SerieB #24 – Il Frosinone non si ferma più, risale il Cesena

SerieB 24 - Camillo Ciano
Invia l'articolo agli amici

CAMPIONATO – In serieB Frosinone ed Empoli volano, mentre il Cesena esce dalla zona retrocessione nonostante le vittorie di Ascoli, Pro Vercelli, Brescia e Foggia

Tornano i gol e lo spettacolo in serieB. La 24^ giornata del campionato cadetto fa infatti segnare il nuovo record di reti stagionale, ben 40 (media incredibile di 3,63 a partita), quattro in più del precedente limite. L’altro aspetto che caratterizza il turno appena concluso è la classifica che torna ad accorciarsi, complici le vittorie di Foggia, Cesena, Brescia, Pro Vercelli ed Ascoli e le contemporanee sconfitte di Palermo, Parma, Cremonese e Bari: ora la distanza tra playoff e playout è di 9 punti, davvero un nulla dopo 24 partite disputate.

Le uniche squadre che non hanno subito gol sono le attuali dominatrici di questa serieB: il Frosinone ha superato senza troppo affanno il Pescara per 3-0 (Ciano, Terranova e Chibsah), allungando a 6 la serie di vittorie consecutive e conservando la testa classifica, mentre l’Empoli ha annientato 4-0 il Palermo nell’anticipo di venerdì sera grazie alla tripletta di uno stratosferico Caputo (20 gol in 24 partite) ed al gol del neoacquisto Matteo Brighi.

Ma se questi due successi erano in qualche modo prevedibili, sono al contrario sorprendenti le vittorie del Brescia contro il Parma (2-1 con doppietta di Torregrossa e rete di Ceravolo) e della Pro Vercelli per 3-2 in casa della Cremonese. Allo Zini succede davvero di tutto: i padroni di casa passano in vantaggio con Scappini, poi sprecano diverse occasioni per raddoppiare e subiscono l’inaspettato pareggio di Castiglia che rimette in corsa la Pro che da quel momento in poi domina la partita e va a segno due volte con Germano, prima dell’inutile gol di Cavion negli istanti conclusivi. Del tutto inaspettata anche la vittoria 2-1 dell’Ascoli a Novara per 2-1 (il gol di Puscas è rimontato da Buzzegoli e Monachello) che costa l’esonero all’allenatore novarese Corini.

Torna a vincere anche il Foggia, che supera l’Avellino 2-1 in uno Zaccheria deserto (la partita si è giocata a porte chiuse) ribaltando lo svantaggio iniziale di Asencio con i gol di Nicastro e Mazzeo.  Non mancano i gol nelle restanti partite: il Venezia stende 3-1 il Bari in caduta libera (doppietta Litteri e gol Stulac per i padroni di casa, gol della bandiera di Sabelli), il Cittadella vince 3-1 a Perugia con i sigilli di Kouame, Schenetti e Strizzolo (evidente la complicità del portiere ex cesenate Leali) ai quali si contrapppone nel tabellino il solo Cerri, infine il Carpi espugna 2-1 l’Arechi di Salerno con Poli e Verna, mentre è di Sprocati il gol dei campani. Ha chiuso il turno di serieB il derby ligure tra Virtus Entella e Spezia terminato con la vittoria di misura 1-0 degli ospiti grazie al gol di Maggiore.

Impressionante il dominio delle prime della classe anche nella classifica marcatori: primi due posti ad appannaggio dell’Empoli con Caputo (20) e Donnarumma (13), ma anche il Frosinone sale con Ciofani (11) e Ciano (10), quest’ultimo leader assoluto della classifica degli assistmen con 13 (il secondo in graduatoria ne ha confezionati 8). Oltre che nella classifica del campionato, il Cesena sale anche coi singoli: Jallow è ottavo nella classifica marcatori con 10 gol, mentre Laribi è quarto in quella degli assist con 7.


Immagine tratta dal sito www.legab.it

3 Comments on “SerieB #24 – Il Frosinone non si ferma più, risale il Cesena”

  1. Stefano Manzi Ma questa cosa che abbiamo noi tifosi di non riconoscere il talento, o il suo opposto, anche quando ce l’abbiamo sotto il naso per questioni di simpatia o per altre sensazioni di vario tipo come quelle di pancia o di pelle, che ci convincono di cose lontane dalla realtà, come te la spieghi? Ed oggi nella nostra squadra chi sono i giocatori che stanno subendo lo stesso trattamento? E poi, è vera la regola che dice che se un giocatore rende in qualunque squadra lo si mandi a giocare, allora è certamente un buon giocatore? E quelli mezzi rotti, come Capelli, come li cataloghiamo? E i Cascione che diventano parte dell’arredamento?

Comments are closed.