacchio e Buonaiuto. Continua la risalita del Bari, che in casa della Ternana mette a segno il quarto 2-1 della giornata con i gol di Henderson e Marrone, mentre è stato di Defendi il momentaneo pareggio dei rossoverdi. Non tiene invece il passo il Palermo, che non va oltre lo 0-0 contro la Pro Vercelli, lo stesso risultato in bianco con cui terminano anche Carpi-Virtus Entella e Cremonese-Pescara. 

Infine, negli anticipi di venerdì lo Spezia ha dilagato contro la Salernitana con i gol degli ex cesenati Marilungo e Granoche, oltre a quello di Pessina che aveva aperto le marcature, mentre Parma e Venezia hanno impattato sul 1-1 con i gol di Firenze per gli ospiti e dell’eterno Calaiò per i padroni di casa

Rimane tutto invariato in vetta alla classifica marcatori: Caputo (20, Empoli), Donnarumma (15, Empoli), Di Carmine (14, Perugia) e Montalto (14, Ternana) non hanno infatti segnato. Sono invece andati a segno Mazzeo (11, Foggia) e Caracciolo (10, Brescia), che con questa rete si porta a meno 6 (129) dal record assoluto di marcature in serieB di Schowh (135), lo stesso inseguito da Cacia (134).


Immagine tratta dal sito www.legab.it

About Matteo Magnani

Matteo Magnani è fedele tifoso del Cesena fin dalla tenera età di 8 anni, grazie alla grande passione trasmessagli dal padre. Studia Giurisprudenza nel campus di Ravenna e da oltre tre anni è uno degli apprezzati editor della pagina facebook emergente Per chi ama il Cesena, dove ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo dell’editoria digitale, rigorosamente seguendo con passione (e spesso anche apprensione) le vicende del “suo” Cesena calcio.

View all posts by Matteo Magnani →