Precedenti favorevoli all’Entella e ad Aglietti

Castori (Cesena) e Aglietti (Entella)
Invia l'articolo agli amici

CURIOSANDO – Appena 5 i precedenti tra Cesena ed Entella con i liguri avanti 3-1, lo stesso score delle sfide Aglietti-Castori, con il primo in vantaggio

Non inganni la classifica, la Virtus Entella è una delle squadre più in forma del campionato (8 punti nelle ultime 5 trasferte e 6 delle ultime 9 partite senza gol al passivo). Per il Cesena un avversaio particolarmente in palla nel momento decisivo della stagione: alla luce dei risultati maturati nel pomeriggio di ieri sui campi della Serie B, una mancata vittoria dei bianconeri nello scontro diretto delle ore 17:30 al Dino Manuzzi significherebbe, di fatto, un futuro molto triste…

La sfida tra Cesena e Virtus Entella ha una storia molto recente, visto che fino al 2015 le due società non si erano mai incontrate. Da allora appena 5 incroci, con bilancio nettamente favorevole ai liguri, che hanno vinto 3 partite, a fronte della sola vittoria cesenate e di un solo pareggio. L’unico successo bianconero risale al 23 gennaio 2016, quando la formazione di Massimo Drago si impose per 2-0 con i gol di Ciano su calcio di rigore allo scadere della prima frazione e di Caldara in avvio di ripresa, partita nella quale Caputo fallì un calcio di rigore, sventato da Gomis. Nel campionato successivo, quello 2016/17, due successi liguri, prima in Romagna per 0-1 e poi a Chiavari per 2-1, mentre il match di andata del campionato in corso ha visto realizzarsi l’unico pareggio della storia (2-2, con il Cesena in doppio vantaggio con la doppietta di Jallow, poi rimontato da La Mantia e Diaw).

Curiosità arrivano dal fronte disciplinare, con il Cesena che in 33 partite di campionato non ha ancora usufruito di una calcio di rigore e l’Entella che in 32 partite ha subito una sola espulsione (record stagionale, condiviso con Empoli, Bari e Cittadella). Molto limitato l’apporto dei cosiddetti “ex”, uno solo per parte, con Crimi (21 partite con il Cesena) nelle file liguri e Fazzi (12 partite con l’Entella) in quelle romagnole. Con i suoi 35 anni già compiuti, Luca Ceccarelli è il veterano della Virtus, mentre il portiere Luca Iacobucci è il più presente in campo in questa stagione, con la bellezza di 2.880 minuti, solo 90 in meno del massimo realizzabile (in un’occasione ha giocato il secondo Paroni).

L’allenatore della formazione ligure è Alfredo Aglietti, tecnico toscano che ha esordito nel calcio che conta sulla panchina dell’Empoli, un “cavallo di ritorno” all’Entella, formazione che aveva infatti già allenato nella stagione 2015/16. Dopo quella salvezza, Aglietti è approdato sulla panchina dell’Ascoli (altra salvezza nel 2016/17), salvo poi restare senza panchina prima della seconda chiamata da parte dell’Entella per sostituire Gianpaolo Castorina nel mese di novembre, con discreti risultati (22 punti in 20 partite, frutto di 5 vittorie, 7 pareggi e 8 sconfitte). Nessun pareggio nei 4 precedenti tra Aglietti e Castori, con il toscano in vantaggio 3-1 sul marchigiano.

Un’occhiata infine al direttore di gara, il sig. Juan Luca Sacchi della sezione arbitrale di Macerata. Con lui alla guida, il Cesena ha un bilancio in perfetto equilibrio (2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte), mentre la Virtus Entella ha sorriso molto di più (6 vittorie, 4 pareggi, 1 sconfitta). In questa stagione i bianconeri sono già stati diretti due volte da Sacchi, a Bari (sconfitta per 3-0) ed in casa contro il Palermo (1-1), mentre i biancoazzurri hanno pareggiato 0-0 in casa contro il Carpi e vinto 3-1, sempre a Chiavari, contro il Bari.


Immagine tratta dal sito www.legab.it

4 Comments on “Precedenti favorevoli all’Entella e ad Aglietti”

Comments are closed.