SerieB #12 – Palermo in vetta, volano Parma e Salernitana

Serieb 12 - Nesterovski
Invia l'articolo agli amici

CAMPIONATO – Tanti gol e ben 5 doppiette nella 12^ di serieB: Nesterovski e Mazzeo salgono a meno due da Caputo; di Paulinho, Di Carmine e Boccalon le altre

Anche la 12^ giornata conferma come la serieB sia un campionato estremamente equilibrato, ricco di gol e di emozioni. Gol che non sono mancati al Dino Manuzzi, con il Cesena raggiunto due volte dal Novara (a Jallow ha risposto risposto Chajia, mentre la rete dell’ex di Scognamiglio è stata pareggiata da Macheda per il 2-2 finale). Non c’è che dire, l’Orogel Stadium è ormai una garanzia di spettacolo, visto che in 6 partite sono stati realizzati 17 gol, per una media di quasi 3 a partita (per il Cesena 9 fatti e 8 subiti), mentre sono stati ben 10 nelle due ultime gare (6 in Cesena-Foggia e 4 in Cesena-Novara).

In vetta alla classifica del campionato cambiano ancora una volta le gerarchie. La nuova capolista è il Palermo, che trascinata da uno straripante Nestorovski (seconda doppietta consecutiva per il macedone) supera 2-0 l’Entella e si porta a 21 punti. Inseguono tre squadre, distanziate di appena un punto. La prima è l’Empoli, che perde la testa della classifica in seguito alla sconfitta 2-1 contro la Salernitana, giunta al nono risultato utile consecutivo e, a sua volta, a soli 2 punti dalla testa: toscani condannati dalla doppietta di Bocalon, che rimonta la splendida punizione di Pasqual in apertura. La seconda inseguitrice è il Frosinone, che con la rete di Ciofani strappa un punto importante in casa del Venezia, a segno con Modolo. Infine, a quota 20 troviamo anche il Parma, che vince 2-0 contro l’Avellino e centra la terza vittoria consecutiva grazie alle reti di Di Gaudio e Insigne.

Il grandissimo equilibrio fa si che quasi tutte le altre squadre di questa serieB si trovino racchiuse in pochi punti. A quota 19, il Bari si conferma rullo compressore in casa (6 vittorie in 7 partite): questa settimana la vittima è l’Ascoli, sovrastato 3-0 dalle reti di Galano, Floro Flores e dall’auotorete di Mogos. Estremamente solida tra le mura amiche, dov’è ancora imbattuta, anche la Cremonese, capace di rimontare per tre volte il Perugia in un’incredibile altalena di emozioni: apre le marcatura Dossena a cui risponde l’autogol di Zanon, poi va in scena il doppio botta e risposta Di Carmine-Paulinho per il 3-3 conclusivo. Due le vittorie esterne, entrambe abbastanza sorprendenti: il Foggia che già aveva sfiorato il colpaccio a Cesena vince 4-1 in casa della Pro Vercelli (vantaggio biancoscudato di Raicevic, cui segue la rimonta dei satanelli in gol con il solito Mazzeo due volte, Chiricò e Fedato); il Brescia espugna invece 3-0 l’Adriatico di Pescara con Machin, Caracciolo e Ferrante. Chiusura con lo scialbo pareggio 0-0 tra Spezia e Cittadella, match nel quale si segnala il rigore parato da Di Gennaro a Iori.

Giornata che si concluderà questa sera con il posticipo Ternana-Carpi, match che interessa il Cesena, visto che con una vittoria i rossoverdi potrebbero sopravvanzare i bianconeri in classifica, lasciandoli al penultimo posto.


Immagine tratta dal sito www.legab.it

Ricerca personalizzata