SerieB #10 – Il campionato pare attendere il Cesena

SerieB giornata 10
Invia l'articolo agli amici

CAMPIONATO – Nella 10^ giornata di serieB il Venezia batte l’Empoli e lo aggancia in vetta. Il Cesena pareggia e resta ultimo, ma le concorrenti non vincono

Nel campionato di serieB l’equilibro continua a regnare sovrano, dato che le prime della classe incappano in una sconfitta in questa 10^ giornata, conclusasi già nel pomeriggio di sabato visto l’imminente turno infrasettimanale. Una sola vittoria esterna, una novità per la cadetteria di quest’anno, che ci aveva invece abituati ad incredibili colpi di scena da parte delle squadre in trasferta. Circostanza che peraltro si sarebbe ripetuta anche sabato, se non fosse stato per la pazzesca rimonta last minute completata sul 3-3 dal Cesena ai danni del Foggia (vedi Cesena tutto cuore e grinta: che rimonta contro il Foggia!). E così troviamo ben 7 squadre in un solo punto in vetta, mentre sono addirittura 10 le formazioni in appena 3 punti. Equilibrio anche in coda dove, Cesena a parte che ancora insegue con 2 punti sulla penultima, ci sono 10 squadre in 3 punti ed una situazione che si può ancora facilmente ribaltare con un paio di risultati utili consecutivi.

Cade dunque la capolista Empoli, sconfitta 1-0 dal Venezia in gol al 88’ con Moreo: con questi preziosi tre punti, i lagunari agganciano sorprendentemente i toscani in vetta alla classifica. Segue ad un solo punto di distanza un folto gruppo composto da ben 5 squadre, tra le quali l’unica a non aver vinto è il Frosinone, fermato sul 1-1 dalla Salernitana, in vantaggio con Schiavi, poi pareggiato da Crivello per i ciociari. Vince invece il Novara (avversario del Cesena sabato prossimo al Dino Manuzzi), la grande sorpresa di questo turno, che trova tre punti pesantissimi in casa del Palermo grazie allo 0-2 firmato dalla doppietta del mancato bianconero Moscati: per i rosanero si tratta della prima sconfitta stagionale, mentre i piemontesi vantano ora il miglior rendimento esterno del torneo con ben 10 punti in 6 partite. Vittoriose anche le altre attuali terze: la Cremonese vince 2-0 il derby contro il Brescia (a segno Piccolo e Claiton), il Pescara batte 2-1 in rimonta l’Avellino (vantaggio ospite con Bidaoui, poi aggancio e sorpasso della formazione di Zeman con Mancuso e l’ottavo centro di Pettinari), infine i galletti del Bari che volano con le ali, ovvero Galano e l’ex cesenate Improta, che assieme a Basha (doppietta) confezionano il rotondo 4-2 sul Cittadella, in gol con Salvi e Pasa.

In coda vince solo lo Spezia, che dilaga per 4-2 contro il Perugia, giunto alla quarta sconfitta consecutiva e che pertanto cercherà pronto riscatto martedi sera in casa contro il Cesena, l’unica squadra di questa serieB sempre sconfitta in trasferta: per gli umbri inutili i centri di Volta e Mustacchio, mentre i liguri si tolgono dalla zona calda grazie ai sigilli di Masi, Mastinu, Forte e Granoche, quest’ultimo al secondo centro consecutivo. Torna a vincere il Parma, che non festeggiava al Tardini dalla prima di campionato: con Lucarelli, Calaiò e Insigne, i ducali superano infatti 3-1 l’Entella, in gol con Luppi. Da sottolineare che la rete di Calaiò, la seconda della giornata, è il primo gol stagionale del Parma che non arriva da palla inattiva. Pareggio infine tra Pro Vercelli e Carpi, che non vanno oltre lo 0-0, e tra Ternana ed Ascoli, che si dividono la posta 1-1 con i gol di Montalto per i padroni di casa ed il solito Favilli per gli ospiti.


Immagine tratta dal sito www.legab.it

Ricerca personalizzata