SerieB #15 – Turno con 31 reti: equilibrio in frantumi

Serieb 15
Invia l'articolo agli amici

CAMPIONATO – Nuove capolista in serieB, con Bari e Parma, che scavalcano Frosinone e Palermo. In coda perdono terreno Ascoli, Cesena e Ternana

Va in frantumi l’equilibrio in serieB. Nella 15^ giornata vintono tutte le squadre più accreditate, superando agevolmente, talvolta con punteggi molto rotondi, le soccombenti avversarie che in molti casi denunciano gravissimi limiti difensivi. Una di queste situazioni si è verificata proprio ad Empoli, dove la squadra di casa ha maramaldeggiato contro il povero Cesena, asfaltato con il punteggio di 5-3, risultato tra l’altro bugiardo, visto che i bianconeri hanno segnato due reti in pieno recupero, a partita già abbondantemente conclusa, con i toscani che avevano già la testa negli spogliatoi. In gol Donnarumma (2), Zajic e Krunic per l’Empoli, Fazzi, Jallow e Moncini per il Cesena.

Come detto, vincono le altre big. Una di queste è il Parma, che conquista la vetta per la prima volta in questa stagione grazie al 4-0 inflitto all’Ascoli (Iacoponi, Baraye, Munari, autogol di Lanni). Torna al successo dopo 4 partite il Pescara che supera 3-1 la Pro Vercelli e si rilancia in classifica: per gli abruzzesi rete di Capone e doppietta di Pettinari (ora a quota 10), per i piemontesi a segno Morra. Vince anche il Perugia, a secco di vittorie dalla sesta giornata, che strapazza 5-0 il Carpi con la doppietta di Di Carmine ed i centri di Buonaiuto, Bandinelli e Han; completa la giornata completamente storta degli emiliani l’errore dal dischetto di Malcore, seppur a partita già decisa. L’altra big vittoriosa è il Bari, che sul campo del Novara centra la prima vittoria esterna: di Petriccione e Andersson le reti “corsare”, mentre i padroni vanno in gol con Maniero allo scadere ed ora sono la squadra col peggior rendimento interno (6 punti in 7 gare).

Finiscono in pareggio le altre partite e pertanto nessuna sorpresa clamorosa nella 15^ di serieB. Interrompono la loro corsa le squadre posizionate al secondo posto della classifica: il Frosinone è costretto al pari casalingo dall’Avellino (rispettivamente in gol con Ciofani e Castaldo), mentre il Venezia impatta 0-0 in casa della Virtus Entella, peraltro ringraziando il portiere Audero per aver evitato guai peggiori. Un pareggio anche tra le sorprese di questo campionato: la Salernitana passa in vantaggio con Ricci (ancora in gol dopo la rete del 3-3 contro il Cesena), ma poi viene raggiunta dal gol di Arini per la Cremonese. In attesa dell’ultimo posticipo tra PalermoCittadella, che potrebbe riportare in testa i rosanero, nel frattempo saliti alla cronaca per la dichiarazione di fallimento della società, chiudiamo con il pareggio 1-1 tra Foggia e Ternana (vantaggio ospite con Tremolada, pareggio rossonero con Beretta) e quello tra Brescia e Spezia (Caracciolo, Ammari).

Un turno con ben 31 gol, di cui 21 concentrati in sole 4 partite, e nel quale la classifica inizia ad allungarsi: per la prima volta in stagione sono diventati 6 i punti tra l’ultima posizione virtualmente buona per i playoff (Salernitana e Cremonese 22) e quella che costringerebbe ai playout (Pro Vercelli e Virtus Entella 16).


Immagine tratta dal sito www.legab.it

Ricerca personalizzata