SerieB #16 – Giornata di attesi derby e grandi bomber

Serieb giornata 16
Invia l'articolo agli amici

CAMPIONATO – Il Bari non perde un colpo e resta da solo in testa alla classifica di serieB. Tra i bomber, in evidenza Ciano e Caputo nel 3-3 di Frosinone

La 16^ giornata di serieB era molto attesa dai tifosi, visto che presentava tre derby piuttosto particolari. Nel weekend si è infatti disputato il primo derby assoluto tra i professionisti Carpi-Parma, che in passato si erano sfidate solo nei dilettanti, l’ultima volta nel 1975/76 nella Coppa Italia di serie C. Era poi in programma il sentitissimo Bari-Foggia che a sua volta mancava in campionato da oltre vent’anni (1996/97), visto che il match del 9 agosto 2015 era valido per la Coppa Italia (Bari 1-2 Foggia). Infine, si è giocato anche il derby Ternana-Perugia, che pur essendo ormai un classico, non lascia mai indifferenti i tifosi umbri.

Se nella giornata precedente avevano vinto tutte le squadre sulla carta più forti (Empoli, Bari, Parma, Pescara, Perugia), la 16^ si caratterizza invece per le vittorie delle squadre di media classifica, che così accorciano sulla zona playoff e restituiscono al campionato quell’equilibrio che era invece saltato una settimana fa. Lo Spezia dilaga 4-0 contro il Pescara (Maggiore, Ammari, Granoche e Forte), mentre il Cittadella supera 2-1 la Salernitana (Varnier e Litteri per i padroni di casa, Pucino per gli ospiti), che così vede interrompersi una striscia d’imbattibilità lunga 12 partite. Trovano i tre punti anche il Novara ed il Carpi, che un po’ a sorpresa battono rispettivamente Venezia e Parma: i piemontesi (Da Cruz, Dickmann, Macheda) vincono 3-1 in trasferta contro i lagunari (Falzerano), mentre i carpigiani chiudono la pratica già dopo 10 minuti con i gol di Pasciuti e Verna, mentre serve solo a ridurre le distanze il gol ducale di Insigne.

Riescono a vincere solamente due delle big, allungando sulle inseguitrici: il Bari batte il Foggia per 1-0 con gol decisivo del foggiano Galano e resta da solo in testa alla classifica di serieB con 29 punti; segue ad un punto il Palermo, che riscatta prontamente la brutta prova di lunedi scorso contro il Cittadella ed espugna 3-1 il Partenio di Avellino grazie ai gol di Gnahorè, Nestorovski e all’autogol di Molina, mentre è di Asencio il gol della bandiera campano. A quota 26 seguono Parma, Venezia e Frosinone. Incredibile quello che è successo al Castellani: nonostante il vantaggio di ben tre reti, ovvero le perle di Ciano (doppietta) e di Dionisi, il Frosinone si fa rimontare dall’Empoli, che dopo aver beneficiato dello sfortunato autogol di Bardi, acciuffa in extremis il pari con la doppietta nel recupero del solito Caputo. Con la sua quinta doppietta stagionale, Caputo sale a 14 in classifica cannonieri, ben 4 in più degli inseguitori Nesterovski, Pettinari e Galano, mentre Ciano pareggia il numero dei gol e degli assist (6).

Per  fortuna del Cesena, in coda nessuno riesce a vincere, ma per i bianconeri è necessaria la vittoria contro il Brescia nel posticipo di questa sera, per far si che questi risultati siano davvero propizi. L’Ascoli pareggia 0-0 contro la Cremonese e resta ultimo (a pari punti con il Cesena), mentre finiscono 1-1 gli altri due scontri diretti per la salvezza: pareggiano infatti Pro Vercelli ed Entella (al vantaggio ospite di La Mantia risponde Bifulco) e finisce in parità anche Ternana-Perugia, con i rossoverdi che vanno avanti con Montalto, ma si fanno raggiungere in pieno recupero dal rigore di Di Carmine.


Immagine tratta dal sito www.legab.it

Ricerca personalizzata